Menu
Corriere Locride
Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Rapporto Svimez 2019, nota stampa del Segretario generale Uil Calabria

Rapporto Svimez 2019, nota sta…

«La fotografia scattat...

A Martone tre giorni di festa dedicati alla castagna

A Martone tre giorni di festa …

E’ tutto pronto a Mart...

Bovalino.  Serranò ( F.d.I): «l’avviso esplorativo per la realizzazione di nuovi porti è una grande opportunità»

Bovalino. Serranò ( F.d.I): «…

«L'avviso per partecip...

Prev Next

I Circoli del Partito Democratico della Locride chiedono la costituzione del Comitato “Si alle primarie”

Circoli del Partito Democratico della Locride Comitato “si alle primarie”.

Locri, 23 agosto 2019

«I circoli del Partito Democratico della Locride, nel chiedere l’attuazione dell’articolo 2 n. 4 lett. b dello Statuto nazionale del Partito Democratico, il quale riconosce a tutti i nostri elettori il diritto di partecipare alle elezioni primarie per la scelta dei candidati alle principali cariche istituzionali, oltre che al comma c dello stesso articolo il diritto ad ogni elettore di avanzare la propria candidatura, ritengono ineludibile il rispetto delle norme statutarie che regolano la vita democratica della nostra comunità politica, invero ispirate al principio del pluralismo e della libera espressione del pensiero, anche in coerenza con quanto affermato dal nostro segretario nazionale, Nicola Zingaretti, nel suo intervento conclusivo, alla ultima riunione della Assemblea nazionale del Partito Democratico: "Chiedo agli amici, ai compagni dell'Emilia, della Calabria, della Puglia così come l'ho chiesto a quelli del Lazio e a quelli del Piemonte di dirci loro come vincere in quei territori. Non riproponiamo schemi dai quali da Roma si chiedono e si impongono soluzioni. Caso mai, su questo dobbiamo capovolgere lo schema".

Ribadiamo, perciò, la necessità di attivare le procedure per la indizione delle elezioni primarie utili alla designazione del candidato presidente per la Regione Calabria e, nell’intento di stimolare il pieno rispetto dello statuto da parte dei vertici del Partito Democratico, ci costituiamo in COMITATO PERMANENTE, denominando lo stesso Comitato “Si alle primarie”.

Qualora gli organismi di vertice del Partito Democratico si determinassero in maniera differente, avvieremo una serie di incontri nei vari circoli per assumere insieme le più opportune scelte».

Circolo di Gerace

Circolo di Locri

Circolo di Siderno

Circolo di Marina di Gioiosa

Circolo di Roccella Ionica

Circolo di Caulonia

Circolo di Bovalino

Circolo di Samo

Circolo di Santi’Ilario dello Ionio

Circolo di Casignana

Circolo dei Giovani Democratici della Locride

Circolo di Mammola

Circolo di Martone

Circolo di Benestare

Circolo di Africo

Circolo di Palizzi

Circolo di Brancaleone

Circolo di Stilo

Circolo di Bivongi

Circolo di Monasterace

Circolo di San Luca

Circolo di Pazzano

Leggi tutto

Sindacati a Reggio Calabria, Sebi Romeo: «aderisco a sostegno dei diritti e delle riforme»

«Rispondo all’appello lanciato da CGIL, CISL e UIL per la partecipazione alla manifestazione nazionale per il Sud, del 22 giugno prossimo, a Reggio Calabria, aderendo alla piattaforma di idee sulla riforma fiscale, sulle politiche ambientali, sul contrasto alla povertà, sugli investimenti per una Pubblica Amministrazione efficiente, contro il regionalismo differenziato che aumenta il divario tra le regioni. Questi e gli altri temi al centro della proposta delle parti sindacali dovranno essere la principale base su cui impiantare una nuova politica di recupero e crescita per le aree del Mezzogiorno.

L’unitarietà della proposta e della condivisione delle parti sociali, politiche e civiche saranno, sicuramente, la forza utile affinché il dibattito divenga ampio e diffuso, arrivando con maggiore chiarezza alle orecchie degli attuali governanti, sordi e ciechi davanti alle nostre esigenze di stabilità lavorativa e sociale. In particolare, ricordo due fondamentali argomenti su cui auspico interventi urgenti e definitivi da parte del Governo: la stabilizzazione degli Lsu/Lpu calabresi su cui a Roma pare calato il silenzio e una lotta diretta alla criminalità. Su questo ultimo aspetto, la politica nazionale, infatti, non può demandare il tema alla sola, benché pregevole, azione repressiva della Magistratura. Servono strumenti di legge per interventi contro la disoccupazione, agevolando politiche ambientaliste e di sviluppo sostenibile; per la tutela delle imprese sane, troppo spesso vessate dal malaffare e da una concorrenza sleale; per una burocrazia intransigente, ma amica dei cittadini e degli investitori leali alla Costituzione e serve restituire alla scuola il suo ruolo di istituzione primaria nella formazione delle coscienze, prima ancora che nella informazione nozionistica.

La società italiana e  la comunità meridionale meritano una visione d’insieme che affianchi alle necessarie politiche di contenimento del debito un processo di sviluppo economico e sociale in grado di sostenere i cittadini in difficoltà, in egual misura e con pari diritti.

Sostenere la proposta unitaria dei sindacati, in quanto uomo di sinistra, consigliere regionale e capogruppo dei democratici calabresi, diventa per me un impegno a contribuire a tenere alto il dibattito anche oltre l’appuntamento reggino, insieme al Partito Democratico in un nuovo e ritrovato rapporto con i sindacati a favore delle lotte sociali».

Sebi Romeo, capogruppo del Partito Democratico in Consiglio regionale 

Leggi tutto

Reggio Calabria. Gruppo Consiliare Comunale PD: «Centrodestra irresponsabile. La causa di un eventuale dissesto ha nomi e cognomi»

"Ancora una volta l'opposizione dimostra la sua pochezza perdendo l'ennesima buona occasione per tacere. Mentre il Sindaco era impegnato a Roma per risollevare le sorti della Città dall'ipotesi nefasta del dissesto finanziario causato dal debito prodotto dalla loro stessa parte politica, i consiglieri di minoranza si producevano in un'irresponsabile invettiva, dal chiaro sapore elettoralistico, con il semplice obiettivo di scaricare le responsabilità che, è chiaro ed evidente come la terra che gira intorno al sole, appartengono alla loro gestione scriteriata di amministrazione, responsabile di una nefasta stagione passata alla storia come il sacco di Reggio". Lo dichiara il gruppo del Partito Democratico in consiglio Comunale rispondendo alle affermazioni diffuse a mezzo stampa dai consiglieri di minoranza.

"Invece di rispondere all'appello del sindaco che ha chiesto un impegno unitario per il bene dei cittadini, che non possono essere penalizzati dall'ennesima mortificazione, il centrodestra cittadino si limita ad affidare il proprio pensiero ad un comunicato stampa ricco di bugie ed inesattezze. Come non comprendere che cosi facendo i consiglieri di minoranza si sono tirati la zappa sui piedi, tanto da suscitare commenti di ilarità ed insulti da migliaia di reggini consapevoli del fatto che i primi responsabili dello stato di sofferenza dei conti del comune sono proprio le forze politiche di centrodestra".

"D'altra parte anche di fronte all'estrema soluzione del dissesto, l'accertamento sulle responsabilità di chi ha provocato i danni finanziari che oggi i cittadini stanno pagando, andrebbe a ricadere su chi ha provocato il buco di bilancio per il quale i commissari hanno disposto il piano di rientro. Il centrodestra quindi farebbe bene a riflettere prima di parlare".

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed