Menu
Corriere Locride
Parco Aspromonte, l’appello del Presidente Bombino ai candidati

Parco Aspromonte, l’appello de…

“E’ necessario che i f...

Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Prev Next

Sanitá, Guccione: “Spese Asp e Ao fuori controllo”

  •   Redazione
Sanitá, Guccione: “Spese Asp e Ao fuori controllo”

“Mentre a Roma si discute, Sagunto viene espugnata e distrutta. E’ quello che sta accadendo nella Sanità calabrese. Nessuno riesce a sbloccare le assunzioni di medici, Oss e infermieri e affrontare con serietà il problema della disorganizzazione del Dipartimento Tutela della Salute della Regione Calabria dove mancano ottanta dipendenti, sono in servizio soltanto 41 unità lavorative, non esiste il dirigente responsabile degli accreditamenti, della rete ospedaliera, del settore Bilancio e Prevenzione. E tra qualche giorno sarà anche libero quello degli Affari generali”.

E’ quanto sostiene Carlo Guccione, consigliere regionale del Partito democratico. “La cosa più grave è la spesa sanitaria – sottolinea Carlo Guccione – tornata ad essere fuori controllo. Un preconsuntivo di Febbario 2017 attestava un disavanzo a circa 50 milioni di euro. Oggi “grazie” alla spesa sanitaria fuori controllo di circa 30 milioni per delle Asp di Reggio e Cosenza e dell’Ospedale Pugliese-Ciaccio, il disavanzo della Sanità calabrese ho toccato quota 80 milioni di euro. Una spirale, quella dell’aumento del disavanzo, che rischia di compromettere e di allungare la permanenza del Commissariamento nella nostra regione e di provocare l’allungamento del Piano di rientro dopo oltre sette anni. Anni in cui i calabresi sono stati costretti, per ripianare i debiti in materia sanitaria,  a pagare oltre 500 milioni di euro di tasse in più rispetto agli altri contribuenti italiani per la maggiorazione di Irap e Irpef”.

“E’ veramente paradossale che, nel mentre si tagliano e si riducono – continua Carlo Guccione – le prestazioni sia ospedaliere sia nei servizi sanitari territoriali, in Calabria aumenti la spesa delle Asp e delle Aziende ospedaliere. Una risposta c’è: ci troviamo in presenza di risorse impiegate per sprechi e per alimentare risposte clientelari”.