Menu
In Aspromonte
Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Domenica 23, l’escursione di Gente in Aspromonte sulla cima dell’Aspromonte

Domenica 23, l’escursione di G…

Gente in Aspromonte in...

Prev Next

Habemus sindacum

  •   Bruno Salvatore Lucisano
Habemus sindacum

di Bruno Salvatore Lucisano - Giorni addietro, è stata intitolata una via, a San Luca, al mariologo di fama internazionale, padre Stefano De Fiores. Padre De Fiores, era un esperto conoscitore della teologia e del culto della Vergine. Era anche un esperto delle apparizioni, ed è forse per questo motivo che a San Luca è apparso il Prefetto. Sua eccellenza, rivolgendosi ai sanluchesi, li ha invitati al più presto a eleggere un sindaco per colmare il vuoto che c’è da anni, come se il vuoto fosse stato provocato dai cittadini di San Luca che, ogni volta che ne eleggevano uno, gli veniva tolto per mafia… dal Prefetto!

A San Luca vuole colmare il vuoto e in altri comuni lo amplia. Mistero della fede!

Comunque diamo merito al Prefetto e al commissario di quel comune di aver fatto cosa buona, intitolando una via del paese a una persona riconosciuta, per i suoi meriti e i suoi studi (infiniti), a livello mondiale.

Speriamo che questo vuoto (la mancanza di un sindaco), si possa colmare anche a Brancaleone che ha, oramai, colmi i…tombini di acqua corrente che sgorga, senza soluzione di continuità, da tubi rotti che non trovano riparo!

Senza parlare di fogne, di palme, di strade, di illuminazione ecc. ecc. Senza sapere perché chi non usufruisce della differenziata, deve pagare quanto chi ne usufruisce e, senza sapere perché, bisogna pagare l’acqua a forfait (visto che ci sono i contatori).

Nell’attesa che anche a Brancaleone sia intitolata una via “Dei Miracoli” (per sistemare le cose), e un’altra via “Della Resistenza” (perché ci vogliono palle d’acciaio), attendiamo con fede un nuovo sindaco che prenda in mano, con forza, la situazione, e poi prenda, deciso, la via…delle patrie galere.

Così sia.


  • fb iconLog in with Facebook