Menu
In Aspromonte
Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Domenica 23, l’escursione di G…

Gente in Aspromonte in...

Estate d’Aspromonte. Ricco e sostenibile il programma del Parco, tra natura, cultura e attività ludiche

Estate d’Aspromonte. Ricco e s…

Dal Parkbus, che dal M...

CaiReggio. Anticipata a domenica 26 maggio l'escursione da Monte Papagallo alla foce della fiumara Amendolea

CaiReggio. Anticipata a domeni…

Essendo stata posticip...

Il Prefetto Michele Di Bari in visita a Polsi

Il Prefetto Michele Di Bari in…

Nel suo giro di incont...

Prev Next
Antonella Italiano

Antonella Italiano

:

Bovalino. "Acquisto dello scuolabus attrezzato per il trasporto degli alunni con disabilità": nota stampa del Capogruppo di “Nuova Calabria”

Al Sindaco del Comune di Bovalino

All’Assessore alle alle Politiche Sociali del Comune di Bovalino

Al Responsabile U.O. Amministrativa del Comune di Bovalino

e p.c.    Al Segretario Generale Del Comune Di Bovalino

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Oggetto: Richiesta di rettifica in autotutela della Deliberazione GM n. 162 del 13/08/2019 e della conseguente Determinazione n. 128 del 02/09/2019 Reg. Gen. n. 400 del 02/09/2019. Sollecito predisposizione degli atti necessari all’acquisto dello scuolabus attrezzato per il trasporto degli alunni con disabilità, finanziato dalla CM di Reggio Calabria nell’ambito del Piano per il Diritto allo Studio 2018/2019 - Delibera del Sindaco Metropolitano del 15/03/2019 n. 27/2019.

Le sottoscritte Maria Alessandra Polimeno e Gloria Versace, nella qualità di Consiglieri comunali del Gruppo consiliare Nuova Calabria, facendo seguito alla Circolare della CM di Reggio Calabria - Settore 5 Istruzione e Formazione Professionale - Ufficio Servizio Ispettivo e Diritto allo Studio - Prot. 78858 del 06/09/2019, il cui contenuto si intende integralmente richiamato, chiedono che vengano rettificate in autotutela:

  • la Deliberazione GM n. 162 del 13/08/2019
  • la conseguente Determinazione UO Amministrativa n. 128 del 02/09/2019 Reg. Gen. n. 400 del 02/09/2019

nella parte in cui subordinano la copertura finanziaria necessaria a garantire la proroga per l’intero anno scolastico del servizio di assistenza specialistica degli alunni con disabilità di cui all’art. 13, comma 3, della legge n.104/92 alla concessione del contributo della CM di Reggio Calabria nell’ambito del Piano per il Diritto allo Studio 2019/2020.

E’ appena il caso di rammentare che, come specificato nella suddetta circolare e ai sensi di quanto previsto dall’art. 3 comma 13 della Legge 104/1992 tale servizio, di esclusiva competenza del Comune, deve essere garantito per l’intero anno scolastico e non può essere in alcun modo subordinato alla concessione di contributi, che risultano comunque essere aggiuntivi rispetto all’obbligo di istituzione del servizio stesso. Ciò anche al fine di non esporre l’Ente a possibili contenziosi, non auspicabili considerata l’importanza e la delicatezza del tema trattato, anche in considerazione delle numerose sentenze che hanno visto soccombere gli Enti inadempienti.

Si coglie inoltre l’occasione per sollecitare la predisposizione di tutti gli atti necessari all’acquisto dello scuolabus attrezzato per il trasporto degli alunni con disabilità, finanziato dalla CM di Reggio Calabria nell’ambito del Piano per il Diritto allo studio 2018/2019 di cui alla Delibera del Sindaco Metropolitano del 15/03/2019 n. 27/2019 Reg. Gen., pubblicata con valore di notifica ai sensi di legge nell’albo online della CM di Reggio Calabria. Ciò al fine di scongiurare la perdita di questo importante contributo.

                  Certe dell’attenzione e di un pronto riscontro porgono cordiali saluti.

Bovalino, 14 Settembre 2019

F.to Il Capogruppo di “Nuova Calabria”

  Dott.ssa Maria Alessandra Polimeno

L’appello del Sindaco di Africo: il pregiudizio non può fermare la democrazia

Francesco Bruzzaniti, giovanissimo sindaco di Africo, è stato eletto il 13 novembre 2016. Ha avuto meno di tre anni per provare a cambiare un paese che, dal 1951, ha il cuore che batte nel suo borgo montano, distante dai ritmi e dalla vita delle marine attorno, ferito e additato in troppe occasioni.
La cittadina, all’epoca della sua elezione, veniva fuori da un commissariamento durato circa due anni, subentrato a sua volta all’ennesimo scioglimento.
“Per Africo” si è mostrata subito una lista coraggiosa, perché il coraggio – come sempre in questi casi - è nel raccogliere la sfida della candidatura e nel misurarsi con i percorsi virtuosi e austeri tracciati dai funzionari della Prefettura. Un duro banco di prova per un gruppo di giovani volenteroso ma nuovo ai percorsi amministrativi, e - proprio per questo - garanzia della svolta richiesta a gran voce dalle istituzioni: in forma e sostanza.
Sarà stato un passaggio obbligato l’arrivo - lo scorso 21 gennaio - di una commissione d’accesso inviata dal Prefetto per prendere visione di tutti gli atti amministrativi prodotti dal Comune di Africo dal 2016 (un lavoro che si è concluso circa un mese fa), ma è stato pur sempre un atto di sfiducia pubblica, che ha scavato ferite - tra l’altro già aperte - e che ha lasciato il segno.
Per questo motivo il Primo cittadino, oggi in attesa della decisione ministeriale riguardo al proseguimento o meno del suo mandato, ha invocato l’aiuto delle Istituzioni, scrivendo al presidente della Repubblica, al presidente del Consiglio, al ministro dell’Interno e al prefetto di Reggio Calabria.
Il timore dell’Amministrazione è che il lavoro avviato e tracciato con fatica in questi tre anni possa andare perduto, perché il cambiamento ad Africo lo porteranno i giovani ma se saranno felici e se potranno ancora credere nella Giustizia. «Chiediamo che si tenga alta l’attenzione sui ragazzi di Africo, che venga data loro occasione di riscatto come in altre comunità, che abbiano strumenti adeguati per costruirsi un futuro diverso da quello dei loro padri, e che questo sia sereno e ambizioso. Chiediamo che vengano seguiti – così come vorremmo continuare a fare - a livello scolastico, sportivo e sociale».
Africo, per essere giudicato, dovrebbe prima essere compreso. «Abbiamo chiesto alla Commissione d’accesso, che proprio in questi giorni ha consegnato la sua relazione al Prefetto, di valutare la nostra situazione tenendo conto delle condizioni economiche e sociali da cui parte il paese». E nell’ultimo, amaro appello i membri del Consiglio comunale chiedono «di essere giudicati personalmente per quanto fatto e non condannati a priori per sospetti o parentele. Africo è un piccolo paese con un alto tasso di pregiudicati, ma questo non può fermare la democrazia».
 
Antonella Italiano
Ufficio stampa Comune di Africo
Addetto alle pubbliche relazioni tra Enti per il progetto di recupero del borgo antico

Enzo Siviero, “l’uomo dei ponti”, sarà cittadino onorario del Comune di Africo

Si terrà ad Africo antico presso il Rifugio Carrà l’attesa manifestazione “Gente in Aspromonte”, giunta alla sua seconda edizione. Sarà una due giorni particolarmente intensa, che inizierà la mattina del 29 agosto nel cuore dell’Aspromonte e si concluderà venerdì 30 agosto nel suggestivo borgo di Bova.

«C’è una Calabria che merita di essere raccontata – riporta la nota diffusa dalla Regione Calabria, che organizza l’evento - c’è una Calabria laboriosa, operosa e infaticabile che esige una narrazione approfondita e onesta, che con fatti tangibili e buone pratiche amministrative e della società civile può consentire concretamente il cambiamento di paradigma e quindi un nuovo racconto credibile».

Molti gli intellettuali che parteciperanno all’incontro, aperto a chiunque volesse intervenire, e molte le attività in programma.

Ed è una vittoria per il Comune di Africo che già da mercoledì 28 agosto aprirà il calendario degli eventi con il conferimento della cittadinanza onoraria al rettore dell’università E-Campus, Enzo Sivierio.

Professore, architetto e ingegnere, Siviero è conosciuto nell’ambito tecnico come l’uomo dei ponti, perché esperto internazionale in recupero e progettazione degli stessi, mentre balza agli onori della cronaca nazionale per le teorie coraggiose e per le battaglie contro l’abbattimento del ponte Morandi di Genova: il primo ad ergersi in difesa del progettista che fu orgoglio italiano e dell’ingegneria.

Il rettore, già ospite di Africo durante il meeting del 12 giugno scorso, ha sposato la causa aspromontana, rendedosi subito disponibile alla costruzioni di ponti umani per oltrepassare le barriere culturali, oltrechè di ponti strutturali per rompere la secolare inaccessibilità dell’Aspromonte. Un connubio che farà bene a tutto il territorio.

La cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria si terrà mercoledì alle 17.00 presso il Municipio di Africo nuovo, e proseguirà presso la sede E-Campus (verso le 18.00 circa) con la lectio magistralis del rettore e l’apertura del nuovo anno accademico.

Il professore Siviero aprirà, il giorno successivo (giovedì 29 agosto), anche i lavori ad Africo antico.

Antonella Italiano

Ufficio stampa del Comune di Africo e addetta ai rapporti tra gli Enti per il progetto di recupero del borgo antico

I fiori di Africo

  • Published in Africo

È un giorno di festa per Africo. Oggi, nei beni che furono confiscati alla ndrangheta, si piantano con cura alberelli e fiori, con la certezza di far attecchire e crescere rigogliosa… la Bellezza.

La legalità non necessita di essere spiegata in comizi, convegni e commemorazioni (sempre troppo artificiosi, sempre tutti troppo uguali); la legalità si respira nell’aria normale della primavera: essa è gioia, spensieratezza, leggerezza. Per un compito così importante serve individuare dei giardinieri speciali, un po’ chiassosi e indisciplinati forse, ma davvero speciali: sono i bambini della scuola primaria dell’Istituto comprensivo Africo-Brancaleone. Una squadra (anzi cento) di diavoletti colorati, a cui il berretto mal nasconde gli occhietti furbi di chi la sa lunga.

Si sentono esultare ancora prima di arrivare all’orto botanico, nella traversa all’inizio del paese. Mettono le mani dappertutto, scavano nella terra, corrono alla fontana, perdono il cappello, chiedono una foto. Ma hanno un progetto ben preciso: ulivi e ginestre nel “giardino della memoria”, piante fiorite di ogni colore nel “giardino delle meraviglie”, piante aromatiche nel “giardino dei semplici”, alberelli di ciliegio e melograno nel “giardino dei frutti antichi”.

E lo realizzano alla perfezione, sotto lo sguardo soddisfatto delle maestre e sotto quello stupito dei lavoratori socialmente utili chiamati a dar loro una mano. In fatto di estro e di praticità i bambini – si sa - non hanno rivali. E che resistenza, nonostante il sole di maggio!

Di questo 24 maggio consacrato alla cronaca nera che, per i più grandi, resta ancora un ricordo doloroso.

Per i più piccoli, invece, sarà solo il ricordo di un giorno di festa: dotati di un cuore libero e curioso, hanno già imparato ad associare i nomi di Falcone e Borsellino alla vita e alla cura di essa. Quell’uomo baffuto e bonario che parla all’orecchio del suo “compagno” è già un loro amico.

Per entrambi, affinchè lo vedano dal Cielo, si dovrà fare un buon lavoro.

Ma il tempo di passare dall’orto botanico al verde attrezzato, che te li ritrovi aggrappati sugli scivoli, a fare la fila all’altalena, e ancora nella terra a scavare con forza per far posto ad altri fiori. Quando i grandi iniziano a dare segni di stanchezza, loro ancora non cedono. Ma la foto di gruppo è d’obbligo, e il duro compito di radunarli spetta proprio alle maestre (mestiere che richiede davvero una gran determinazione!).

Nella foto non può mancare il sindaco, Francesco Bruzzaniti, il consigliere delegato alla Cultura, Nunzio Zavettieri, e – soprattutto - il presidente della Commissione per le politiche sociali, il consigliere Domenico Violi, promotore dell’iniziativa. Presente anche l’infaticabile Arma dei Carabinieri.

Qual è il messaggio, sindaco?! Chiedo un po’ banalmente. E apre le braccia il giovanissimo Primo cittadino, come a voler circondare tutti quei nanetti: il messaggio sono i bambini, i veri fiori del suo giardino.

  • fb iconLog in with Facebook