Menu
Corriere Locride
Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Reggio. Teatro della Girandola, Terza stagione della rassegna “Approdi”: Cartellone teatrale 2017

Reggio. Teatro della Girandola…

Il Teatro della Girand...

Taurianova. Precisazione dell'Amministrazione sull’Avviso pubblico per la selezione e la formazione di “Operatori per la corretta gestione dei rifiuti”

Taurianova. Precisazione dell'…

TAURIANOVA – Alla luce...

Prev Next

Oliverio e Delrio hanno firmato il protocollo per la ciclovia della Magna Grecia

  •   Redazione
Oliverio e Delrio hanno firmato il protocollo per la ciclovia della Magna Grecia

E' stato firmato oggi, a Roma, dai Ministeri delle Infrastrutture e dei Beni Culturali e dalla Regione il protocollo d'intesa per la progettazione e la realizzazione della ciclovia turistica della "Magna Grecia". Particolare soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Regione Mario Oliverio che, assieme al Ministro Delrio, ha sottoscritto il Protocollo: "Continua – ha detto - il processo di rinnovamento del sistema dei trasporti e della mobilità in Calabria. Dalla pianificazione, avviata con il Piano Regionale dei Trasporti (PRT), approvato nel dicembre scorso, siamo passati alla programmazione degli interventi. Ora possiamo affermare di essere in piena fase di realizzazione. La Calabria sta svolgendo un ruolo attivo e propositivo nel panorama nazionale e continuerà a svolgere un'attenta azione di monitoraggio, in coerenza con quanto previsto dal PRT". Coinvolte nel Protocollo, insieme alla Calabria, Regione capofila, anche la Regione Basilicata e Sicilia. La "Magna Grecia" sarà una delle dieci ciclovie nazionali pianificate e finanziate dal Ministero dei Trasporti, la più grande d'Europa, estendendosi dalla Basilicata alla Sicilia lungo tutta la Calabria: da Rocca Imperiale a Reggio Calabria, sul versante ionico e, da lì, sul Tirreno, andando fino a Tortora. Si realizzerà prevalentemente sulle strade di servizio, a traffico basso o nullo, che corrono, partendo da Metaponto, sviluppandosi in asse con la SS106, ove possibile, in parallelo, sino alla Città di Reggio Calabria. Risalirà poi sulla dorsale tirrenica, in asse con la SS18, ove possibile in parallelo, giungendo in Basilicata nella città di Maratea, interessando, in particolare, il tratto uno della rete Bicitalia e collegandosi a Reggio anche al tratto undici della stessa Rete "Ciclovia degli Appennini", proseguendo quindi in Sicilia. Alla sottoscrizione del Protocollo era presente anche l'Assessore delegato al Piano Regionale dei Trasporti, Francesco Russo, che ne sta coordinando l'attuazione ed il monitoraggio. Nell'azione politica della Giunta regionale vi sono anche allo studio alcuni provvedimenti specifici che consentano la definizione di un "bonus" per l'acquisto delle biciclette. L'obiettivo, dopo aver definito e migliorato l'offerta, è quello, infatti, di incrementare la domanda, consentendo a tutti i cittadini, anche a coloro che sono sprovvisti di bici, mai considerata, sino ad oggi, una vera alternativa di trasporto in Calabria, di poterla acquistare con particolari agevolazioni. L'approccio adottato segue una logica generale di inclusione, al fine di consentire a tutti i calabresi di poter usufruire di un'alternativa di trasporto, i cui benefici sulla salute, sull'inquinamento atmosferico ed acustico, sui costi ambientali e sociali, sono ormai noti. Inoltre, si sta individuando la possibilità di poter fornire, gratuitamente, ai giovani di una certa fascia di età, il casco idoneo a garantire, in termini di sicurezza stradale, l'uso della bicicletta.