Menu
Corriere Locride
Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Lettera aperta di Nuccio Azzarà al commissario dell'azienda ospedaliera del G.o.m. avv. Vittorio Prejanò

Lettera aperta di Nuccio Azzar…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Prev Next

Locride: è stato pubblicato sul sito del Comune di Locri l'Avviso inerente il PAC Anziani

AMBITO TERRITORIALE DI LOCRI

Comuni: AFRICO - ANTONIMINA – ARDORE – BENESTARE – BIANCO – BOVALINO – BRANCALEONE – BRUZZANO ZEFFIRIO – CARAFFA DEL BIANCO – CARERI – CASIGNANA – CIMINA’ – FERRUZZANO – GERACE – LOCRI – PALIZZI – PLATI’ – PORTIGLIOLA – SAMO – SANT’AGATA DEL BIANCO – SANT’ILARIO DELLO JONIO – SAN LUCA – STAITI

P.A.C. ANZIANI - PIANO DI AZIONE E COESIONE AVVISO PUBBLICO PER L’EROGAZIONE DI SERVIZI DI CURA DOMICILIARE AGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI ULTRASESSANTACINQUENNI.

Si porta a conoscenza che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze per la fruizione dei servizi previsti dal Piano di Azione e Coesione (PAC) per i Servizi di Cura agli Anziani non autosufficienti ultrasessantacinquenni, bisognevoli di assistenza, residenti o in uno dei Comuni facente parte dell’Ambito Territoriale di Locri, Comune Capofila Locri, i quali potranno accedere al sistema di cure domiciliari così articolato:

 Assistenza ADI/CDI (cure domiciliari integrate): un modello assistenziale volto ad assicurare l’erogazione coordinata e continuativa di servizi specializzati con Operatori Socio Sanitari (OSS) a domicilio.

 Assistenza SAD / ADA (servizio assistenza domiciliare): prestazioni di natura socio-assistenziale a domicilio.

ART. 1 - DESTINATARI E REQUISITI DI ACCESSO I destinatari dell’intervento sono i cittadini ultrasessantacinquenni che sono in possesso dei seguenti requisiti:

Requisiti di accesso ADI:

 cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea, titolare di permesso di soggiorno per cittadini extra UE;

 residenza in uno nei Comuni dell’Ambito Territoriale di Locri;

 stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92;

 stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza;  non usufruire dei servizi previsti da altri fondi sanitari o sociali analoghi.

Requisiti di accesso SAD:

 cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione Europea, titolare di permesso di soggiorno per cittadini extra UE;

 residenza nei Comuni afferenti all’Ambito Territoriale di Locri ;

 stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza ai sensi dell’art. 3 comma 3 della legge n. 104/92;  stato di malattia o di invalidità che comporti temporanea o permanente perdita dell'autosufficienza;

 non aver presentato domanda o godere dei servizi previsti da altri fondi sanitari o sociali analoghi.

ART. 2 – MODALITA’ DI EROGAZIONE DEL SERVIZIO

L'avvio del servizio di assistenza avrà decorrenza presumibilmente dal 01 aprile 2019 fino al 30 dicembre 2019, salvo eventuale proroga da parte del Ministero dell’Interno. Il Servizio di Assistenza sarà espletato nella misura corrispondente al fabbisogno rilevato nei singoli piani di assistenza individualizzati (PAI) predisposti per la SAD e ADI dal P.U.A. presso il Comune di Locri e in collaborazione con l’UVM (Unità di Valutazione Multidimensionale) del Distretto Sanitario -ASP N° 5 di Reggio Calabria. Il servizio si avvarrà di personale di tipo assistenziale, quale operatori con qualifica OSS e/o OSA, Le prestazioni domiciliari socio-assistenziali saranno erogate gratuitamente, non è prevista alcuna quota di compartecipazione da parte degli utenti e si darà priorità a chi versa in condizioni di gravità;

ART. 4 - AMMISSIONE ALLE PRESTAZIONI DI ASSISTENZA. CRITERI PER LA FORMULAZIONE DELLA GRADUATORIA

L’individuazione dei beneficiari spetterà al P.U.A. presso il Comune di Locri e in collaborazione con l’UVM dell’ASP N° 5 del Distretto Socio-Sanitario di Reggio Calabria. La selezione delle richieste degli aventi diritto sarà effettuata sulla base dei seguenti requisiti e criteri: Accertamento requisiti “Reddito” – “Stato di solitudine” - “Età” e condizione “non Autosufficienza”

1° criterio: Reddito del nucleo familiare I.S.E.:

- da € 13.001,00 in su Punti 0

-da € 11.001,00 a € 13.000,00 Punti 1

- da € 9.001,00 a € 11.000,00 Punti 2

- da € 7.001,00 a € 9.000,00 Punti 3

- da 0 a € 7.000,00 Punti 4

2° criterio Stato di solitudine

-anziano che convive con familiari in grado di aiutarli Punti 0

- anziano con figli residenti nel Comune Punti 2

- anziano con figli non residenti nel Comune Punti 4

- anziano che vive da solo, privo di supporto familiare Punti 6

- anziano che convive con familiari portatori di handicap senza ulteriore ed idoneo supporto familiare convivente Punti 8

3° criterio: Età

- anziano da 65 ai 70 anni Punti 1

- anziano da 71 anni a 76 anni Punti 2

- anziano da 77 anni a 80 anni Punti 3

- anziano da 81 anni a 86 anni Punti 4

- anziano oltre 86 anni Punti 5

4° criterio: Valutazione complessiva sulle condizioni socio-ambientali e familiari dell’anziano con riferimento anche ai bisogni sanitari (a cura dell’assistente sociale del P.U.A. con espressa indicazione dei motivi che aggravano la condizione).

- condizione lieve Punti 1

- condizione medio -grave Punti 2

- condizione gravissima Punti 3

ART. 5 - CESSAZIONE DEL SERVIZIO

Il Servizio di cui al presente Avviso può cessare in caso di:

 rinuncia scritta dell'utente ovvero del familiare di riferimento;

 trasferimento della residenza o domicilio da parte del beneficiario in Comuni fuori dall’Ambito Territoriale;

 decesso dell’assistito;

 accoglienza in strutture residenziali per un periodo superiore ai 30 gg consecutivi;

 termine del PAI;

 venir meno dei requisiti di ammissione al servizio;

 sospensione, per qualsiasi causa, del servizio stesso;

 sospensione del servizio da parte dell’utente per un periodo superiore a 30 gg consecutivi;

 richiesta da parte dell’utente.

ART. 6 – MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DOMANDE PER AMMISSIONE AI SERVIZI

La domanda per la richiesta ad uno dei due servizi di assistenza domiciliare ADI o SAD, dovrà essere redatta dall’interessato o da un suo familiare o tutore o amministratore di sostegno, obbligatoriamente, sull’apposito modello allegato a questo avviso (All. “A”) e disponibile sul sito del Comune di Locri e degli altri comuni dell’Ambito Territoriale. La domanda dovrà pervenire in busta chiusa entro le ore 14:00 del giorno 03 marzo 2019, presso il Protocollo generale del Comune di Locri, indirizzato all’Ambito Territoriale di Locri, Via Matteotti n°152, 89044 - Locri (RC), secondo le seguenti modalità:

- Brevi manu -

Raccomandata con ricevuta di ritorno tramite Poste Italiane o poste private (farà fede il timbro postale).

In alternativa, anche via PEC all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Farà fede il numero di protocollo di acquisizione della domanda.

La busta dell’istanza o l’oggetto della PEC dovrà contenere, pena esclusione, la seguente dicitura:

“Assistenza domiciliare agli anziani non autosufficienti ultrasessantacinquenni – Fondi PAC anziani” specificare ADI o SAD.

All'istanza dovrà essere allegata la seguente documentazione:

1. Dichiarazione Sostitutiva Unica, completa di attestazione ISEE del nucleo familiare in corso di validità;

2. Copia sottoscritta di un documento di identità in corso di validità e Tessera Sanitaria di chi propone l'istanza;

3. Copia sottoscritta di un documento di identità in corso di validità e Tessera Sanitaria del soggetto per il quale si richiede l’assistenza;

4. Copia di verbali attestante l’invalidità civile e/o la disabilità;

5. Eventuale altra documentazione idonea ad attestare il possesso di ulteriori requisiti.

Si precisa che l’istanza può essere presentata per l’erogazione di un solo servizio : ADI o SAD. I due servizi non sono cumulabili. Nel caso di richiesta di prestazioni di cure sanitarie integrate il possesso dei requisiti di carattere sanitario sarà verificato e attestato dall’U.V.M. (Unità di Valutazione Multidimensionale) del Distretto Sanitario dell’ASP n. 5.

ART. 7 - ISTRUTTORIA, VALUTAZIONE DELLE DOMANDE E FORMULAZIONE GRADUATORIA

L’ufficio P.U.A. sito nel Comune di Locri e dove necessario con il supporto dell’UVM dell’ASP N°5 provvederà all’istruttoria definitiva della domanda sulla base della sussistenza di tutte le condizioni previste, predisponendo apposita graduatoria sulla base dei criteri di cui al presente avviso.

La graduatoria contenente solo le iniziali dei nomi dei beneficiari, verrà pubblicata all’Albo Pretorio e sul sito istituzionale del Comune Capofila www.comune.locri.rc.it e dei Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale di Locri con valore di notifica a tutti gli interessati. In caso di esclusione, sarà possibile presentare istanza di riesame della propria domanda entro e non oltre il settimo giorno dalla pubblicazione della graduatoria. Ove il numero degli ammessi in graduatoria ecceda le disponibilità, verrà formulata una lista di attesa, aggiornata e integrata in funzione delle variazioni intervenute nella condizione delle persone già beneficiarie del servizio.

Gli utenti dovranno comunicare per iscritto al Comune di Locri - Capofila dell’Ambito Territoriale ogni variazione riguardante situazioni personali e/o familiari, nonché eventuali rinunce al servizio o sospensioni temporanee.

La graduatoria è soggetta a scorrimento nel caso di rinuncia o morte degli utenti, cambio di residenza o ricovero definitivo in istituto, oppure potrà essere integrata su proposta del P.U.A., in presenza di situazioni che, per la loro gravità, necessitano di una risposta immediata. Saranno accolte istanze di accesso al Servizio anche oltre il termine di scadenza, nell’ipotesi dell’insorgenza di gravi patologie o stati di handicap. Le istanze, per le quali sussistono i requisiti, saranno inserite nella graduatoria e gli interessati potranno avere accesso ai servizi in caso di scorrimento della medesima.

ART. 8 - MOTIVI DI ESCLUSIONE

Saranno escluse le istanze:

 che non siano state redatte utilizzando l’apposito modello predisposto;

 presentate da soggetto non ammissibile;

 non debitamente sottoscritte dal soggetto richiedente;

 non complete della documentazione richiesta di cui all’articolo 6 del presente avviso. I beneficiari utilmente collocati in graduatoria saranno sottoposti ad accertamenti e controlli, come previsto dalla normativa nazionale vigente, relativi a quanto dichiarato in sede di autocertificazione, disponendo, nei casi accertati di falsa dichiarazione, la denuncia all’Autorità Giudiziaria.

ART. 9- INFORMATIVA SULLA PRIVACY

Ai sensi del Regolamento EU nr. 679/2016 e il D.L. n. 196/2003, si informano i partecipanti alla selezione che i dati personali forniti saranno raccolti e trattati, in modalità cartacea ed informatica, dal Comune di Locri – Capofila e dagli altri Comuni facenti parte dell’Ambito Territoriale di Locri, nei modi e limiti necessari per le finalità di gestione del procedimento.

Locri, li 12/02/2019

Il Responsabile dell’Ambito Territoriale

f.to Dott. Sergio Marasco

Leggi tutto

Questione Ospedale: concluso l’incontro con il nuovo commissario Cotticelli voluto dal Prefetto Di Bari

Si è concluso da poco l’incontro tenutosi presso la Sala del Consiglio di Locri con unico argomento la questione Ospedale di Locri. Allo stesso hanno preso parte oltre al Sindaco di Locri, dott. Giovanni Calabrese, anche il Prefetto di Reggio Calabria, Dott. Michele Di Bari, il Vescovo di Locri – Gerace, Mons. Francesco Oliva, il Direttore Sanitario dell’Asp di Reggio Calabria, il consigliere regionale delegato alla Sanità, dott. Franco Pacenza, nonché il neocommissario per il Piano di rientro della Sanità calabrese, il Gen. Saverio Cotticelli.

Queste le prime dichiarazioni del Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, che, insieme alla sua amministrazione, e con il sostegno dei sindaci della Locride, stanno continuando la battaglia a difesa dell’Ospedale di Locri, unico presidio ospedaliero pubblico presente su un territorio vasto e variegato come quello locrideo: «Dopo cinque anni di tante battaglie e, soprattutto, tanta delusione, rabbia e amarezza, oggi registriamo una possibile inversione di tendenza, almeno inizialmente metodologica.

Guardiamo con attenzione, fiducia e speranza al nuovo corso finalizzato all'attuazione di tutte le misure urgenti e necessarie che possano tirare l'Ospedale fuori dal baratro in cui oggi si trova.»

Quindi soddisfazione da parte del Sindaco di Locri per l'importante vertice di oggi pomeriggio, dichiarando apprezzamento per l'iniziativa voluta dal Prefetto e per la grande sensibilità dimostrata anche dal Commissario Cotticelli nel cogliere il grido d'allarme e preoccupazione lanciato dai Sindaci di un territorio difficile e abbandonato.

«Dopo l'evidente fallimento della precedenti gestioni commissariale e della politica nazionale e regionale, sia di sinistra che di destra, - continua Calabrese - ci si aspetta ora una risposta concreta dal nuovo governo e dal nuovo Commissario.

I problemi, per come ammessi anche dal Dott. Belcastro, Dirigente del Dipartimento Salute della Regione Calabria, e in lontano passato Responsabile dell’Asl di Locri, sono aumentati a dismisura negli ultimi anni e certamente non risolvibili in poco tempo.

            Per iniziare a risolvere tali problemi serve innanzitutto la volontà; volontà che è evidente non esserci stata negli ultimi anni. Oggi registriamo una ferma determinazione di invertire la rotta con l’obiettivo di restituire giusta dignità al presidio ospedaliero. 

Grande apprezzamento per il taglio pratico - operativo inaugurato dal Commissario Cotticelli, così come di fondamentale importanza, è inoltre la decisione di costituire un’unità strategica per l’Ospedale di Locri per affrontare tutte le emergenze con la partecipazione attiva di un rappresentante dei sindaci della Locride.»

Sarà la volta buona? Lo sapremo a partire da domani, con il nuovo corso avviato dal Generale Cotticelli che ha anche comunicato di aver revocato questa mattina l’incarico all’Ing. Scura al vertice dell’Asp di Reggio Calabria, proprio per l’esigenza di chiudere con il passato ed avviare una nuova fase per la sanità calabrese e quindi anche per l’Ospedale di Locri.

Leggi tutto

Sanità: il Prefetto di Reggio Calabria promuove a Locri un incontro tra il nuovo Commissario alla Sanità calabrese, Generale Saverio Cotticelli e i sindaci dei comuni della Locride

Il sindaco della Città di Locri Giovanni Calabrese: « Non si ferma la battaglia finalizzata a restituire la giusta dignità alla Locride. È sacrosanto e legittimo pretendere un OSPEDALE FUNZIONANTE!»

Giovedì pomeriggio, alle 15,30, su iniziativa del Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, al Comune di Locri, ci sarà un incontro coordinato dal Prefetto, tra i Sindaci dei Comuni della Locride e il nuovo Commissario alla Sanità calabrese, Generale Saverio Cotticelli.

L'incontro, con il vertice della sanità calabrese, giunge a distanza di una settimana dall'imbarazzante caso di presunta malasanità che ha visto lo scorso sabato molti reparti isolati per ore a causa del blocco di tutti gli ascensori.

Tra le probabili conseguenze di detti blocco dei montacarichi, la morte di un paziente trasportato in rianimazione con numerose ore di ritardo. Lo stesso Commissario aveva manifestato attenzione e preoccupazione per quanti accaduto e inviato, l'indomani, i Nas per le opportune e necessarie verifiche. Ad oggi è ancora in corso l'ispezione degli uomini del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità dell' Arma dei Carabinieri, che sembrerebbero aver riscontrato ed evidenziato serie e preoccupanti anomalie.
Al Commissario Cotticelli verrà evidenziata la grave situazione in cui versa la struttura sanitaria locridea e verrà presentata la "piattaforma" redatta dai sindaci a seguito del lungo sit in dello scorso ottobre.

Il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, nell'annunciare l'incontro esprime un sincero ringraziamento a S.E. Prefetto di Reggio Calabria, dott. Michele di Bari, che da anni, insieme a S.E. Mons. Francesco Oliva, Vescovo di Locri, con grande sensibilità e attenzione sostengono i sindaci e il popolo della Locride nella difesa del presidio ospedaliero.

Per Calabrese la difesa dell'ospedale non può e non deve fermarsi: rappresenta la principale priorità dei territorio essendo l'ospedale fondamentale e vitale per i circa 150 mila cittadini della Locride. Malgrado la stanchezza e la rabbia per non aver trovato il dovuto e necessario ascolto la battaglia andrà avanti. È auspicabile che con il nuovo rappresentante del Governo avvii un dialogo proficuo che possa portare in breve tempo alla risoluzione di tutte le criticità che da anni senza indugio e senza sosta si continua a denunciare nell'interesse supremo del bene della comunità locridea che è stata a lungo mortificata da una politica miope, incapace, inadeguata e arrogante.

   Locri, 19/01/2019

Ufficio Stampa Città di Locri

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed