Menu
In Aspromonte
CaiReggio: Domenica 16 settembre l'escursione sul sentiero "dell’Acqua Luntana"

CaiReggio: Domenica 16 settemb…

La domenica del 16 set...

La nostra storia. I fratelli Borruto e i loro rapporti con Staiti

La nostra storia. I fratelli B…

di Fortunato Stelitano...

CaiReggio. 1-2 settembre il Pellegrinaggio al Santuario di Polsi: "Cammino della Madonna"

CaiReggio. 1-2 settembre il Pe…

Da diversi anni diamo ...

Parco Nazionale dell’Aspromonte. Venerdì 24 agosto il PARKBUS 2018 farà tappa a San Giorgio Morgeto

Parco Nazionale dell’Aspromont…

«San Giorgio Morgeto: ...

Polsi: "il cammino ed il cambiamento"

Polsi: "il cammino ed il …

Un passo dopo l'altro....

Melito di Porto Salvo. Grande partecipazione alla proiezione del Film Documentario di Claudio Cordova “La terra degli alberi caduti”

Melito di Porto Salvo. Grande …

Venerdì scorso, nella ...

Gerace. Sabato 18 agosto si la Seconda Edizione de “Il Tocco”, rievocazione storica della disputa di Roberto e Ruggero D’Altavilla per le terre di Gerace

Gerace. Sabato 18 agosto si la…

La disputa di Roberto ...

Giubileo dei San Robertesi nel mondo, il programma dell’ultima settimana: il 21 agosto Mons. Morosini alla cerimonia di chiusura

Giubileo dei San Robertesi nel…

Si chiuderà il 21 agos...

San Roberto, 17 e 18 agosto evento imperdibile: scatta la seconda edizione della Festa della Birra e dell’Asado argentino

San Roberto, 17 e 18 agosto ev…

Le date sono di quelle...

Roccaforte del Greco. Parte domenica 12 agosto la Quarta edizione di “Estate Roccafortese” 2018

Roccaforte del Greco. Parte do…

A Roccaforte del Greco...

Prev Next

“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno in Movimento”: «No alla generalizzata interdizione civile e politica»

  •   Redazione
“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno  in Movimento”: «No alla generalizzata interdizione civile e politica»

«C'è la ndrangheta a Platì?

Si!

C'era la ndrangheta a Platì 40 anni fa?

Si!

Molto meno di oggi e molto più marginale.

Questo dato dimostra in maniera inequivocabile che l'intervento dello Stato è stato sbagliato e la decisione odierna di inviare la commissione d’accesso rischia di costituire la definitiva amputazione della democrazia.

Platì da qualche settimana si trova già amministrata da un commissario e la repentina attivazione dei presupposti per un nuovo scioglimento in assenza di amministrazione comunale rischia di assumere il sapore di una generalizzata interdizione civile e politica dei platiesi perché ndranghetisti, quantomeno “in odore”.

Una sorta di certificazione di preventiva inidoneità ad avere una amministrazione eletta.


Uno Stato senza e contro il popolo non può esistere e gli interventi dall'alto rappresentano oggettivamente un cuneo tra popolo e Stato.

Solidarietà a tutta la gente perbene di Platì!

E' doveroso assumere l'impegno affinché nessuna parte del nostro territorio venga considerato "zona di guerra” e soggetta alla occupazione permanente.

La democrazia non può essere calata dall’altro.

L'impegno antimafia può avere successo solo nella misura in cui diventa lotta di popolo per una società libera dalla mafia e dalle mafie.

Non possiamo lasciare soli “non un uomo, né un metro quadrato” in questa lotta per la Costituzione ed il riscatto della Calabria».

“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno  in Movimento”


  • fb iconLog in with Facebook