Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Reggio. Teatro della Girandola, Terza stagione della rassegna “Approdi”: Cartellone teatrale 2017

Reggio. Teatro della Girandola…

Il Teatro della Girand...

Prev Next

Ospedale Polistena. Tripodi chiede la riattivazione urgente del centro trasfusionale

  •   Redazione
Ospedale Polistena. Tripodi chiede la riattivazione urgente del centro trasfusionale

Il Dipartimento regionale alla Sanità revochi subito la disposizione n. 140818 del 27 aprile 2017, con la quale il Dirigente generale Riccardo Fatarella ha stabilito di sospendere le attività di raccolta sangue presso i presidi ospedalieri di Locri e Polistena.

Dopo il ridimensionamento del Centro Trasfusionale di Polistena, nel tempo declassato dapprima da struttura complessa a struttura semplice, e poi ancora accorpato funzionalmente al P.O. di Locri, oggi tale disposizione addirittura rischia di mettere in discussione la stessa esistenza del reparto a Polistena, senza tuttavia che nessun atto o decreto commissariale ne abbia stabilito la chiusura.

La disposizione a firma del dott. Fatarella, è un atto arbitrario che non trova alcuna giustificazione nemmeno nei discutibili piani di riorganizzazione della sanità calabrese.

Le motivazioni infatti che starebbero alla base della sospensione delle attività di raccolta sangue presso il reparto di Polistena, attengono a profili diversi, squisitamente amministrativi e operativi, rilevati durante le verifiche periodiche sull’attività del reparto.

Piuttosto che rispondere ai rilievi mossi, intervendo per la risoluzione delle piccole criticità riscontrate, il Dipartimento regionale ha pensato bene di lavarsi le mani e sospendere le attività dei centri trasfusionali di Polistena e Locri, senza però valutare le conseguenze devastanti sull’approvvigionamento di sangue negli stessi ospedali.

Abbiamo notizie, infatti, che le sacche di sangue di scorta dell’ospedale di Polistena sono già in esaurimento, e non per mancanza di persone disponibili a donare, ma perché agli stessi donatori non viene materialmente consentito.

La riserva di sangue è indispensabile negli ospedali spoke, come Polistena, dotati di comparti operatori a supporto dei reparti di chirurgia, ostetricia, rianimazione, Utic, ortopedia ecc. Non avere scorte sufficienti significa mettere indirettamente a repentaglio la vita di quelle persone che potrebbero in qualunque momento transitare in ospedale dopo un’emergenza ed in condizione gravissime.

Pertanto, protestiamo fortemente contro tale assurda decisione assunta dal D.G. Fatarella, e in attesa di una sua pronta revoca, chiediamo alla Regione Calabria, all’ASP, al Direttore del P.O. di Polistena di rendere inefficace la disposizione anzidetta, ripristinando da subito la possibilità di donare il sangue presso gli ospedali spoke del territorio a cominciare da quello di Polistena.

Michele Tripodi – Sindaco di Polistena