Menu
Corriere Locride
Sporting Lokri: Lioba Bazan, l’atleta di Saragozza, ritorna in Calabria

Sporting Lokri: Lioba Bazan, l…

Lioba Bazan è una gioc...

Calcio, Serie D - Per iscriversi al campionato alla Palmese servono 47 mila Euro

Calcio, Serie D - Per iscriver…

di Sigfrido Parrello -...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: inviate a Mattarella 25.000 firme per la S.S.106

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Tra i 113 primi firmat...

Cinquefrondi. Giovedì 8 giugno, si terrà la seconda edizione della Marcia della Pace

Cinquefrondi. Giovedì 8 giugno…

Giovedì 8 giugno, si o...

Locri, grande successo per l’inaugurazione del Nuovo Parco Giochi

Locri, grande successo per l’i…

Numerosissimi i bambin...

Sporting Lokri. Quarta conferma, ci sarà anche Soto

Sporting Lokri. Quarta conferm…

Confermata anche la sp...

La Diocesi di Locri-Gerace indice una giornata di preghiera per la conversione dei mafiosi

La Diocesi di Locri-Gerace ind…

Accogliendo l’invito d...

Benestare. Si svolgerà in Calabria, il 3 e 4 giugno la II^ tappa del Campionato Italiano del WTI

Benestare. Si svolgerà in Cala…

La dead dogsoffroad pr...

Platì. L'AssoComuni Locride festeggia il 71° anniversario della Repubblica Italiana

Platì. L'AssoComuni Locride fe…

I sindaci dei 42 Comun...

Roccella Jonica. Grande successo per la "Festa dello Sport"

Roccella Jonica. Grande succes…

Si è concluso con un b...

Prev Next

Palizzi: Grande partecipazione all'iniziativa per sostenere le ragioni del Sì

  •   Redazione
Palizzi: Grande partecipazione all'iniziativa per sostenere le ragioni del Sì

Grande partecipazione all'iniziativa organizzata a Palizzi per sostenere le ragioni del Sì al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. Un appuntamento fondamentale per consentire al Paese di cambiare verso, in direzione di una riforma delle istituzioni finalmente moderne, snelle, efficaci, efficienti e più economiche. All'appuntamento di Palizzi hanno partecipato sindaci, amministratori locali e cittadini decisi a sostenere il Sì domenica prossima. Presenti, tra gli altri, i sindaci di Bova Marina, Enzo Crupi, di Condofuri, Salvatore Mafrici e il consigliere metropolitano, Antonino Castorina.

L'iniziativa si è aperta con il saluto del coordinatore del locale del circolo del Partito Democratico, Franco Caracciolo, il quale ha evidenziato il rilievo di una riforma che attende di essere confermata dai cittadini dopo essere passata a larga maggioranza in Parlamento. Successivamente, a sottolineare il contenuto positivo del ddl Boschi è stata la presidente del locale comitato per il Sì, Antonella Maria Parasporo.

A trarre le conclusioni dell'iniziava è stato il Presidente del Consiglio regionale della Calabria, Nicola Irto, il quale ha messo in evidenza i profili di utilità e gli indiscutibili vantaggi che deriveranno dalla riforma per le regioni del Mezzogiorno. In particolare, ha affermato  Irto, “dopo la riforma del 2001 del Titolo V della Costituzione le regioni hanno incrementato funzioni e poteri, in un clima di confusione che ha fato crescere fortemente il contezioso dinnanzi alla Corte costituzionale. Noi, andando contro quello che potrebbe essere un nostro interesse, vogliamo regioni più snelle ed economiche: così facendo, si rafforza il ruolo dello Stato centrale riequilibrando anche il rapporto di forza tra le regioni del Nord e quelle del Sud, a beneficio di queste ultime”. Irto ha inoltre posto l'accento sulla riforma del Senato che “pone fine all'anacronistico e farraginoso meccanismo del bicameralismo paritario che causava enormi ritardi nell'approvazione delle leggi. Inoltre i senatori non rappresenteranno più un costo a carico della collettività e rappresenteranno le esigenze dei vari territori e delle autonomie locali assumendo così, Palazzo Madama, una funzione più moderna”. Infine, il presidente Irto si è soffermato sulla riduzione dei costi della politica “che sono chiari, certi e misurabili: la riduzione a cento del numero dei senatori, la cancellazione delle loro indennità, l'abolizione del Cnel e i drastici tagli agli sprechi che in passato si sono verificati nelle regioni, sono ciò che i cittadini chiedono”.


Tags

Palizzi,