Menu
In Aspromonte
Coldiretti: pericolo di una piattaforma per il trattamento rifiuti si aggira nel cuore del distretto agroalimentare della sibaritide

Coldiretti: pericolo di una pi…

Molinaro: chiede al Pr...

Platì. L’Associazione San Domenico ONLUS di Reggio ha avviato la distribuzione degli aiuti alimentari del fondo europeo

Platì. L’Associazione San Dome…

L’Associazione San Dom...

Coldiretti. Da domani, 19 aprile, va in porto una battaglia storica: l’obbligo di indicare in etichetta l’origine del latte

Coldiretti. Da domani, 19 apri…

Molinaro: l’importante...

La riflessione. Gli agnelli di Montecitorio “arrivano” da … Crotone

La riflessione. Gli agnelli di…

Abbiamo appena visto i...

Calabria Greca. Scì Melu e i cowboy aspromontani

Calabria Greca. Scì Melu e i c…

Le falde aspromontane&...

"Pasquetta Sociale sulla neve" di Gente in Aspromonte: escursione dai Piani Tabaccari fino a Montalto

"Pasquetta Sociale sulla …

ASSOCIAZIONE ESCURSION...

Wwf. Il cinghiale della discordia

Wwf. Il cinghiale della discor…

Ma come? Ogni anno gli...

L’Osservatorio Ambientale si rinnova, parzialmente

L’Osservatorio Ambientale si r…

Sabato 8 aprile u.s. s...

Locri. Sporting, ai Play Off largo ai giovani

Locri. Sporting, ai Play Off l…

Federica Marino squali...

Prev Next

Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

  •   Franco Blefari
Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

La tradizione del pane continua a Benestare, in occasione di trigesimi e anniversari di defunti. Nemmeno l'impellente bisogno di fondi per rintuzzare le casse asfittiche della Chiesa Matrice, in via di ristruttirazione, è bastato per far abolire una tradizione ormai superata dal tempo e dalle mutate condizioni della vita.

Quando la tradizione diventa dipendenza, o schiavitù, potremmo facilmente parafrasare, se ancora in questo terzo millennio, le famiglie, per onorare la... memoria dei morti, sono costrette a spendere, per ogni decesso, dalle 1500 alle 2000 euro, dovendo restare fedeli alla tradizione che ogni messa celebrata (fra trigesimo e i due primi anniversari in media) bisogna offrire in media sei/settecento pani da mezzo chilo al prezzo di un euro cadauno. Questo, perrmettetemi, non è cattolicesimo, ma paganesimo, anzi sottocultura. Che significa "cultura scadente per effetto del degrado delle forme culturali originali". A Benestare i secoli passano invano!