Menu
Corriere Locride
Cresce l'attesa per il Carnevale dell'Area Grecanica a Brancaleone

Cresce l'attesa per il Carneva…

Consueto appuntamento ...

“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Bovalino. Ingresso libero per il match di domenica prossima Gallico - Catona

Bovalino. Ingresso libero per …

#NextMatch #Boval...

Siderno. Progettazione sociale: «le periferie Sidernesi ottengono l’ennesimo riconoscimento»

Siderno. Progettazione sociale…

La proposta progettual...

Prev Next

Locri: Martedì 7 giugno incontro-dibattito sulla Sinistra e l'umanesimo sociale

Martedì 7 giugno alle ore 18:30 presso la propria sede in via Giulio Scaglione n.23, il Movimento Politico per la Città di Locri “LocRinasce”, nel solco delle attività utili a destare un maggiore interesse per la politica in generale, in collaborazione con Antonio Guerrieri del circolo SEL della Locride, organizza un “Incontro/Dibattito sulla Sinistra e l’umanesimo sociale”.

Interverranno all’incontro:

Simone Oggionni - di SEL nazionale e autore del libro “Manifesto per la Sinistra e l’umanesimo sociale”

Gianni Speranza – ex sindaco di Lamezia Terme – Responsabile nazionale mezzogiorno SEL

Michele Conia – Sindaco di Cinquefrondi

I cittadini interessati sono invitati a partecipare.

Leggi tutto

Sel Locri sulla chiusura della scuola elementare di Moschetta

Vere e proprie lacrime di coccodrillo quelle del Sindaco Calabrese e dell'assessore Sofia in merito alla soppressione della scuola elementare di Moschetta di Locri. 

Non solo perché il colpo di spugna é avvenuto a poche ore dall'inizio dell'anno scolastico senza che nessuna notizia fosse trapelata per tempo né alcuna iniziativa venisse intrapresa di concerto con la più popolosa comunità locrese, ma soprattutto perché la soppressione di quella scuola, compresa la scuola materna ancora attiva, era già stata decisa da parte della Giunta comunale, pur se non per l'immediato, come ampiamente denunciato da mesi con comunicati e manifesti dalla scrivente sezione locrese di Sinistra Ecologia e Libertà.

Chiusura che riguarderà tutte le scuole materne ed elementari del comune per realizzarne una sola per grado al centro del paese per poi assegnare le strutture ad organizzazioni private o per altri usi diversi dall'attività scolastica creando gravi disagi ai bambini e alle famiglie, ai quartieri scippati dei propri presidi didattici e al traffico cittadino.

Un vero e proprio scellerato delirio di onnipotenza che segue il non aver attivato nell'anno precedente, e probabilmente anche quest'anno, la mensa scolastica, chiedendo lo stesso i fondi alla Provincia per poi destinarli tutti alle scuole private, e l'aver sprecato quasi nove anni,almeno per quanto riguarda il duo Calabrese-Sainato già amministratori dal 2006 al 2011, per utilizzare i fondi previsti dalla legge regionale 1/2006 per le scuole locresi.

Nell'esprimere solidarietà e vicinanza a tutti coloro i quali in questi anni hanno lavorato e fatto sacrifici per garantire il diritto allo studio e alla crescita socio culturale dell'intero territorio comunale auspico che il Consiglio Comunale possa bocciare il piano Calabrese-Sainato-Sofia e che tutte le scuole locresi possano rimanere aperte,compresa quella di Moschetta che potrebbe rinascere nel prossimo futuro se solo ci fosse impegno e volontà generale.

Purtroppo,come dimostra anche la pessima "buona scuola " renziani non é un buon momento per l'istruzione pubblica italiana e non si può non citare,in conclusione, Italo Calvino: "Un Paese che distrugge la sua scuola non lo fa mai solo per soldi, perché le risorse mancano, o i costi sono eccessivi. Un Paese che demolisce l'istruzione è già governato da quelli che dalla diffusione del sapere hanno solo da perdere."

Antonio Guerrieri, Referente comunale Sel Locri

Leggi tutto

Precari Locri - Guerrieri, Sel, replica al sindaco Calabrese

A circa dieci mesi di distanza dall'avvio dell'assurdo calvario per le quattordici PERSONE sulla cui pelle (e delle loro famiglie) é scritta buona parte della verità sulla vicenda diventa ancora una volta necessario controbattere ad una strampalata nota del sindaco di Locri Giovanni Calabrese che definisce "sciacalli  del terzo millennio" coloro i quali nella loro normale e legittima attività politica e di rappresentanza hanno deciso di stare al fianco degli LSU/LPU locresi.

Per quanto riguarda il sottoscritto e Sinistra Ecologia e Libertà sin dall'inizio della surreale situazione abbiamo sottolineato come fosse chiara l'intenzione della giunta Calabrese di non avvalersi della possibilità di contrattualizzare A COSTO ZERO i precari comunali e sulla base di poche e semplici constatazioni.

Perché un sindaco che trova tempo e modo per scrivere a morti e vivi in nome di Locri non ha MAI e dico MAI trovato tempo e modo per chiedere a chi di dovere che venissero rimossi gli ostacoli normativi e procedurali da sempre addotti come unico motivo di non contrattualizzazione?

Dato che l'intero provvedimento era stato studiato per favorire TUTTI i lavoratori a prescindere dalle condizioni degli enti di appartenenza perché solo per enti come il Comune di Locri non era stato derogato tutto? Avrebbe dovuto chiederlo e non l'ha mai fatto.

Questo non é avvenuto e dopo una prima fase di TOTALE silenzio istituzionale che ha portato a non aderire al bando interministeriale di ottobre 2014, solo dopo che lavoratori,sindacati (solo CGIL e UIL), e forze politiche (minoranza,SEL e PD) hanno denunciato l'avvenuto si é deciso di aderire con riserva al successivo bando regionale,ma senza mai procedere né alle contrattualizzazioni né a chiedere, neanche in questo caso, la risoluzione delle problematiche riscontrate dal Comune.

L'atteggiamento é stato anzi, ed é stato denunciato più volte, quello di ribadire a tutti i costi che non si poteva fare nulla invece che chiedere con forza le deroghe ritenute necessarie.

Tutt'altro atteggiamento rispetto a quello dimostrato sulle questioni di bilancio dove la corsa alle interpretazioni fantasiose delle norme e alla loro strenua difesa ci é già costata decine di migliaia di euro tra costosi e prevedibili fallimentari ricorsi legali, affidati all'esterno su cui si spera che gli organi di controllo facciano luce, e altre conseguenze finanziarie sulle casse dell'ente.

Tornando ai lavoratori, perché proprio in coincidenza delle proteste é stato loro comunicato che il Comune non aveva più intenzione di avvalersene neanche come LSU/LPU e perché ha attuato una serie di comportamenti di cui i lavoratori stessi hanno piena cognizione perché vissuti sulla propria pelle?

Perché in coincidenza con la loro sospensione temporanea e il successivo demansionamento dopo 20 anni, perché "inutili" (sulla base di cosa?) secondo il Comune, sono stati prontalmente sostituti da tirocinanti, a cui tra l'altro é stato nascosto ufficialmente che non avrebbero potuto cumulare come in passato il sussidio di mobilità in deroga con quello del tirocinio al Comune?

E di quali deroghe ci si é avvalsi per le assunzioni di personale tramite agenzia interinale avvenute in questi anni?

E sui 43 lavoratori stabilizzati nel 2009 é bene ricordare che l'unica amministrazione che ha realmente provato a danneggiarli é stata proprio la giunta Macrì - Calabrese - Sainato per via dell'"ardita" procedura usata e le mistificazioni di bilancio.

Basterebbe leggere il parere della sezione regionale dell'Avvocatura dello Stato richiesto dal commissario Crea un paio di anni fa.

Lei, Sindaco, disse pubblicamente che vi aveva dato ragione, per poi essere sbugiardato dalla stampa che ne citò alcuni estratti.

Mente sapendo di mentire,come quando pubblicamente sbeffeggia ispezioni,pareri e determinazioni delle istituzioni DEMOCRATICHE per poi citarli giustamente come oro colato nelle comunicazioni ufficiali agli enti superiori.
Forse non é colpa Sua, magari neanche legge ciò che poi viene inviato ufficialmente all'esterno, d'altronde non sono sue le deleghe a bilancio e al personale.

Ma é tutta Sua, ma condivisa con l'intera maggioranza consiliare, la responsabilità politica, forse é il caso di ricordarlo...

Antonio Guerrieri, Referente comunale Sinistra Ecologia e Libertà

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed