Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Oliverio alla manifestazione Cisl su lavoratori Ex LSU/LPU

  •   Redazione
Oliverio alla manifestazione Cisl su lavoratori Ex LSU/LPU

"Non può essere messo in discussione un solo posto di lavoro, i passi devono essere fatti in avanti, non indietro. Questo il nostro impegno ed il nostro lavoro da tre anni a questa parte." Lo ha detto il Presidente della Regione Mario Oliverio intervenendo stamane a Lamezia Terme alla manifestazione regionale ex LSU/ LPU organizzata dalla Cisl Calabria, presente con il suo Segretario generale Paolo Tramonti, numerosi dirigenti, iscritti. All'incontro, che ha posto in discussione i temi relativi alla situazione dei lavoratori, le prospettive di stabilizzazione, ha partecipato il Dirigente generale del Dipartimento Lavoro, Fortunato Varone che è intervenuto in risposta ad alcune questioni tecniche poste dalla platea. " Su problematiche così complesse- ha messo in rilievo Oliverio- è necessario evitare la confusione, che non aiuta la soluzione, anzi la complica, danneggiando i lavoratori. Credo che ci sia bisogno di una grande alleanza tra chi vuole impegnarsi a risolvere i problemi, quali istituzioni e organizzazioni sindacali. Chi è convinto che il precariato debba essere superato non vedo perché non debba aderire. " " Tre anni fa- ha ricordato- ho assunto come prioritaria la questione del precariato. 5000 lavoratori LSU e LPU erano alla disperazione, non c'era per loro prospettiva. Da candidato alla Presidenza della Regione mi ero impegnato ed avevo avviato una interlocuzione con il governo di allora, anche attraverso i parlamentari della maggioranza, che ringrazio, riuscendo ad ottenere di iscrivere nel bilancio dello Stato 50 milioni di euro. Eletto, ho subito avviato interlocuzioni con il Ministero del Lavoro, arrivando a sottoscrivere un accordo sulla base del quale abbiamo avviato la contrattualizzazione dei lavoratori. Un grande risultato, esito di una scelta chiara, portata avanti con tenacia e di una alleanza, tra governo della regione, sindacati, amministratori locali e con il sostegno della delegazione parlamentare calabrese che sostiene il governo. Abbiamo aggiunto poi 38 milioni di euro del bilancio della Regione. Questi i fatti." " Oggi- ha indicato il Presidente della Regione- possiamo dire che al 31 dicembre matureranno i diritti alla stabilizzazione, frutto, come detto, di scelte chiare che hanno portato ad individuare e seguire una strada. Questo non era mai stato fatto prima. " " Il precariato è una vergogna e va superato- ha ancora affermato con forza Oliverio- . Il problema attuale è vedere come ciò che abbiamo acquisito diventi un punto di forza per la seconda tappa: dalla contrattualizzazione alla stabilizzazione. Abbiamo avviato a luglio una interlocuzione con il Ministero del Lavoro, attraverso un incontro con il ministro Poletti. Abbiamo un bacino di lavoratori, puntiamo alla stabilizzazione perché se viene meno questa forza lavoro vengono meno i servizi. " " Abbiamo definito un percorso con l'obiettivo primario di difendere il posto di lavoro e non lasciare nessuno a casa- ha proseguito- , puntando alla progressiva stabilizzazione in tempi certi e programmati. D'altronde, se oggi possiamo parlare di stabilizzazione è grazie a quanto abbiamo fatto in questi tre anni. " " Il governo nazionale- ha concluso Oliverio-, in questi anni ha mostrato disponibilità ed io sono fiducioso che continuerà in questa strada. Per questo è importante un sostegno forte ed unitario per realizzare questo obiettivo attraverso una alleanza che assieme alla Regione deve vedere protagoniste le forze sociali. Sono sicuro che come è stato negli anni scorsi anche oggi non mancherà l'apporto necessario."