Menu
Corriere Locride
Palmi. Il PrimarEtnoFest promuove la musica del Sud per i festeggiamenti della Varia

Palmi. Il PrimarEtnoFest promu…

Palmi ospiterà il pros...

Reggio. "Operazione Edera": Scarcerati Domenico Ficara e Domenico Cortese

Reggio. "Operazione Edera…

Il Tribunale del Riesa...

A Canolo, l’associazione Thaletes organizza il campo scuola 2019

A Canolo, l’associazione Thale…

A Canolo, l’associazio...

Stilo (RC). Dal 22 al 27 luglio, all'Hotel Città del Sole, si terrà la scuola estiva di astronomia: “Uno sguardo verso l'infinito. Scienza, poesia, arte”

Stilo (RC). Dal 22 al 27 lugli…

Al via la ventiquattre...

La rassegna “Calabria Judaica” fa tappa a Lazzaro

La rassegna “Calabria Judaica”…

La seconda tappa del p...

Blitz anti 'ndrangheta dei Carabinieri in Valle d'Aosta, in Emilia Romagna e nella provincia di Reggio Calabria

Blitz anti 'ndrangheta dei Car…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Prev Next

Uffici ticket dell'Asp di Reggio: Nota della Uil Fpl sull'incolumità fisica degli operatori

SEGRETERIA TERRITORIALE   UIL  FPL - RC -          

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. -  PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  Tel/ Fax   0964/ 399451- cell. 338-7695614

Prot.  n  251    UIL FPL

Lì,  08.07.2019

- Ai Sigg. Commissari Straordinari

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

ASP Reggio Calabria

Oggetto: Incolumità  fisica Operatori uffici  ticket  ASP  RC

 In ordine a quanto occorso alcuni giorni addietro presso il P.O. T. Evoli di Melito P.S. relativamente alla sottrazione  dell’incasso ticket tramite rapina ad opera di malviventi, scrivente O.S. chiede alle SS.LL. :

a) in capo a chi ricade la responsabilità per non aver posto in essere quanto necessario per mettere in sicurezza i locali, l’incasso e l’incolumità del personale addetto al versamento delle somme economiche incassate:

b) quali adempimenti si intenderanno assumere alfine di evitare che quanto avvenuto a Melito si possa verificare presso l’Ufficio di Locri e nei vari Uffici similari sparsi sul territorio dell’ASP. Il deposito del danaro afferente l’Ufficio Ticket di Locri da tempo per problemi di sicurezza non viene effettuato.

 Quanto esplicitato nella presente nota appare  di una  gravità assoluta, pertanto, si  chiede, altresì, quale  iniziative si   stanno  adottando  per risolvere tali criticità da cui discende l’elevato rischio per la incolumità fisica e la vita degli  operatori.

        Il Segretario Territoriale  

   *Nicola Simone 

*firma autografa sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 39/1993

Leggi tutto

Nota stampa della Uil Fpl sull'utilizzo delle graduatorie all'Asp di Reggio Calabria

SEGRETERIA TERRITORIALE   UIL  FPL - RC -          

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. -   PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  -  Tel/ Fax   0964/ 399451- cell. 338-7695614                                     

Prot. n.   242     UIL  FPL

Lì, 25.06.2019

- Al Commissario ad acta

 piano rientro debito sanitario generale Cotticelli

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Catanzaro

Oggetto: Utilizzo graduatorie.

Egregio Commissario,

la gestione Scura ci ha lasciato in eredità una ingarbugliata e personalistica procedura relativa all’utilizzo delle graduatorie che non riflette alcuna logica né regola ma esclusivamente il soddisfacimento di esigenze personali che nulla hanno a che vedere con una corretta amministrazione.

La UIL ritiene, infatti, che il ricorso all’utilizzo delle graduatorie anziché ai pubblici concorsi per l’acquisizione di personale all’interno delle Aziende del SSR sia contrario al diritto di libero accesso ai concorsi da parte di quanti sono in possesso dei requisiti di partecipazione nonché contrario ai criteri meritocratici, costituendo, invece, un’atto esclusivo a danno di molti per privilegiare soggetti in graduatoria di concorsi già espletati, soggetti per cui – è bene evidenziare – non vi sarebbe alcun ostacolo alla partecipazione del  pubblico concorso.

Con la gestione Scura l’essere “in graduatoria” ha costituito titolo preferenziale per l’assunzione ma i criteri di Scura cominciano a venire fuori nelle aule dei Tribunali vedi il sovra finanziamento illegittimo a strutture private accreditate e – sempre in tema di graduatorie – l’annullamento da parte del TAR di Reggio Calabria del ricorso alle graduatorie disposto, su richiesta di Scura, dall’Azienda ospedaliera di Reggio Calabria.  

Privo di qualsiasi contenuto è l’alibi che le Aziende conseguirebbero un risparmio non espletando i concorsi in quanto si tratta di una spesa irrisoria che consentirebbe, giustamente, ad ogni Azienda di selezionare il proprio personale sul cui operato dovrà essere l’Azienda stessa a rispondere per cui  si ritiene che la validità delle graduatorie e l’accesso ad esse per le assunzioni possa essere lasciata aperta esclusivamente per le Aziende in cui esse sono vigenti,

Per quanto sopra si invita la SV a non autorizzare ulteriori scorrimenti di graduatorie se non per  l’ eventuale utilizzo nelle stesse Aziende in cui esse sono vigenti e di autorizzare la pubblicazione dei bandi di concorso relativo alle figure da acquisire nell’ambito del SSR.

  Il Segretario Territoriale  

   *Nicola Simone 

*firma autografa sostituita da indicazione a mezzo stampa, ai sensi dell’art. 3, comma 2, della legge 39/1993

Leggi tutto

Reggio. Nicola Simone, Segretario Territoriale della Uil - Fpl, scrive al Ministro della Salute

Al Ministro della Salute On.le Giulia Grillo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Roma

Oggetto: LETTERA APERTA AL MINISTRO DELLA SALUTE 

Gentilissima Ministra,

abbiamo atteso alcuni giorni nella speranza di un Suo intervento relativo alla "vicenda dei cartoni" al Pronto Soccorso del GOM di Reggio Calabria, vicenda che la SV conosce benissimo avendo pubblicamente dichiarato, al momento stesso in cui fu nota, che avrebbe perseguito i responsabili di un atto non da Paese civile.

La direzione generale del GOM, invece, individuò subito il responsabile nel dr. Domenico Caminiti, medico sindacalista che aveva contribuito assieme ad altri Sindacati a portare a conoscenza dell’opinione pubblica la vergognosa vicenda. La direzione aziendale, infatti, sospese per sei mesi dalle funzioni e dallo stipendio il dr. Domenico Caminiti senza adottare alcun provvedimento nei confronti del primario del Pronto Soccorso, luogo in cui si verificò l’immobilizzazione con cartoni al posto degli specifici dispositivi.

In data 14 Aprile c.a. il Giudice del Lavoro annullò la sanzione irrogata al dr. Domenico Caminiti ed avverso tale sentenza la direzione del GOM presentò reclamo. Il 4 Giugno u.s. i Giudici del Lavoro del Tribunale di Reggio Calabria hanno rigettato il reclamo dell’Azienda e,  nell’affermare la verità dei fatti riportati dalla stampa, hanno sentenziato, fra l’altro, che “ la condotta posta in essere non abbia realizzato alcuna violazione della privacy” che “ la pubblicazione delle foto all’interno della chat intersindacale non abbia avuto un fine diverso da quello di denunziare una pratica di “malasanità” e ciò a prescindere che si sia trattato di casi episodici o di una prassi” che il dr. Domenico Caminiti “ ha prodotto copiosa documentazione attestante una intensa attività, nella sua duplice veste di delegato aziendale per l’FVM-SMI e referente aziendale sul rischio clinico assistenziale nell’UOC di appartenenza, tesa a portare all’attenzione dei vertici aziendali le più disparate criticità – dall’assenza di presidi medici alla mancanza di posti letto e via dicendo – registratesi nel tempo nelle varie unità operative”.

Non v’è alcun dubbio che il comportamento punitivo della direzione del GOM contro il dr. Domenico Caminiti abbia avuto le caratteristiche del comportamento intimidatorio contro tutti quei Sindacati che “osano” esprimere pubblico dissenso sugli atti gestionali della direzione del GOM al fine di ridurre al silenzio ogni voce contrastante.

Purtroppo per i vertici del GOM i Giudici si sono espressi in modo assolutamente inequivocabile.

La SV, che all’epoca dei fatti aveva rilasciato le solite reboanti dichiarazioni comuni a tutti i politici di professione della prima, seconda e terza Repubblica relativamente alla individuazione e sanzione dei responsabili ed aveva, addirittura, chiesto informazioni sulla vicenda attraverso l’Ordine dei Medici, oggi tace come sempre intimidita dalle falsità affermate da qualche parlamentare calabrese e dal Presidente Oliverio a difesa dei vertici aziendali da loro stessi nominati.

Per inciso, l’Ordine dei Medici cui la SV si era rivolta esclusivamente per ottenere informazioni ha ritenuto di aprire un procedimento disciplinare contro il dr. Domenico Caminiti.

Infine, per tenerLa aggiornata, La informiamo che uno dei responsabili del vertice del GOM, all’epoca dei cartoni direttore amministrativo, oggi ricopre l’incarico di direttore ff del GOM e che il Primario del Pronto Soccorso, cui nel frattempo la Magistratura del Lavoro ha annullato il concorso per irregolarità, è stato illecitamente trattenuto in servizio al GOM pur non avendo mai contratto alcun rapporto di lavoro dipendente con lo stesso GOM, vicenda, peraltro, già denunciata dalla UIL alla Procura della Repubblica di Reggio Calabria ed alla Corte regionale dei Conti.

La informiamo, ancora, che il dr. Domenico Caminiti, valente professionista, dall’ 1 Giugno si è trasferito all’AUSL 3 della Regione Veneto considerato il clima creato dall’amministrazione nei suoi confronti, quindi, il risultato finale consiste che Reggio e tutti noi perdiamo un valente professionista ed un coraggioso sindacalista.

La UIL, più volte minacciata per avere denunciato pubblicamente i disastri della Sanità, non teme tali minacce ma teme i silenzi delle Istituzioni specie dopo che esse rilasciano reboanti dichiarazioni improntate alla trasparenza nella gestione della cosa pubblica, ai diritti dei Cittadini, all’accertamento dei fatti ed alla sanzione dei responsabili.

Purtroppo constatiamo con dispiacere che esiste una vicendevole copertura, una condizione dove non si distingue il controllore dal controllato e dove tutti hanno la memoria corta.

Gentilissima Ministra almeno una volta provi a mantenere la posizione assunta e dia concretezza ai suoi giusti proclami altrimenti dimostrerà, anche Lei, di non essere poi così diversa da chi l’ha preceduta e che il famoso "cambiamento" è solo una sterile parola senza alcun contenuto.

Distinti saluti

    

Il Segretario Territoriale

*Nicola Simone

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed