Menu
In Aspromonte
Partito Radicale. Parlamento: problema vitalizi è ennesimo fumo negli occhi ai cittadini. Problema vero è autodichia Camere

Partito Radicale. Parlamento: …

Maurizio Turco e Irene...

Petrolchimico di Siracusa: tra i 39 siti da bonificare con urgenza

Petrolchimico di Siracusa: tra…

Dopo l'Ilva di Taranto...

Ente Parco. Sabato 22 l'inaugurazione del piazzale ex Anas di Gambarie

Ente Parco. Sabato 22 l'inaugu…

Sabato 22 luglio ...

CaiReggio. Martedì 18 Conferenza del Prof. John Robb “I segni dell'uomo in aspromonte: prime indagini archeologiche in Aspromonte”

CaiReggio. Martedì 18 Conferen…

“In che epoca l’uomo h...

Escursioni. Domenica 16 luglio “Gente in Aspromonte” andrà alle Gole la Verde

Escursioni. Domenica 16 luglio…

Domenica 16 luglio DA...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Sua Eccellenza monsignor Bertolone socio onorario dell’associazione

“Basta Vittime Sulla Strada St…

L’associazione conferi...

Siccità e incendi: le richieste di Coldiretti alla Regione

Siccità e incendi: le richiest…

Molinaro: i Consorzi d...

Escursioni. Sabato 15 e domenica 16 luglio il CaiReggio sarà alle "Gole dell'Aposcipo" (P.N.Aspromonte)

Escursioni. Sabato 15 e domeni…

L’escursione prevede l...

Palmi. "Addio Salvatore Barone, tifoso della Palmese"

Palmi. "Addio Salvatore B…

di Sigfrido Parrello -...

La riflessione. "Trump e le minacce di accendere la miccia della bomba nucleare"

La riflessione. "Trump e …

di Virginia Iacopino -...

Prev Next

Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

  •   Franco Blefari
Benestare. Quando il rito del pane diventa una schiavitù

La tradizione del pane continua a Benestare, in occasione di trigesimi e anniversari di defunti. Nemmeno l'impellente bisogno di fondi per rintuzzare le casse asfittiche della Chiesa Matrice, in via di ristruttirazione, è bastato per far abolire una tradizione ormai superata dal tempo e dalle mutate condizioni della vita.

Quando la tradizione diventa dipendenza, o schiavitù, potremmo facilmente parafrasare, se ancora in questo terzo millennio, le famiglie, per onorare la... memoria dei morti, sono costrette a spendere, per ogni decesso, dalle 1500 alle 2000 euro, dovendo restare fedeli alla tradizione che ogni messa celebrata (fra trigesimo e i due primi anniversari in media) bisogna offrire in media sei/settecento pani da mezzo chilo al prezzo di un euro cadauno. Questo, perrmettetemi, non è cattolicesimo, ma paganesimo, anzi sottocultura. Che significa "cultura scadente per effetto del degrado delle forme culturali originali". A Benestare i secoli passano invano!


  • fb iconLog in with Facebook