Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Violenza contro le donne, la Consigliera Regionale Stumpo manifesta a Cirò

  •   Redazione
Violenza contro le donne, la Consigliera Regionale Stumpo manifesta a Cirò

La consigliera regionale di Parità Tonia Stumpo aderisce alla manifestazione contro la violenza in ogni sua forna, prevista a Cirò Marina, domenica 12 marzo, con partenza alle ore 10,30 da Piazza Rossa. Con addosso un simbolo rosso, in corteo si raggiungerà la casa di Antonella Lettieri, luogo dove è stata brutalmente uccisa la quarantenne cirotana. “#siatecitutte. Questo – dichiara la Stumpo - è l'hshtag lanciato dagli organizzatori dell'iniziativa. Io ci sarò. Per dire NO alla violenza NO all'indifferenza. È fondamentale comunicare lo sdegno come un segno della presa di coscienza di un problema che riguarda tutti e che deve essere condiviso TRA tutti: donne e uomini, cristini e musulmani, laici, bianchi e neri, donne velate e non. Ma è anche fondamentale stare vicino alle donne che denunciano. Le istituzioni le devono proteggere. La paura non deve vincere sui nostri diritti. Quando perdiamo i nostri diritti perdiamo la dignità”.