Menu
FanduCorriere Locride
Il Movimento 5 Stelle di Reggio Calabria raccontato in un corto

Il Movimento 5 Stelle di Reggi…

«CARA LIBERTÀ è il cor...

Reddito di Cittadinanza, il monito di Viglianisi (M5S): «c’e’ un rischio Centrodestra e un’inefficienza Centrosinistra»

Reddito di Cittadinanza, il mo…

«Relativamente al Redd...

Torneo nazionale “i vostri Comuni”, il gonfalone di Siderno accede ai trentaduesimi di finale

Torneo nazionale “i vostri Com…

Per tutta la giornata ...

Politiche Giovanili: Siderno è tornata ed ora sogna di ospitare un meeting metropolitano sulle politiche giovanili

Politiche Giovanili: Siderno è…

Dopo un decennio abbon...

«I Commissari Cotticelli-Crocco affossano definitivamente la sanità Reggina»

«I Commissari Cotticelli-Crocc…

CAMERA SINDACALE TERRI...

Reggio. Nei giorni 10-11 e 12 settembre, al Museo Nazionale del Bergamotto, si terrà la rassegna del Giornalismo Agroalimentare e Agroindustriale Pro Sud

Reggio. Nei giorni 10-11 e 12 …

Rassegna del Giornalis...

Bova Marina: i commercianti fuorilegge per ordine del Sindaco

Bova Marina: i commercianti fu…

È da tempo ormai che s...

ELEZIONI COMUNALI - Reggio Calabria: «se il buongiorno si vede dal mattino…»

ELEZIONI COMUNALI - Reggio Cal…

Da qualche giorno è in...

Reggio. Lunedi 31 agosto si svolgerà il Premio Rhegium Julii Inedito 2020

Reggio. Lunedi 31 agosto si sv…

PREMIO RHEGIUM JULII I...

Parco Aspromonte, lunedì 31 agosto inaugurazione Centro Visita Zomaro

Parco Aspromonte, lunedì 31 ag…

Il Parco cresce e si s...

Prev Next

Programmazione in scadenza dei fondi Europei. Uil Calabria: «chiediamo alla Regione Calabria un confronto franco e costruttivo con il partenariato economico e sociale»

Sant’Eufemia - Lamezia 6 aprile 2020  

L’emergenza Covid-19, come era normale che fosse e come stiamo sostenendo da tempo, ha posto con forza l’urgenza di una riprogrammazione, veloce e puntuale, delle politiche comunitarie.

Il Governo, attraverso l’intervento del ministro per il Sud Provenzano, ha avvisato le Regioni della necessità di bruciare i tempi rispetto a questa azione.

Anche in sede di conferenza Stato-Regioni si è aperta la discussione finalizzata alla riprogrammazione del Fondo europeo per lo sviluppo regionale e del Fondo sociale europeo. Una riprogrammazione che, alla luce di quello che sta emergendo in queste settimane contrassegnate dall’emergenza coronavirus, deve essere “sbilanciata” verso quei territori, come quelli meridionali, che stanno soffrendo e, maggiormente, soffriranno nei prossimi anni per le ricadute economiche e sociali di questa crisi inaspettata.

Lo stesso presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, ha sposato la necessità di accentuare la spinta solidaristica fra le regioni del Nord e quelle del Sud del Paese.

Siamo convinti, alla luce delle ricadute che questa emergenza avrà anche nei prossimi anni, sulla tenuta economica e sociale della Calabria, che sia necessario una immediata riprogrammazione del Programma operativo regionale 202172027.

I fondi comunitari dovranno essere indirizzati non solo al contrasto dell’emergenza contingente da Covid-19 ma, soprattutto, per preparare il terreno e facilitare il sostegno alla ripartenza economica e sociale delle regioni del Sud Italia.

Per concretizzare questa opportunità, poi, riteniamo indispensabile mettere al bando le politiche del passato, quelle che hanno puntato alla parcellizzazione clientelare dei fondi europei, per puntare con convinzione, e attraverso il supporto di manager in possesso di un alto profilo professionale di progettazione comunitaria, sulla concentrazione delle provvidenze europee su un numero ristretto di progetti che siano in grado di dispiegare, in breve tempo, i propri effetti positivi sul territorio. Magari puntando a rendere effettivamente produttiva la Zona economica speciale, svincolandola da quei legacci infrastrutturali, burocratici e logistici che ne hanno impedito la concreta realizzazione.

Alla Regione Calabria, quindi, chiediamo di avviare con prontezza europea e senza liturgie politiche inaccettabili davanti alla situazione contingente e di prospettiva, un confronto franco e costruttivo con il partenariato economico e sociale, utilizzando le tecnologie di discussione a distanza, sulla programmazione in scadenza dei fondi europei e su quella del prossimo futuro.

Santo Biondo

Segretario generale

Uil Calabria

Leggi tutto

Uil Calabria: «Gravissime le dichiarazioni su Report. Pallaria si dimetta»

Sant’Eufemia - Lamezia 31 marzo 2020  

«Gravissime le dichiarazioni su Report del responsabile della protezione civile calabrese. Pallaria si dimetta. Una regione come la Calabria, non può affrontare una emergenza sanitaria di tale portata, con così tanta superficialità e incompetenza.

La Presidente della Regione Calabria, non può cavarsela con una alzata di spalle, prima di indicare ai calabresi, cosa deve fare il governo, dica cosa deve fare la Regione Calabria. Per esempio nominando manager competenti nei ruoli di responsabilità regionale.

Pertanto la Presidente della giunta regionale, intervenga immediatamente a dare chiarimenti sulla vicenda. Non si può giocare sulla incolumità dei cittadini!»

Santo Biondo
Segretario generale

Uil Calabria

Leggi tutto

Nota stampa congiunta di Cgil, Cisl e Uil Calabria: «chiarimenti su accordo cassa integrazione»

Cgil, Cisl e Uil Calabria, rispetto a voci fuori controllo che stanno circolano su ipotetici accordi quadro regionali sottoscritti da altre organizzazioni sindacali e datoriali, per dovere di chiarezza fanno sapere che l’unico accordo quadro regionale in corso di validità è quello sottoscritto con l’assessorato al Lavoro, dopo due giorni di intenso confronto, e pubblicato sul sito istituzionale della Regione Calabria.

Questa precisazione, proseguono le Segreterie generali confederali di Cgil, Cisl e Uil Calabria, è di fondamentale importanza al fine di non aprire spazi di incertezza in questo momento di particolare e straordinaria emergenza, nel quale alle difficoltà contingenti nessuno vuole aggiungere altre difficoltà per aziende e lavoratori, come quelle di dover finire stritolati da pratiche burocratiche fuori norma.

Cgil, Cisl e Uil Calabria, infine, chiariscono che l’unico accordo a cui aziende e lavoratori devono fare riferimento, per l’esame congiunto previsto dal decreto “CuraItalia” al fine dell’accettazione della cassa integrazione in deroga, è solamente quello sottoscritto dalle organizzazioni sindacali più rappresentative sul piano nazionale, che recepisce il dispositivo pubblicato in Gazzetta Ufficiale del decreto “CuraItalia” relativo alla gestione degli ammortizzatori sociali ordinari e in deroga.

Angelo Sposato                                 Tonino Russo                                    Santo Biondo

Segretario generale                             Segretario generale                             Segretario generale

Cgil Calabria                                      Cisl Calabria                                      Uil Calabria

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed