Menu
Corriere Locride
Parco Aspromonte, l’appello del Presidente Bombino ai candidati

Parco Aspromonte, l’appello de…

“E’ necessario che i f...

Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Prev Next

Palizzi: Grande partecipazione all'iniziativa per sostenere le ragioni del Sì

  •   Redazione
Palizzi: Grande partecipazione all'iniziativa per sostenere le ragioni del Sì

Grande partecipazione all'iniziativa organizzata a Palizzi per sostenere le ragioni del Sì al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Un appuntamento fondamentale per consentire al Paese di cambiare verso, in direzione di una riforma delle istituzioni finalmente moderne, snelle, efficaci, efficienti e più economiche. All'appuntamento di Palizzi hanno partecipato sindaci, amministratori locali e cittadini decisi a sostenere il Sì domenica prossima. Presenti, tra gli altri, i sindaci di Bova Marina, Enzo Crupi, di Condofuri, Salvatore Mafrici e il consigliere metropolitano, Antonino Castorina.

L'iniziativa si è aperta con il saluto del coordinatore del locale del circolo del Partito Democratico, Franco Caracciolo, il quale ha evidenziato il rilievo di una riforma che attende di essere confermata dai cittadini dopo essere passata a larga maggioranza in Parlamento. Successivamente, a sottolineare il contenuto positivo del ddl Boschi è stata la presidente del locale comitato per il Sì, Antonella Maria Parasporo.

A trarre le conclusioni dell'iniziava è stato il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, il quale ha messo in evidenza i profili di utilità e gli indiscutibili vantaggi che deriveranno dalla riforma per le regioni del Mezzogiorno. In particolare, ha affermato  Irto, “dopo la riforma del 2001 del Titolo V della Costituzione le regioni hanno incrementato funzioni e poteri, in un clima di confusione che ha fato crescere fortemente il contezioso dinnanzi alla Corte costituzionale. Noi, andando contro quello che potrebbe essere un nostro interesse, vogliamo regioni più snelle ed economiche: così facendo, si rafforza il ruolo dello Stato centrale riequilibrando anche il rapporto di forza tra le regioni del Nord e quelle del Sud, a beneficio di queste ultime”. Irto ha inoltre posto l'accento sulla riforma del Senato che “pone fine all'anacronistico e farraginoso meccanismo del bicameralismo paritario che causava enormi ritardi nell'approvazione delle leggi. Inoltre i senatori non rappresenteranno più un costo a carico della collettività e rappresenteranno le esigenze dei vari territori e delle autonomie locali assumendo così, Palazzo Madama, una funzione più moderna”. Infine, il presidente Irto si è soffermato sulla riduzione dei costi della politica “che sono chiari, certi e misurabili: la riduzione a cento del numero dei senatori, la cancellazione delle loro indennità, l'abolizione del Cnel e i drastici tagli agli sprechi che in passato si sono verificati nelle regioni, sono ciò che i cittadini chiedono”.


Tags

Palizzi,