Menu
FanduCorriere Locride
Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Sant'Ilario festeggia i 100 anni della signora Rosa. Gli auguri dell'amministrazione comunale

Sant'Ilario festeggia i 100 an…

Ha festeggiato 100 ann...

Roccella Jonica. Il Circolo PD scrive al Sindaco

Roccella Jonica. Il Circolo PD…

"Lettera aperta al sin...

Poste Italiane e Microsoft rafforzano la collaborazione per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft raf…

«Lanciato un piano con...

Nota stampa di Cisl Fp: «il lavoro silente del pubblico impiego»

Nota stampa di Cisl Fp: «il la…

«Istituita una Task fo...

Bovalino. Il Circolo di Fratelli d'Italia «si complimenta con l'amico Denis Nesci per la nomina a Commissario di Fd'I della Provincia di Reggio Calabria»

Bovalino. Il Circolo di Fratel…

«Malgrado gli ottimi r...

Prev Next

Nota Stampa dei Meetup Reggio 5 Stelle, Magna Grecia e Istmo 5 Stelle: « Con la Lega in Calabria…siamo alla frutta!»

  •   Redazione
Nota Stampa dei Meetup Reggio 5 Stelle, Magna Grecia e Istmo 5 Stelle: « Con la Lega in Calabria…siamo alla frutta!»

«In un momento particolarmente difficile e delicato come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia da virus Covid-19, momento caratterizzato non solo da una seria problematica sanitaria ma anche economica, molti si domandano come potrà avvenire la ripresa per famiglie ed aziende e, ancor più, per una regione notoriamente e tragicamente povera come la Calabria. E già la Calabria!

E’ difficile prevedere un sin d’ora un quadro ben delineato che possa darci anche solo l’idea di come sarà la fantomatica “Fase 2”. 
Aspettiamo, quindi, fiduciosi il prossimo decreto del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, forse sarà solo allora che potremo capire qualcosa in più su cosa accadrà a decorrere dal prossimo 4 maggio. Nel frattempo ci pensano le Regioni a ipotizzare, nei loro programmi, riaperture di negozi e di attività e, in tale ottica, anche la Calabria si è già mossa. Infatti, la Presidente della Regione, Jole Santelli, ha emanato nei giorni scorsi un decreto ad hoc che sancisce la riapertura estiva di lidi ed attività turistico-ricettive calabresi nonché nuove regole per il settore agricolo che interessa anche i braccianti, mentre il Vice Presidente Nino Spirlì (Lega) ha pensato (?) di avviare una campagna all’apparenza istituzionale, a sostegno delle produzioni tipiche locali. 
Certamente una lodevole iniziativa se non fosse che nelle immagini che sono cominciate a circolare sul web si vedono i prodotti tipici della nostra terra affiancati non solo dal “legittimo” simbolo della Regione Calabria ma anche dal logo della Lega di Salvini messo in maggiore evidenza in alto ai manifesti.

Ma chi è Nino Spirlì? Per anni è stato un militante di Forza Italia alla corte del re Silvio Berlusconi, nonché amico dell’attuale Presidente di Regione Jole Santelli, poi passato tra le fila della Lega salviniana ed oggi giunto sugli scranni della cittadella regionale a Catanzaro. Un leghista calabrese, dunque, nonché “intellettuale di destra”, non potevamo avere di meglio…a quanto pare! 
Eppure, forse, qualcuno dovrebbe spiegare al Vice presidente che il suo ruolo è legato alla territorialità e che egli dovrebbe rappresentare i calabresi, anche coloro che non lo hanno votato, ma soprattutto che non è etico né possibilecontinuare a ad usare ogni mezzo per esclusivi scopi propagandistici ed elettorali.

La propaganda pro-Salvini, inserita in una campagna che pubblicizza l’eccellenza e la tipicità dei prodotti calabresi, cozza fortemente con lo spirito politico che da sempre anima la Lega. Pertanto, non basta eliminare la parola “Nord”dal logo per renderlo meno razzista di ciò che in effetti è e che da sempre ha rappresentato per tutti i meridionali e per i calabresi in particolare.

Qui non si tratta di un inutile campanilismo o di farsi la guerra delle icone, si tratta di avere quel minimo di rispetto per la propria terra, per la propria regione e per i calabresi tutti. 
Se poi a ciò aggiungiamo la netta presa di posizione dello stesso Carroccio che afferma di non aver accordato in nessun modo l’uso del proprio simbolo per tale campagna pubblicitaria, potremmo benissimo affermare che adesso tocca alla Presidente Santelli prendere le distanze e intervenire per redarguire il suo Vice e fargli capire che sta li per operare per il bene dei calabresi e della Regione e non per pubblicizzare il proprio partito, peraltro al di fuori degli spazi e dei momenti consentiti dalla legge.

La Calabria è sempre stata lasciata sola, usata proprio da questi stessi partiti come bacino di voti e poi lasciata andare alla deriva , la Calabria ha sempre dovuto combattere da sola le proprie battaglie, mandare giù bocconi amari, pagando il più alto prezzo in termini di emigrazione e impoverimento del proprio tessuto sociale, la perdita di tanti giovani andati via per avere un futuro migliore. E’ la regione più povera che però ha in se le ricchezze più belle e tali ricchezze vanno preservate e valorizzate associandole al suo nome e non certo al logo di un partito che ha sempre fatto del razzismo il suo unico leitmotiv.

La Calabria si promuove con la Calabria, con la sua storia millenaria e le sue tradizioni, le campagne elettorali perenni lasciamole in tempi di elezioni perché ora…non ci rappresentano!»

Meetup Reggio 5 Stelle
Meetup Magna Grecia
Meetup istmo-Girifalco