Menu
Corriere Locride
Nasce "il Sipario", la nuova rivista calabrese diretta da Vincenzo Varone

Nasce "il Sipario", …

il SIPARIO Periodico ...

Riace: «Trifoli resta alla guida del suo Comune e continua a portare avanti il suo impegno con gli elettori»

Riace: «Trifoli resta alla gui…

RIACE - Con ordinanza ...

Nota stampa del del Partito Comunista su Ospedale di Polistena e sanità calabrese

Nota stampa del del Partito Co…

«Alla vigilia del Cons...

Camini (RC): «Il poliambulatorio Jimuel è una straordinaria realtà per il diritto alla salute oltre qualunque barriera, si scongiuri la chiusura»

Camini (RC): «Il poliambulator…

«La Eurocoop Servizi J...

Siderno (RC): domenica 10 novembre al Mondadori Bookstore Francesco Musolino presenta "L'attimo prima" (Rizzoli)

Siderno (RC): domenica 10 nove…

Cosa succede quando la...

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo delle Regioni. Anche due atleti del Bovalino calcio a 5 nella comitiva calabrese

Bovalino (Rc): FISDIR-Torneo d…

Saranno tre giorni di ...

Bovalino. Fratelli d’Italia: «Bruno Squillaci riconfermato Commissario cittadino del Partito»

Bovalino. Fratelli d’Italia: «…

«Il Commissario provin...

Rapporto Svimez 2019, nota stampa del Segretario generale Uil Calabria

Rapporto Svimez 2019, nota sta…

«La fotografia scattat...

A Martone tre giorni di festa dedicati alla castagna

A Martone tre giorni di festa …

E’ tutto pronto a Mart...

Bovalino.  Serranò ( F.d.I): «l’avviso esplorativo per la realizzazione di nuovi porti è una grande opportunità»

Bovalino. Serranò ( F.d.I): «…

«L'avviso per partecip...

Prev Next

Usb Calabria: Prevista per venerdí 18 Luglio la protesta dei precari a Reggio Calabria

La regione Calabria continua imperterrita nella sua avanzata, con la complicità dei sindacati “affidabili”, verso la nuova campagna elettorale. Infatti, dopo gli scandali, a partire da quello del presidente della regionale Calabria, sono ancora tutti ai loro posti a distribuire fondi europei a ditte che nascono solo per poter accedere ai fondi, salvo dileguarsi subito dopo ottenuti i soldi, senza aver creato un solo posto di lavoro.

Ma c’è di più, lunedì 14 u.s. la “presidentessa” Stasi, a cui abbiamo chiesto un incontro, ha pensato bene di convocare esclusivamente i “suoi sindacati”, quelli, cioè, che la spalleggiano e dicono sempre di sì, per affrontare la questione dei pagamenti dei lavoratori di questa regione, escludendo proprio noi che l’incontro avevamo chiesto.

Gli LSU LPU, il personale in mobilità, i disoccupati, forestali di questa regione, che ormai sono allo stremo, devono questuare ogni mese quel poco di salario a loro destinato. La situazione è drammatica, gli stessi sindaci della Calabria sono in ribellione visto che la giunta regionale ha dichiarato che “al momento, la disponibilità di cassa è pressoché nulla e pertanto urge adottare ogni provvedimento in grado di generare in tempi contenuti importanti flussi di cassa in ingresso”.

La USB si chiede come faranno i comuni che già non riescono a pagare i debiti accumulati negli anni e le spese correnti in materia di rifiuti? Dobbiamo aspettarci un'altra estate con la Calabria sommersa da rifiuti? O attueranno i soliti piani di emergenza e riempendo qualche polmone verde di immondizia? E i provvedimenti urgenti per “generare importanti flussi di cassa”, significheranno nuove tasse per i calabresi?

Nelle more siamo certi che la giunta riuscirà ad individuare altri commissari ed “esperti in materia”, sempre a carico della collettività! Il 18 luglio 2014, la USB, visto che scrivere non ha prodotto effetti, porterà nuovamente i lavoratori in piazza a Reggio Calabria e lì chiederà la convocazione direttamente a questa giunta regionale e saranno i lavoratori stessi a chiedere quali sono le prospettive per poter continuare a vivere in questa regione, poiché a loro, come a noi, poco importa di patti di stabilità e meccanismi vari concertati proprio con quei sindacati complici che avrebbero dovuto stare dalla parte dei lavoratori.

A loro oggi interessa solo capire come riuscire a far sopravvivere le proprie famiglie. Poi, quando la regione Calabria deciderà di confrontarsi con la USB, avremo la “presunzione” di spiegare come possono essere utilizzati i fondi europei (unici soldi freschi) e come farne strumento per creare vere opportunità lavorative, anziché essere utilizzarli per fare campagna elettorale o altro.

Leggi tutto

Catanzaro: Venerdí 18 luglio convocazione di sindacati e lavoratori Lsu-Lpu

Le segreterie Nidil Cgil Felsa Cisl e Uil Temp della Calabria ribadiscono alla Regione, al Presidente ed all’Assessore al Lavoro che non è più il tempo dei rinvii, ai lavoratori socialmente utili e di pubblica utilità, impegnati nei comuni e nei diversi enti utilizzatori, occorrono certezze sui pagamenti arretrati e correnti, e soprattutto sul loro percorso di contrattualizzazione. Uno stato di incertezza che non è assulutamente giustificabile nè tollerabile, alla luce del fatto che oramai da oltre 15 anni questi lavoratori fanno ormai parte  nella sostanza della pianta organica, di comuni, province, enti e comunità montane  garantendo i servizi primari alla citadinanza. Nidil Cgil Felsa Cisl e Uil Temp hanno già dichiarato lo stato di agitazione dei lavoratori. Le ripetute richieste di incontro unitarie sono state inspiegabilmente disattese dall’Assessorato al Lavoro , da qui la necessità dell’autoconvocazione a Catanzaro per venerdi 18 luglio. Finalmente,  anche grazie all’azione costante di Cgil Cisl e Uil categoriali e confederali,  è  stata faticosamente conquistato un percorso che ha visto nella Legge di Stabilità Nazionale uno stanziamento totale di 75 milioni di euro, di cui 25 per il pagamento degli arretrati 2013 che la Regione non era stata in grado di garantire e 50 milioni per la contrattualizzazione di LSU LPU ed ex L.R 15,  per i quali i decreti attuativi sono all’esame dell’ufficio legislativo del Governo. Un percorso che non deve rischiare di essere ritardato ulteriormrnte da eventuali inadempienze della burocrazia regionale. Per queste ragioni Nidil Cgil Felsa Cisl e Uil Temp unitariamente, con delegazioni di lavoratori da tutto il territorio calabrese, saranno a Catanzaro Venerdi 18 luglio per rivendicare azioni e atti politici ed amministrativi concreti da parte della Regione, a partire dalla garanzia della copertura finanziaria per il 2014, al pagamento degli arretrati ed ad ogni altra azione necessaria ed utile per portare a termine la contrattualizzazione di LSU LPU ed Ex Art. 7, per come ottenuto dal Governo grazie alla mobilitazione sindacale unitaria.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed