Menu
Corriere Locride
Blitz anti 'ndrangheta dei Carabinieri in Valle d'Aosta, in Emilia Romagna e nella provincia di Reggio Calabria

Blitz anti 'ndrangheta dei Car…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Nuova S.S.106: senza le infrastrutture la Calabria muore

Nuova S.S.106: senza le infras…

di Fabio Pugliese - (P...

Dalla Varia di Palmi un messaggio di speranza e di amore per la vita nella Giornata della Solidarietà in programma il 23 agosto

Dalla Varia di Palmi un messag…

Un gruppo di quaranta ...

I Deep Radics sbarcano al Sunset bar di Scilla

I Deep Radics sbarcano al Suns…

Tornano le note al tra...

Locri. Nota stampa del circolo di Fratelli d'Italia sulla situazione dell'Ospedale

Locri. Nota stampa del circolo…

Come circolo di Fratel...

Il Sindaco di Roccella Jonica ricorda l'ex parlamentare Domenico Bova

Il Sindaco di Roccella Jonica …

In ricordo dell’on. Do...

Prev Next

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

  •   Redazione
Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Adottato un altro provvedimento concreto di politiche attive del lavoro voluto dalla Giunta regionale guidata dal presidente Mario Oliverio, ed in particolare dall’assessore regionale al ramo Angela Robbe, a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione sociale delle persone in condizione di fragilità e vulnerabilità. 

Si tratta dei tirocini di inserimento/reinserimento finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone e alla riabilitazione in favore delle persone prese in carico dal servizio sociale professionale e/o dai servizi sanitari competenti.

Di fatto, la Regione Calabria, con delibera della Giunta n. 472 del 29 ottobre 2018, ha recepito l’Accordo del 22 gennaio del 2015 adottato in sede di Conferenza Stato-Regioni, e con successivo Decreto dirigenziale n. 1527 del 12 febbraio 2019, ha adottato i principi e i criteri applicativi per i Tirocini di inclusione e ha approvato gli allegati inerenti alla Convezione, al progetto personalizzato, all’attestazione dei risultati e al dossier individuale.

“Questo significa che i tirocini in questione – ha spiegato l’assessore Robbe - che rientrano tra le misure di politica attiva del lavoro a sostegno dell'inserimento lavorativo e dell'inclusione, sono pienamente operativi. Il tirocinio è uno strumento di contrasto alla povertà, uno strumento di sostegno attivo alle persone, e nasce per offrire opportunità di sostegno economico ma anche di socializzazione in contesti lavorativi per quelle persone che si trovano temporaneamente o definitivamente prive di condizioni per entrare/rientrare nel mondo del lavoro. I tirocini di inclusione – ha infine aggiunto l’assessore al lavoro -  sono previsti all’interno del Piano regionale di contrasto alla povertà 2018-2020, adottato da Regione Calabria con delibera della Giunta regionale 381/2018, e vanno intesi come forme di sostegno e accompagnamento all'uscita dalla povertà”.I tirocini consistono in un periodo di inserimento in un contesto lavorativo finalizzato alla inclusione sociale, sulla base di un “progetto personalizzato”, volto all’inclusione sociale delle persone prese in carico dal servizio sociale professionale e/o dai servizi sanitari competenti e che prevede la corresponsione di un’indennità che costituisce un sostegno di natura economica.Tali sostegni sono attivabili per un periodo non superiore a ventiquattro mesi e possono essere ripetuti o prorogati solo in seguito ad attestazione da parte del servizio sociale pubblico che ha in carico la persona.