Menu
In Aspromonte
Sant’Alessio in Aspromonte (RC). Sabato 26 si terrà l'incontro: "La Calabria incontra il Kurdistan: storie di integrazione tra i popoli”

Sant’Alessio in Aspromonte (RC…

Si svolgerà sabato 26 ...

Escursioni. Domenica 27 maggio “Gente in Aspromonte” sarà sul Crinale di Afreni (San Luca)

Escursioni. Domenica 27 maggio…

Domenica 27 maggio Il...

Escursioni: Tra i vicoli di Scilla a Spasso nel Mito

Escursioni: Tra i vicoli di Sc…

Si è svolto domenica 1...

Ambiente. Vanzago, aquila salvata grazie al WWF

Ambiente. Vanzago, aquila salv…

Per difendere le speci...

Escursioni. Domenica 13 maggio “Gente in Aspromonte” andrà sui crinali tra Zervò e il Picco del Diavolo

Escursioni. Domenica 13 maggio…

Associazione escursion...

Venerdì 11 maggio a Canolo l’inaugurazione della prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

Venerdì 11 maggio a Canolo l’i…

Nasce la prima Fattori...

Tutto pronto per il I° Slalom automobilistico “Città di San Roberto”: una bellissima domenica di sport lungo le strade dell’Aspromonte

Tutto pronto per il I° Slalom …

Cresce l’attesa, si co...

CaiReggio. Domenica 15 aprile 2018 escursione sul Monte Pinticudi

CaiReggio. Domenica 15 aprile …

Un escursione molto im...

Reggio. Mercoledì 4 aprile alla "botteguccia di PietraKappa" si parlerà della dimensione urbana della "Reggio medievale"

Reggio. Mercoledì 4 aprile all…

Qual era la dimensione...

Prev Next

“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno in Movimento”: «No alla generalizzata interdizione civile e politica»

  •   Redazione
“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno  in Movimento”: «No alla generalizzata interdizione civile e politica»

«C'è la ndrangheta a Platì?

Si!

C'era la ndrangheta a Platì 40 anni fa?

Si!

Molto meno di oggi e molto più marginale.

Questo dato dimostra in maniera inequivocabile che l'intervento dello Stato è stato sbagliato e la decisione odierna di inviare la commissione d’accesso rischia di costituire la definitiva amputazione della democrazia.

Platì da qualche settimana si trova già amministrata da un commissario e la repentina attivazione dei presupposti per un nuovo scioglimento in assenza di amministrazione comunale rischia di assumere il sapore di una generalizzata interdizione civile e politica dei platiesi perché ndranghetisti, quantomeno “in odore”.

Una sorta di certificazione di preventiva inidoneità ad avere una amministrazione eletta.


Uno Stato senza e contro il popolo non può esistere e gli interventi dall'alto rappresentano oggettivamente un cuneo tra popolo e Stato.

Solidarietà a tutta la gente perbene di Platì!

E' doveroso assumere l'impegno affinché nessuna parte del nostro territorio venga considerato "zona di guerra” e soggetta alla occupazione permanente.

La democrazia non può essere calata dall’altro.

L'impegno antimafia può avere successo solo nella misura in cui diventa lotta di popolo per una società libera dalla mafia e dalle mafie.

Non possiamo lasciare soli “non un uomo, né un metro quadrato” in questa lotta per la Costituzione ed il riscatto della Calabria».

“Diritti Giustizia Lavoro – Mezzogiorno  in Movimento”


  • fb iconLog in with Facebook