Menu
Corriere Locride
La rassegna “Calabria Judaica” fa tappa a Lazzaro

La rassegna “Calabria Judaica”…

La seconda tappa del p...

Blitz anti 'ndrangheta dei Carabinieri in Valle d'Aosta, in Emilia Romagna e nella provincia di Reggio Calabria

Blitz anti 'ndrangheta dei Car…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Sabato 20 luglio da “MAG La ladra di libri” si terrà la presentazione del libro “Appunti di meccanica celeste”, di Domenico Dara

Siderno. Sabato 20 luglio da “…

Sarà un sabato sera sp...

Windsurf - Il reggino Francesco Scagliola scatenato: dopo il mondiale vince l'europeo

Windsurf - Il reggino Francesc…

Bis d'oro. Il reggino ...

Nota stampa dei Sindacati sul nuovo ospedale di Vibo Valentia: «dopo vent’anni di attesa ancora tutto fermo»

Nota stampa dei Sindacati sul …

La sanità in Calabria ...

Reggo. Hospice “Via delle Stelle”: Il Planetario Pythagoras si unisce all’appello delle istituzioni affinché la struttura sia preservata

Reggo. Hospice “Via delle Stel…

La sezione Calabria de...

Nuova S.S.106: senza le infrastrutture la Calabria muore

Nuova S.S.106: senza le infras…

di Fabio Pugliese - (P...

Dalla Varia di Palmi un messaggio di speranza e di amore per la vita nella Giornata della Solidarietà in programma il 23 agosto

Dalla Varia di Palmi un messag…

Un gruppo di quaranta ...

I Deep Radics sbarcano al Sunset bar di Scilla

I Deep Radics sbarcano al Suns…

Tornano le note al tra...

Locri. Nota stampa del circolo di Fratelli d'Italia sulla situazione dell'Ospedale

Locri. Nota stampa del circolo…

Come circolo di Fratel...

Prev Next

Bova Marina. “Science with innovation” e “Flipped classroom”: Realizzati all’Istituto Euclide due nuovi progetti di innovazione tecnologica

  • Published in Scuola

“SCIENCE WITH INNOVATION” e “FLIPPED CLASSROOM”, questi gli ultimi due progetti importanti progetti realizzati dall’Istituto di Istruzione Superiore Euclide di Bova Marina. A darne notizia è la dirigente dell’Istituto, Carmen Lucisano. “Nello specifico - spiega la dirigente - si tratta di due importanti progetti finanziati nell’ambito del POR FESR CALABRIA 2017.10.8.1.037. Il primo progetto, “SCIENCE WITH INNOVATION” ha come obiettivo primario l’incentivazione all'utilizzo di tecnologie e strumentazione innovative che supportino la partecipazione degli alunni alle attività didattiche. Lo scopo è trasformare il processo di apprendimento in una esperienza di “condivisione” e 'collaborazione'. In questa ottica abbiamo previsto l'utilizzo di tecnologie multimediali e di strumenti idonei a trasformare gli spazi scolastici in laboratori attivi di ricerca tramite strutture flessibili mediante l’uso delle nuove tecnologie della comunicazione e mediante l’applicazione di metodologie innovative basate sul dialogo e sulla collaborazione tra insegnanti e studenti. Il nostro Istituto – prosegue la Lucisano - ha deciso di introdurre e di incrementare la presenza di tali tecnologie, così da migliorare la qualità del processo di apprendimento e degli ambienti ad esso adibiti. L’aula diventa quindi uno spazio di apprendimento vivo, costantemente aggiornato ed in evoluzione, con accesso rapido e semplice a contenuti digitali, a piattaforme di formazione e risorse in Cloud, permettendo esperienze multisensoriali e multidisciplinari”. Per quanto riguarda invece il “FLIPPED CLASSROOM” abbiamo puntato all’acquisizione di strumentazione didattica interattiva al fine di realizzare nuove esperienze di tipo collaborativo e partecipativo che possano essere fruite anche al di fuori delle mura dell’istituto. Tramite la piattaforma web - continua la dirigente - sarà possibile inserire, utilizzare e condividere contenuti, tematiche e progettualità. La piattaforma in Cloud è una piattaforma autoevolutiva di tipo partecipativo che punta alla creazione di una rete attiva tra studenti ed insegnanti sia all’interno che all’esterno dell’Istituto. Gli studenti e gli insegnanti saranno così in grado di accedere ai contenuti tramite una piattaforma in cloud e di interagire e collaborare anche al di fuori degli ambienti e degli spazi scolastici. La dotazione strumentale infine consente il pieno utilizzo delle funzionalità della piattaforma software. Gli strumenti utilizzati (Kit Lim - touch panel-totem interattivo - Tablet con armadi di ricarica - arredo di tipo modulare e collaborativo) sono mirati ad aumentare la collaboratività e l’interattività. 

Leggi tutto

Bova Marina. Sabato 29 dicembre si terrà la presentazione del libro di Domenico Zavettieri, “Cronache cittadine di Bova Marina”

BOVA MARINA – “Cronache cittadine di Bova Marina”: questo il titolo del volume firmato da Domenico Zavettieri, ex sindaco e più volte amministratore del comune del basso jonio reggino, che verrà presentato, per la prima volta, il prossimo 29 dicembre, alle ore 16 e 30 presso il Salone Irssec, in piazza Municipio a Bova Marina. L’iniziativa è promossa dalle associazioni: Circolo culturale “Pietro Timpano”, Circolo culturale greco “Delia” e “La Voce del Sud” e verrà moderato da Leone Campanella, presidente del consiglio comunale di Staiti e direttore editoriale del periodico cartaceo dell’Area Grecanica. L’incontro si aprirà con i saluti di: Franco Borrello, presidente del Circolo “Pietro Timpano”, Salvatore Dieni, presidente del Circolo “Delia” e di Saverio Zuccalà, direttore responsabile de “La Voce del Sud”. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Cilione, giornalista de “Il Quotidiano del Sud”, Domenico Candela, già amministratore locale e maestro iconografo, Rosa Marrapodi, scrittrice e critico letterario con le conclusioni che saranno affidate all’autore. “Cronache cittadine di Bova Marina” è una raccolta di scritti che ha come filo conduttore le turbolente vicende politico-amministrative del comune del basso jonio reggino nel decennio che va dal 2004 al 2014. 

Leggi tutto

Dipendenti ex LSU LPU di Bova Marina. Nota stampa del Segretario Generale Cisl Fp: «I commissari devono garantire il lavoro e la dignità dei lavoratori»

«Mentre si attende che il Parlamento trovi una soluzione a tutela dei dipendenti ex LSU LPU, mentre si organizzano le manifestazioni a sostegno dei lavoratori, si scopre che la delibera con cui la Commissione Straordinaria del Comune di Bova Marina ha approvato la programmazione del fabbisogno triennale del personale, non ha tenuto  conto della possibilità di stabilizzazione nel triennio 2018/2020 della lavoratrice di area A, contrattualizzata ex Lsu Lpu, ma contrariamente sono state previste delle assunzioni tramite concorso.

E’ una scelta di una gravità inaudita, se si aggiunge il fatto che tutti lavoratori ad oggi ex LSU LPU non hanno alcuna certezza e che dal prossimo 31 dicembre non avranno più  lavoro. E’ una scelta sprezzante delle speranze di chi, precario da una vita, vede preclusa la possibilità di una futura stabilizzazione, a causa di un’Amministrazione che preferisce occupare i posti vacanti con altro personale da ricercare all’esterno.

È una scelta assunta nel chiuso del palazzo, considerando che il piano di assunzioni, che aggira ogni disposizione di legge volta al superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni (art.20 d.lgsl 75/2017), non prevede l’assunzione dell’unica dipendente a tempo determinato.

A fronte di tale scelta, continua il Segretario Generale della CISL FP di Reggio Calabria, ha richiesto un incontro per capire  i motivi di tale decisione considerato la gravità dell’atto così predisposto che produce un grave danno anche a lavoratori a tempo indeterminato, dipendenti che hanno il diritto ad avere riconosciute le progressioni di carriera rispetto all’attività lavorativa fino ad oggi espletata.

Nessuna giustificazione da parte del Segretario Comunale, rispetto la redazione del piano, non conforme  secondo le linee di indirizzo della Funzione Pubblica.

Anche i due Commissari presenti non si sono espressi in merito a tale scelta. Molto strano e, molto opaco il comportamento, vista l’evidente capacità assunzionale.

Nessuna sensibilità da chi ha predisposto quel piano del fabbisogno, nessuno interesse per i lavoratori, vista l’inequivocabili possibilità offerte dall’intero impianto normativo vigente di avviare le procedure di stabilizzazione della lavoratrice EX LSU LPU, delineate dal D.Lgs. n. 75/2017, attuativo della Legge Madia, dalla Circolare interpretativa n. 3/17 del Ministero per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione e, prima ancora, dalla legge n. 147/2013.

E’ stata chiesta la modifica del piano triennale del fabbisogno del personale considerato altresì che risulterebbe privo di relazioni dei dirigenti di settore e del piano delle Azioni Positive.

Tale scelta, dell’esclusione della dipendente di area A dalla stabilizzazione definitiva dopo tanti anni di precariato e dopo aver maturato i requisiti del DLgs 75/2017 con le garanzie annesse, è difforme all’obiettivo previsto dell'art. 20 del D.lgs 75/2017 finalizzato al superamento del precariato nelle Pubbliche Amministrazioni.

Questo atteggiamento di indifferenza da parte dell'Amministrazione colpisce la dignità  della lavoratrice che da vent'anni  puntualmente garantisce il servizio ed i servizi erogati alla comunità di Bova Marina, senza alcun aggravio per le casse comunali, infatti l’Ente ha contrattualizzato, ormai da tempo, con fondi Ministeriali e Regionali la dipendente ex Lsu Lpu con la finalità dell'art. 20, usufruendo di fondi pubblici e delle relative deroghe normative che hanno permesso la continuità lavorativa secondo quanto previsto dalla disposizione di legge contenuta nell'articolo 1, comma 207, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

La mancata stabilizzazione del personale precario, oltre a costituire fonte di responsabilità diretta e personale a carico dei soggetti inadempienti, espone anche al rischio di un danno erariale, per il Comune.

Invitiamo pertanto, nuovamente la Commissione Straordinaria, a rivedere il piano triennale del fabbisogno del personale anche a fronte del bando Regionale la cui scadenza è stata posticipata al 31 dicembre 2018, che prevede il finanziamo in parte dei contratti per i lavoratori ex LSU LPU».

Il Segretario Generale

Vincenzo Sera

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed