Menu
Corriere Locride
Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Siderno, Atletica: I risultati dei CdS Assoluti, CdS Cadetti ed il Trofeo Coni Ragazzi

Siderno, Atletica: I risultati…

Sulla pista dello Stad...

Bovalino: I Mad Vintage presentano "All'Origine"

Bovalino: I Mad Vintage presen…

Sabato 13 maggio, ore ...

Locri, pubblicato avviso per il reclutamento di 25 lavoratori in mobilità in deroga

Locri, pubblicato avviso per i…

L’Amministrazione Comu...

Prev Next

Violenza contro le donne, la Consigliera Regionale Stumpo manifesta a Cirò

  •   Redazione
Violenza contro le donne, la Consigliera Regionale Stumpo manifesta a Cirò

La consigliera regionale di Parità Tonia Stumpo aderisce alla manifestazione contro la violenza in ogni sua forna, prevista a Cirò Marina, domenica 12 marzo, con partenza alle ore 10,30 da Piazza Rossa. Con addosso un simbolo rosso, in corteo si raggiungerà la casa di Antonella Lettieri, luogo dove è stata brutalmente uccisa la quarantenne cirotana. “#siatecitutte. Questo – dichiara la Stumpo - è l'hshtag lanciato dagli organizzatori dell'iniziativa. Io ci sarò. Per dire NO alla violenza NO all'indifferenza. È fondamentale comunicare lo sdegno come un segno della presa di coscienza di un problema che riguarda tutti e che deve essere condiviso TRA tutti: donne e uomini, cristini e musulmani, laici, bianchi e neri, donne velate e non. Ma è anche fondamentale stare vicino alle donne che denunciano. Le istituzioni le devono proteggere. La paura non deve vincere sui nostri diritti. Quando perdiamo i nostri diritti perdiamo la dignità”.