Menu
FanduCorriere Locride
Poste Italiane: lockdown, in provincia di Reggio Calabria volano l’e-commerce e i pagamenti digitali

Poste Italiane: lockdown, in p…

«Le consegne e-commerc...

Bovalino - Problematica rifiuti - Richiesta congiunta dei gruppi consiliari di convocazione di un Consiglio comunale aperto

Bovalino - Problematica rifiut…

Al Presidente del Con...

Anas: bando per l’assunzione di ingegneri strutturisti

Anas: bando per l’assunzione d…

«Il bando, che rispond...

Comune di Bovalino - Emergenza Covid19 - Richiesta attivazione tavolo tecnico per attività produttive e commerciali

Comune di Bovalino - Emergenza…

Al Sindaco del Comu...

Poste Italiane: prima nella top 100 mondiale dei Brand assicurativi

Poste Italiane: prima nella to…

«Il Gruppo guidato dal...

Sant'Ilario festeggia i 100 anni della signora Rosa. Gli auguri dell'amministrazione comunale

Sant'Ilario festeggia i 100 an…

Ha festeggiato 100 ann...

Roccella Jonica. Il Circolo PD scrive al Sindaco

Roccella Jonica. Il Circolo PD…

"Lettera aperta al sin...

Poste Italiane e Microsoft rafforzano la collaborazione per accelerare la ripresa dell’Italia

Poste Italiane e Microsoft raf…

«Lanciato un piano con...

Nota stampa di Cisl Fp: «il lavoro silente del pubblico impiego»

Nota stampa di Cisl Fp: «il la…

«Istituita una Task fo...

Bovalino. Il Circolo di Fratelli d'Italia «si complimenta con l'amico Denis Nesci per la nomina a Commissario di Fd'I della Provincia di Reggio Calabria»

Bovalino. Il Circolo di Fratel…

«Malgrado gli ottimi r...

Prev Next

Dieni e Morra, M5S: "Parteciperemo al sit-in per il porto di Gioia Tauro"

  •   Redazione
Dieni e Morra, M5S: "Parteciperemo al sit-in per il porto di Gioia Tauro"

"Sosteniamo con convinzione l'iniziativa del Sul a favore del rilancio del porto di Gioia Tauro e parteciperemo al sit-in del 22 agosto, confrontandoci con loro per individuare soluzioni" con queste parole Federica Dieni e Nicola Morra, parlamentari calabresi del Movimento 5 Stelle, si schierano col sindacato e con lo sciopero dei lavoratori che chiedono un intervento per lo scalo calabrese.

"Il porto di Gioia Tauro" continuano, spiegando i motivi dell'appoggio all'agitazione "potrebbe essere un fattore di rilancio per il nostro territorio e per il sud, vero motore dell'Italia nel Mediterraneo. Esso vive invece in una fase di sospensione e di inerzia in cui tutte le sue potenzialità vanno pian piano ad esaurirsi. Ciò che non possiamo accettare è che il porto di Gioia Tauro, uno dei più importanti del Mediterraneo per le merci ed hub di rilevanza strategica nazionale, venga soffocato dalla mancanza di progettualità. E' grave soprattutto il sospetto che si voglia tentare, mettendo da parte lo scalo calabrese, di favorire altre realtà. Questo ci porta ad unirci ai lavoratori, come cittadini portavoce del Movimento 5 Stelle, per domandare con loro di voltare pagina rispetto al lassismo dei nostri governanti e pretendere una strategia di rilancio per Gioia Tauro. Per questo cercheremo con loro un dialogo aperto, secondo quello che è il nostro metodo: individuare proposte concrete da rilanciare tanto a livello locale che in Parlamento per contrastare il declino dello scalo."