Menu
Corriere Locride
Siderno. Lunedì 28 la parrocchia Maria ss Immacolata di Mirto-Donisi presenta la proposta progettuale “Coltiviamo talenti”

Siderno. Lunedì 28 la parrocch…

“COLTIVIAMO TALENTI” ...

L’appello alla Regione di Federalberghi Vibo Valentia: «Ci manca un assessorato al Turismo»

L’appello alla Regione di Fede…

Da ripensare il modo d...

Siderno (RC): “L’amore al tempo dei voucher”, alla Calliope Mondadori il romanzo di Loredana Mazzone e Beppe Liotta

Siderno (RC): “L’amore al temp…

Tra colloqui di lavoro...

Agriturismo: colmare subito il grave “vulnus” nella Legge Regionale che penalizza i giovani, il diritto della continuità dell’attività e gli investimenti

Agriturismo: colmare subito il…

La Regione predisponga...

Reggio. Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri: «Violenze in corsia: ora basta»

Reggio. Ordine dei Medici Chir…

Riceviamo e pubblichia...

XXVI anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio: concerto a Palermo dell’Orchestra Giovanile "Giuseppe Scerra"

XXVI anniversario delle stragi…

Il Concerto dell’Orche...

Siderno (RC): Anna Luana Tallarita alla libreria Calliope Mondadori con il suo saggio “Il potere del potere”

Siderno (RC): Anna Luana Talla…

La parola quale luogo ...

Locri, gli studenti dell'alberghiero in visita a Montecitorio

Locri, gli studenti dell'alber…

Un'esperienza indiment...

Windsurf – Il reggino Scagliola sfiora la vittoria di categoria in Germania

Windsurf – Il reggino Scagliol…

Nessun rimpianto. Fran...

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 maggio presentazione della lista e del programma di Gioiosa bene comune – sindaco Salvatore Fuda

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 mag…

GIOIOSA BENE COMUNE pr...

Prev Next

Inchiesta Calabria Verde, Regione parte civile nel processo

  •   Redazione
Inchiesta Calabria Verde, Regione parte civile nel processo

La Giunta regionale, nella seduta odierna, ha autorizzato la costituzione di parte civile nel procedimento penale della Procura della Repubblica di Catanzaro che riguarda l'inchiesta sull'ente in house “Calabria Verde” a carico di Paolo Furgiuele, Alfredo Allevato, Marco Mellace, Antonio Errigo, Gennarino Magnone e Emanuele Ciciarello, imputati a vario titolo per l'ipotesi dei reati di abuso d'ufficio, minaccia a pubblico ufficiale, peculato e falsità ideologica.

Secondo le ipotesi di accusa della Procura alcuni degli imputati si sarebbero resi protagonisti di gravi danni nei confronti della Regione Calabria come la sottrazione e l'indebita utilizzazione di ingenti risorse economiche, circa 80 milioni di euro, provenienti dai fondi europei che sarebbero dovuti servire invece per l'acquisto di mezzi antincendi boschivi, per le opere idrauliche, la messa in sicurezza dei corsi d'acqua, degli insediamenti urbani in aree di rischio e di quelle aree con rischi di frane.