Menu
In Aspromonte
CaiReggio: Domenica 16 settembre l'escursione sul sentiero "dell’Acqua Luntana"

CaiReggio: Domenica 16 settemb…

La domenica del 16 set...

La nostra storia. I fratelli Borruto e i loro rapporti con Staiti

La nostra storia. I fratelli B…

di Fortunato Stelitano...

CaiReggio. 1-2 settembre il Pellegrinaggio al Santuario di Polsi: "Cammino della Madonna"

CaiReggio. 1-2 settembre il Pe…

Da diversi anni diamo ...

Parco Nazionale dell’Aspromonte. Venerdì 24 agosto il PARKBUS 2018 farà tappa a San Giorgio Morgeto

Parco Nazionale dell’Aspromont…

«San Giorgio Morgeto: ...

Polsi: "il cammino ed il cambiamento"

Polsi: "il cammino ed il …

Un passo dopo l'altro....

Melito di Porto Salvo. Grande partecipazione alla proiezione del Film Documentario di Claudio Cordova “La terra degli alberi caduti”

Melito di Porto Salvo. Grande …

Venerdì scorso, nella ...

Gerace. Sabato 18 agosto si la Seconda Edizione de “Il Tocco”, rievocazione storica della disputa di Roberto e Ruggero D’Altavilla per le terre di Gerace

Gerace. Sabato 18 agosto si la…

La disputa di Roberto ...

Giubileo dei San Robertesi nel mondo, il programma dell’ultima settimana: il 21 agosto Mons. Morosini alla cerimonia di chiusura

Giubileo dei San Robertesi nel…

Si chiuderà il 21 agos...

San Roberto, 17 e 18 agosto evento imperdibile: scatta la seconda edizione della Festa della Birra e dell’Asado argentino

San Roberto, 17 e 18 agosto ev…

Le date sono di quelle...

Roccaforte del Greco. Parte domenica 12 agosto la Quarta edizione di “Estate Roccafortese” 2018

Roccaforte del Greco. Parte do…

A Roccaforte del Greco...

Prev Next

“Striscia” e i veleni di Calabria

  •   Bruno Salvatore Lucisano
“Striscia” e i veleni di Calabria

Ieri su “Striscia”, Antonella Italiano, ha mostrato un altro pezzo di degrado di questa Terra e di questa zona Ionica. In questo filmato, firmato da Galtieri che ha origini staitesi, si ha un’immagine chiara di come siamo messi. È una zona di Bovalino, uno dei 18 siti più inquinati della Calabria (tra quelli che si vedono e si sanno). E, in questo stesso servizio, si ode la voce del presidente della regione Calabria che si vanta di aver chiuso, lui, la discarica di Casignana.  Si è dimenticato di dirci quando ha intenzione di bonificarla. 

Viviamo in un sistema, in un contesto dove l’omertà si è fatta legge. Dove farsi i fatti propri è diventata una religione. Un modello di vita. Perciò, chi denuncia diventa un confidente, un infame.

L’infamità è di chi, muto, sopporta la distruzione della sua Terra e l’avvenire dei suoi figli. Chi denuncia queste cose, chi usa la penna (non come fa il pavone per colorarsi il culo), ma per segnare d’inchiostro le violenze perpetrate in questo territorio, è un modello che prima o poi dovete seguire, altrimenti sarete destinati all’estinzione. Perché arriverà il tempo che se non alzerete il dito per prendere la parola e protestare, sarete sotterrati da fogne e immondizia e, lascerete in eredità ai vostri figli, terre e acque dove non si può porre più riparo.

 

 


  • fb iconLog in with Facebook