Menu
Corriere Locride
Nota stampa del Presidente del Circolo FdI: «Per Pasqua garantire un aiuto alle famiglie disagiate di Bovalino»

Nota stampa del Presidente del…

«Ad una settimana di d...

Nota unitaria di Cgil, Cisl e Uil: «La visita del vice ministro Sileri, è un atto di attenzione apprezzabile da parte del Governo»

Nota unitaria di Cgil, Cisl e …

La visita del vice min...

Raccolta fondi per la Terapia Intensiva e sub intensiva e per il rilancio dell’Ospedale "Tiberio Evoli" di Melito di Porto Salvo

Raccolta fondi per la Terapia …

In conseguenza&nb...

Poste Italiane: «aumenta la tutela sanitaria di Poste Assicura»

Poste Italiane: «aumenta la tu…

L’iniziativa è estesa ...

Emergenza Coronavirus. “Nuova Calabria - BOVALINO”: «sulla gestione dei fondi assegnati dalla Protezione civile vogliamo dare il nostro contributo»

Emergenza Coronavirus. “Nuova …

«Abbiamo più volte off...

Il Festival "Diritto e Letteratura città di Palmi" 2020 è stato rinviato all’8-9-10 ottobre

Il Festival "Diritto e Le…

Alla luce dei recenti ...

Rotary Reggio Est. Donate 150 mascherine ai comandi delle Forze dell’Ordine del territorio melitese

Rotary Reggio Est. Donate 150 …

150 mascherine ai coma...

Circolo FdI di Bovalino: «aiuti alimentari a chi ha davvero bisogno. Istituire una apposita commissione di valutazione»

Circolo FdI di Bovalino: «aiut…

Le preziose risorse st...

Riapertura dell'Ospedale di Siderno: la riflessione di Francesco Gentile

Riapertura dell'Ospedale di Si…

di Francesco Gentile -...

Assunzioni medici nelle Aziende SSR Calabria: «no concorsi ma utilizzo graduatorie attive»

Assunzioni medici nelle Aziend…

"Annotazione conosciti...

Prev Next

L’importanza dei valori europei: meeting internazionale a Reggio Calabria

  •   Redazione
L’importanza dei valori europei: meeting internazionale a Reggio Calabria

In questi giorni, si sta svolgendo a Palazzo Alvaro un importante meeting internazionale, con un consorzio di organizzazioni provenienti da: Portogallo (coordinatore), Bulgaria, Polonia, Spagna e Italia.

Il meeting che si svolge a Reggio Calabria è stato organizzato nell’ambito del progetto “GAME ON! BONDING GENERATIONS AND CULTURES”, finanziato dal programma europeo Erasmus+ per lo scambio di buone prassi nell’educazione degli adulti.

Il progetto, vede la partecipazione della Municipalità di Freguesia de Cascais e Estoril (Portogallo), della Municipalità di Trudovets (Sofia, Bulgaria), dell’Unione delle Associazioni MULTIKULTURA (Cracovia, Polonia), dell’Associazione “Avanzando” (Canarie, Spagna) e per l’Italia: l’Associazione Innovamentis in partenariato con la Città Metropolitana di Reggio Calabria.  Il meeting internazionale rappresenta anche un momento di formazione per lo staff delle organizzazioni europee partecipanti al progetto (“Joint Staff training”).

I saluti istituzionali ai partecipanti delle delegazioni europee, sono stati formulati dal Consigliere delegato alle Politiche Comunitarie e Formazione Professionale, Antonino Castorina che insieme a Francesco Macheda - Dirigente del "Settore 5 - Istruzione e Formazione professionale" ed al Responsabile dell’Ufficio politiche UE Giorgio Panuccio, hanno partecipato ai lavori.

«Questo meeting internazionale a Reggio Calabria – dichiara il Consigliere Castorina – avviene in un momento particolare per l’Unione Europea, perché oggi più che mai, è importante promuovere un senso di appartenenza e di identità europea, oltre che la conoscenza delle opportunità e degli strumenti offerti dalla UE. 

Tra i principali obiettivi della strategia "Europa 2020 per l'istruzione e la formazione", è che almeno il 15% degli adulti dovrebbe partecipare all'apprendimento permanente (c.d. Lifelong Learning). Pertanto, una delle prossime sfide europee, consisterà nel fornire opportunità di apprendimento agli adulti, per tutta la loro vita, in particolare gruppi svantaggiati, compresi gli anziani.»

Il Dott. Macheda, ha presentato le attività del settore 5 della Metro city di RC di recente istituzione e le azioni in atto nell’ambito delle politiche comunitarie a gestione diretta. Questo avverrà nell’ambito di un sistema aperto e dinamico, come è quello comunitario e per le opportunità che ne derivano, in particolare per la formazione professionale, l’istruzione scolastica e universitaria, la ricerca e la progettazione.  Ciò per il migliore soddisfacimento dei bisogni dei cittadini, il senso di appartenenza e la consapevolezza di una vera e concreta cittadinanza europea attiva.