Menu
In Aspromonte
Escursioni. Domenica 28, “Gente in Aspromonte” sarà sui Piani d’Aspromonte

Escursioni. Domenica 28, “Gent…

Domenica 28 maggio dal...

Il Premio "Traspar-Ente" al sito del Comune di Palmi per la seconda volta

Il Premio "Traspar-Ente…

di Sigfrido Parrello...

Ente Parco. Zampogna: “Da Parco risposta concreta ad esigenza dei Comuni Montani”

Ente Parco. Zampogna: “Da Parc…

Costantemente i nostri...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: incontro tra il Ministro Delrio e l’Associazione

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Chiari gli impegni ass...

L'ufficio Carabinieri per la biodiversità promuove la V^ festa Nazionale delle Riserve Naturali Statali

L'ufficio Carabinieri per la b…

L’Ufficio Carabinieri ...

Siderno. L'Osservatorio ambientale chiede informazioni sull'impianto T.M.B. di località San Leo

Siderno. L'Osservatorio ambien…

All’Assessore all’Ambi...

Aiab Calabria: il 18 maggio a Cosenza workshop di costituzione del Bio-Distretto della Sila

Aiab Calabria: il 18 maggio a …

Il 18 Maggio 2017 alle...

Escursioni. Il G. E. A. organizza, dal 2 al 7 luglio la seconda edizione di “Aspromonte da costa a costa” 2017

Escursioni. Il G. E. A. organi…

Il G.E.A. – Grupp...

Escursioni. Domenica 14 maggio "Gente in Aspromonte" sarà sulle Serre (Lacina - Croce di Panaro - Ferdinandea)

Escursioni. Domenica 14 maggio…

Domenica 14 maggio, da...

Parco Naturale delle Serre. Il Wwf organizza la Festa all'Oasi del lago Angitola

Parco Naturale delle Serre. Il…

Il Wwf di Vibo organiz...

Prev Next

Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

  •   Franco Blefari
Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

La tradizione del pane continua a Benestare, in occasione di trigesimi e anniversari di defunti. Nemmeno l'impellente bisogno di fondi per rintuzzare le casse asfittiche della Chiesa Matrice, in via di ristruttirazione, è bastato per far abolire una tradizione ormai superata dal tempo e dalle mutate condizioni della vita.

Quando la tradizione diventa dipendenza, o schiavitù, potremmo facilmente parafrasare, se ancora in questo terzo millennio, le famiglie, per onorare la... memoria dei morti, sono costrette a spendere, per ogni decesso, dalle 1500 alle 2000 euro, dovendo restare fedeli alla tradizione che ogni messa celebrata (fra trigesimo e i due primi anniversari in media) bisogna offrire in media sei/settecento pani da mezzo chilo al prezzo di un euro cadauno. Questo, perrmettetemi, non è cattolicesimo, ma paganesimo, anzi sottocultura. Che significa "cultura scadente per effetto del degrado delle forme culturali originali". A Benestare i secoli passano invano!


  • fb iconLog in with Facebook