Menu
Corriere Locride
Sporting Lokri: Sara Borello, operazione e riconferma

Sporting Lokri: Sara Borello, …

La calcettista amarant...

Locri. Con la cerimonia di premiazione si conclude sabato 27 maggio il Concorso "ZALEX Arte&Regole" VII edizione

Locri. Con la cerimonia di pre…

"Tutela delle nostre s...

CC Locri: Domani l'inaugurazione di una stanza dedicata alle vittime di violenza

CC Locri: Domani l'inaugurazio…

Domani, 24 maggio 2017...

Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Prev Next

Marina di Gioiosa Ionica. Spazi pubblici: la Giunta Comunale approva le prime linee guida

  •   Redazione
Marina di Gioiosa Ionica. Spazi pubblici: la Giunta Comunale approva le prime linee guida

La Giunta Comunale di Marina di Gioiosa Ionica, con la deliberazione n. 55/2017, ha approvato un primo atto di indirizzo per disciplinare le occupazioni di suolo pubblico in funzione di pubblici esercizi, attività artigianali e commerciali e assimilati.
"Il provvedimento dell'esecutivo comunale - ha spiegato il Sindaco, Domenico Vestito - è l'ennesima tappa di un percorso, iniziato fin dall'atto dell'insedimento dell'attuale Amministrazione Comunale, finalizzato a mettere ordine in un ambito, quello dell'uso degli spazi pubblici, nel quale abbiamo trovato estrema approssimazione, disinteresse e disordine. Con questo atto, ora, aggiungiamo un tassello, in un contesto nel quale abbiamo lavorato moltissimo. Anzitutto, andando a recuperare la cosistente evasione della TOSAP e, successivamente, mappando per la prima volta nella vita amministrativa della città, in maniera capillare, tutte le occupazioni di suolo pubblico presenti sul territorio".
"Il lavoro di ricognizione - ha proseguito il Consigliere con delega agli Spazi Pubblici, Sergio Salomone - ha portato a comprendere, finalmente, quali sono le situazioni di maggiore criticità e, soprattutto, ci ha consentito di capire che su questo settore si è proceduto negli anni senza una linea guida chiara e condivisa. L'atto di indirizzo approvato dalla Giunta, al quale seguirà, nelle prossime settimane, la redazione di linee guida più dettagliate, consentirà ora di iniziare a mettere ordine, all'insegna del decoro urbano, della fruibilità degli beni comuni, della tutela dei beni storico-culturali e paesaggistici, della circolazione pedonale e delle fasce a ridotta mobilità e della sicurezza pubblica".
Nello specifico, la delibera approvata dalla Giunta di Marina di Gioiosa Ionica stabilisce, anzitutto, il principio chiave che nessuna occupazione può ridurre o limitare la qualità del tessuto urbano e la sua qualificazione formale e sostanziale. All'interno di questa cornice, si prevede che gli oggetti che occupano gli spazi pubblici dovranno essere coordinati tra loro, nei materiali, nei colori e nello stile. Non si potranno realizzare strutture più alte dei 120 cm e le occupazioni dei marciapiedi potrà essere consentita fino ad un massimo del 40% della loro larghezza, sempre in adiacenza ai fabbricati e non potrà essere superiore al fronte del pubblico esercizio di cui sono pertinenze. Le installazioni, di qualunque natura, non devono interferire con gli scivoli dei disabili e con le reti tecnologiche.
La delibera, infine, stabilisce che l'atto di indirizzo è immediatamente operativo, che le disposizioni in esso contenute valgono sia per le nuove occupazioni e sia per quelle già in atto e che entro trenta giorni tutte le concessioni dovranno essere adeguate.