Menu
Corriere Locride
La rassegna “Calabria Judaica” fa tappa a Lazzaro

La rassegna “Calabria Judaica”…

La seconda tappa del p...

Blitz anti 'ndrangheta dei Carabinieri in Valle d'Aosta, in Emilia Romagna e nella provincia di Reggio Calabria

Blitz anti 'ndrangheta dei Car…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Nuova S.S.106: senza le infrastrutture la Calabria muore

Nuova S.S.106: senza le infras…

di Fabio Pugliese - (P...

Dalla Varia di Palmi un messaggio di speranza e di amore per la vita nella Giornata della Solidarietà in programma il 23 agosto

Dalla Varia di Palmi un messag…

Un gruppo di quaranta ...

I Deep Radics sbarcano al Sunset bar di Scilla

I Deep Radics sbarcano al Suns…

Tornano le note al tra...

Locri. Nota stampa del circolo di Fratelli d'Italia sulla situazione dell'Ospedale

Locri. Nota stampa del circolo…

Come circolo di Fratel...

Prev Next

Reggio. Nota stampa di Antonino Castorina, Capogruppo del Partito Democratico, sui Tir al Porto di Reggio Calabria

  •   Redazione
Reggio. Nota stampa di Antonino Castorina, Capogruppo del Partito Democratico, sui Tir al Porto di Reggio Calabria

«Da uomini delle istituzioni, che sentono sopra ogni cosa il dovere di rappresentare la volontà dei cittadini che ci hanno conferito il mandato di tutelare la città, non ci saremmo mai aspettati di doverci confrontare con un Governo che nonostante un ampio mandato elettorale ottenuto nel marzo scorso, tutelasse gli interessi di alcuni privati a scapito di  quelli di una intera popolazione che ha già espresso a gran voce la propria contrarietà al trasferimento degli imbarchi da e per la Sicilia al porto di Reggio Calabria.

Una scelta sconsiderata da parte del Ministero dell’Ambiente che dopo aver accolto i pareri negativi del Comune di Reggio Calabria, della Città Metropolitana, della Regione Calabria e dell’Azienda Sanitaria Provinciale al trasferimento degli imbarchi dei mezzi pesanti in un’area a nord del porto di Reggio, in spregio ad ogni istanza proveniente dal territorio ha comunque deciso di concedere la Valutazione dell’Impatto Ambientale positiva al progetto presentato da due aziende private, nella fattispecie la Caronte & Turist e la Diano.

Non si può neppure addure ad una scelta fatta per salvaguardare la popolazione di Villa San Giovanni, fin troppo oberata dal traffico dei mezzi pesanti nel proprio centro cittadino, ma che già da tempo ha deliberato lo spostamento degli imbarchi nella zona di Bolano, a sud del porto, e che ricade nel proprio territorio comunale.

Una scelta inspiegabile da ogni punto di vista politico e sociale, ma che purtroppo trova nelle ragioni economiche di privati la causa preminente per andare contro alla volontà di ben due popolazioni.

Noi continueremo a batterci con ogni mezzo che la legge ci consente per scongiurare quello che ancor di più oggi appare come un sopruso, un atto di forza ingiustificato e quasi intimidatorio che questo Governo vuole imporre al nostro territorio.

Il Governo del cambiamento sembra non voler cambiare l’atteggiamento da padre padrone verso un territorio che cerca ogni giorno di risollevarsi, provando a riportare una normalità fin troppo anelata dalla popolazione che nonostante tutto lotta per veder rispettata la propria volontà.

Come si può avere fiducia in un governo che non mantiene la parola, che non combatte lealmente?

Il Governo giallo-verde a trazione Salviniana, che come una nemesi è un Senatore della Calabria, non combatte lealmente e come ha ampiamente dimostrato in questa occasione non mantiene la parola data.

I governi non vivono insieme, gli uomini sì e la buona politica è una connessione sentimentale tra governanti e popolo. Ma questo Governo oltre che padre padrone si è dimostrato fedifrago».  

Consiglio Comunale di Reggio Calabria