Menu
Corriere Locride
L'ANPI di Reggio Calabria e Messina organizzano Il 74° anniversario della Liberazione

L'ANPI di Reggio Calabria e Me…

Festa Nazionale della ...

Inizia dalla Francia la stagione agonistica di Francesco Scagliola

Inizia dalla Francia la stagio…

Dopo la tappa nel sud ...

Giancarlo Giannini ospite d’onore della Varia di Palmi 2019

Giancarlo Giannini ospite d’on…

Giancarlo Giannini osp...

Reggio. Il pittore reggino Alessandro Allegra sarà uno degli artisti che rappresenterà l’Italia all’evento "Fabriano in acquerello”

Reggio. Il pittore reggino Ale…

Il pittore reggino Ale...

Locri. 1° maggio: "Festival della creatività", prima estemporanea di pittura per bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni

Locri. 1° maggio: "Festiv…

L’Amministrazione comu...

Locri. L'Ambito Territoriale ha presentato il progetto HCP 2019

Locri. L'Ambito Territoriale h…

L'Ambito Territoriale ...

San Roberto (RC): le congratulazioni del Sindaco Vizzari a Francesca Porpiglia, neo Assessore di Villa San Giovanni

San Roberto (RC): le congratul…

Il Sindaco di San Robe...

Associazione Nazionale Decorati di Medaglia d’Oro Mauriziana “Nastro Verde”: «rinnovate le cariche sezionali»

Associazione Nazionale Decorat…

Il 04 aprile 2019 a Re...

Bovalino. Nota stampa di Francesco Gangemi e Rosalba Scarfò del gruppo Consiliare “Impegno e Partecipazione”

Bovalino. Nota stampa di Franc…

«Non è questo il nostr...

É partito dal Comune di Badolato il progetto “Integrando”: «sviluppo economico del territorio attraverso l’inclusione»

É partito dal Comune di Badola…

E’ partito dal Comune ...

Prev Next

Reggio. Progetto Alternanza Scuola/Lavoro MYOS: «Ennesimo risultato brillante per gli allievi del “Campanella”»

  • Published in Scuola

CIAK…SI GIRA!

PICCOLI SCENEGGIATORI CRESCONO

Ennesimo risultato brillante per gli allievi del “Campanella”. Dopo essere stati selezionati nei giorni scorsi, tra i vincitori del progetto di Alternanza Scuola/Lavoro MYOS, gli allievi della redazione Alpha Team, Beatrice Gioffrè, Gabriele Martino, Elena Siclari, tutti della III E, hanno ricevuto il premio come miglior soggetto per serie TV scritto dai ragazzi per l’anno scolastico 2018/2019 con la sceneggiatura “OLTRE”.

La cerimonia di premiazione si è svolta il 4 aprile 2019 a Gaeta, all’interno del Festival dei Giovani, kermesse di workshop, dibattiti, seminari, competizioni, concerti e sport con giovani e studenti provenienti da tutt’Italia, protagonisti indiscussi con testimonianze, storie, start up, musica, poesie e racconti, reportage ed inchieste.

In “gara” gli allievi di molti istituti italiani che hanno scelto MYOS come progetto di Alternanza, in collaborazione con l’Università LUISS, e si sono cimentati nella ideazione di una sceneggiatura originale e nella realizzazione di un video trailer di un episodio pilota per un’ipotetica serie tv. Alcuni trailer, sono stati più di 250 quelli prodotti dalle redazioni degli allievi, sono stati riprodotti durante la cerimonia, e tra questi per ultimo proprio quello realizzato dagli allievi reggini che hanno avuto il plauso oltre che dalla platea, di Fulvia Guazzone, CEO e Founder di Noisiamofuturo e del Festival dei Giovani, di Roberto Costantini, dirigente LUISS, di Francesco Nardella, Vice Direttore Editoriale di Rai Fiction, e di Valerio d’Annunzio, sceneggiatore e regista ( tra i suoi lavori ricordiamo Don Matteo, Che Dio ci aiuti, Il Restauratore, L’allieva e molti altri tutti di grande successo).

Durante la cerimonia, gli ospiti intervenuti hanno dato grande risalto alla scrittura come elaborazione di un sentimento, positivo o negativo, ma comunque espressione della personalità e in particolare della creatività che, come ricordato dal dott. Nardella, “non può esistere fuori dalle regole”. Un incoraggiamento, inoltre, ai giovani presenti è venuto da parte degli ideatori del progetto, affinchè tengano conto del loro talento come “possibilità di riuscita”.

Beatrice, Gabriele ed Elena hanno ricevuto ciascuno come premio una borsa di studio per la frequenza della Summer School della LUISS, la possibilità di partecipare alle lezioni tenute da Valerio d’Annunzio e di sviluppare la sceneggiatura di “OLTRE” in vista di una possibile produzione.

Leggi tutto

Locride. Un nuovo progetto di alternanza scuola-lavoro nella Locride per gli studenti dell'Istituto D'Arco - D'Este di Mantova: al centro la musica e la danza

  • Published in Scuola

Un nuovo progetto di alternanza scuola-lavoro, questa volta legato alla danza e alla musica, porta il Liceo Coreutico e Musicale dell'Istituto D'Arco-D'Este di Mantova, guidato dalla dirigente Maria Rosa Cremonesi, nella Locride, a breve distanza dal viaggio che ha visto protagonisti, nella prima settimana di aprile, un altro gruppo di studenti dello stesso istituto alla scoperta del valore della bellezza.

Il programma, tra incontri e laboratori, ha visto stamane, alla Casa delle Erbe di Antonimina, la lezione-concerto di Francesco Loccisano sulla chitarra battente; si prosegue domani, giovedì 26, con il concerto, alle ore 22, al Caffè "Golosia" di Marina di Gioiosa; venerdì 27, alle 18, concerto al castello di Roccella Jonica; sabato 28, alle 18, concerto al calar del sole al Teatro greco-romano di Portigliola. I conserti sono accompagnati dalle performance delle danzatrici del Coreutico.

Leggi tutto

Locri (RC): Appena concluso il progetto di alternanza scuola-lavoro sul tema della bellezza del D'Arco-D'Este di Mantova

A fine mese un nuovo gruppo per un progetto sulla musica. Si è appena concluso il progetto di alternanza scuola-lavoro "Il valore della bellezza" dell'Istituto D'Arco-D'Este di Mantova, guidato dalla dirigente Maria Rosa Cremonesi. La bellezza come valore storico, artistico e anche economico al centro del fitto programma di incontri predisposto da Marò D'Agostino.

Cinquantasette studenti del Liceo economico e Liceo delle scienze umane e grafico multimediale D'Arco-D'Este, accompagnati dai docenti Andrea Ranzato, Costanza Bertolotti, Chiara Gandini, Paolo Ceriani, Saro Torreggiani, Giacomo Rosa, hanno incontrato esperti e preso parte a laboratori in un affascinante e significativo percorso dall'antico al moderno. Sono stati guidati da Laura Delfino, responsabile didattica museale, alla scoperta del Parco archeologico di Locri Epizefiri con i suoi preziosi siti; la restauratrice Antonella Ursino ha illustrato loro le pratiche di scavo e la catalogazione dei reperti; mentre con l'archeologa Silvana Iannelli hanno approfondito il valore delle permanenze archeologiche nella cultura e nell'economia attuali. Gli studenti hanno, inoltre, visitato il Museo archeologico nazionale di Reggio Calabria e il borgo antico di Chianalea, a Scilla, mentre alla Casa delle Erbe di Antonimina hanno vissuto una giornata a contatto con la natura, completa di escursione guidata dall'ambientalista Arturo Rocca. Prodotti della tradizione gastronomica calabrese sono stati selezionati per la degustazione dall'associazione "Boschetto fiorito". Gerace con le sue chiese e la maestosa cattedrale è stata visitata con la guida dello storico Vincenzo Cataldo. La bellezza contemporanea è stata protagonista grazie alla Galleria Arké di Locri, dove hanno potuto ammirare l'arte innovativa e controcorrente di Xante Battaglia, grazie alla musica d'autore di Fabio Macagnino e all'incontro con l'azienda Cangiari di Gioiosa Ionica, riconosciuto e affermato marchio di alta moda etica. Laboratori di comunicazione, con la giornalista Maria Teresa D'Agostino, e di grafica, con Marò D'Agostino, hanno offerto agli studenti la chiave di lettura per veicolare cultura e bellezza e per documentare il viaggio in Calabria.

Per il secondo anno consecutivo il prestigioso istituto mantovano ha scelto la Locride per un progetto di alternanza non scontato, teso alla scoperta di ricchezze poco note come il patrimonio archeologico calabrese e i moderni fattori propulsivi. Per fine mese è atteso un nuovo gruppo per un altro progetto, questa volta legato alle espressioni musicali del sud. Grande soddisfazione esprime la dirigente Cremonesi: «Lo speciale spirito di accoglienza di questa terra ha facilitato il dialogo con gli specialisti che hanno illustrato i vari aspetti di questa regione meravigliosa. Abbiamo provato emozioni indelebili e apprezzato la ricchezza, spesso sottaciuta, di un territorio unico che si concretizza nel paesaggio naturale e in quello umanizzato. I ragazzi devono capire che tutto ciò deve essere difeso perché, a fronte dei mutamenti del mercato del lavoro può costituire una preziosa risorsa».

Conclude Marò D'Agostino: «Può apparire paradossale che un progetto di alternanza scuola-lavoro di un nutrito gruppo di ragazzi lombardi si realizzi in uno dei territori più "poveri" d'Europa, in un luogo la cui lingua manca di tempo futuro e dal quale è in corso una delle più massicce emigrazioni giovanili e intellettuali della storia italiana. Ma non è questa calabrese la metafora dell'attuale condizione giovanile nel nostro Paese? Lo sforzo di questo progetto, condiviso con entusiasmo dalla dirigente, dal gruppo dei docenti e dagli studenti che hanno partecipato ai laboratori, è stato quello di accedere a scenari di attività che peraltro e per fortuna esistono o si prefigurano nei "microcosmi" della bellezza (paesaggio, archeologia, arti, cultura dell'accoglienza e delle tradizioni) cui abbiamo fatto coincidere varie tappe del programma di lavoro e conoscenza. Situazioni, esemplari ma affatto uniche nella Locride, in cui il valore economico e professionale si declina innanzitutto su coordinate di impegno e di resistenza etica».

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed