Menu
In Aspromonte
CaiReggio: Domenica 16 settembre l'escursione sul sentiero "dell’Acqua Luntana"

CaiReggio: Domenica 16 settemb…

La domenica del 16 set...

La nostra storia. I fratelli Borruto e i loro rapporti con Staiti

La nostra storia. I fratelli B…

di Fortunato Stelitano...

CaiReggio. 1-2 settembre il Pellegrinaggio al Santuario di Polsi: "Cammino della Madonna"

CaiReggio. 1-2 settembre il Pe…

Da diversi anni diamo ...

Parco Nazionale dell’Aspromonte. Venerdì 24 agosto il PARKBUS 2018 farà tappa a San Giorgio Morgeto

Parco Nazionale dell’Aspromont…

«San Giorgio Morgeto: ...

Polsi: "il cammino ed il cambiamento"

Polsi: "il cammino ed il …

Un passo dopo l'altro....

Melito di Porto Salvo. Grande partecipazione alla proiezione del Film Documentario di Claudio Cordova “La terra degli alberi caduti”

Melito di Porto Salvo. Grande …

Venerdì scorso, nella ...

Gerace. Sabato 18 agosto si la Seconda Edizione de “Il Tocco”, rievocazione storica della disputa di Roberto e Ruggero D’Altavilla per le terre di Gerace

Gerace. Sabato 18 agosto si la…

La disputa di Roberto ...

Giubileo dei San Robertesi nel mondo, il programma dell’ultima settimana: il 21 agosto Mons. Morosini alla cerimonia di chiusura

Giubileo dei San Robertesi nel…

Si chiuderà il 21 agos...

San Roberto, 17 e 18 agosto evento imperdibile: scatta la seconda edizione della Festa della Birra e dell’Asado argentino

San Roberto, 17 e 18 agosto ev…

Le date sono di quelle...

Roccaforte del Greco. Parte domenica 12 agosto la Quarta edizione di “Estate Roccafortese” 2018

Roccaforte del Greco. Parte do…

A Roccaforte del Greco...

Prev Next

Ente Parco. Maltempo: «predisposta una "piattaforma unitaria” per gestire l’emergenza»

Istituzioni ed Associazioni di categoria insieme per mitigare i disagi creati dal violento alluvione che, nei giorni scorsi, ha messo in ginocchio la Calabria ed in particolare il territorio della fascia aspromontana tra Sinopoli e Delianuova. Questa mattina, nel corso di un sopralluogo, il Vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte Domenico Creazzo, il Consigliere Metropolitano delegato alla viabilità Demetrio Marino, i Sindaci di Sinopoli Annunziato Danaro e di Cosoleto Antonino Gioffrè, insieme al Direttore di Coldiretti Pietro Sirianni ed al Presidente Stefano Bivone, grazie alla piena disponibilità del Presidente del Consorzio di Bonifica Tirreno Reggino Domenico Cannatà nonché dirigente di Coldiretti, hanno predisposto “una piattaforma unitaria” per programmare interventi immediati per gestire l’emergenza e, al contempo, organizzare una fase di gestione della normale viabilità interna.

Le violenti piogge della scorsa settimana, infatti, hanno causato enormi criticità soprattutto sulle “arterie stradali” SP2 e SP45 che collegano Sinopoli a Delianuova interessando anche i centri di Cosoleto e “Sinopoli Vecchio”, limitando non solo gli spostamenti ma creando anche numerose difficoltà alle Cento “Partite Iva” attive nel campo Agricolo, specie nel settore oleario, penalizzate dall’impossibilità di utilizzare una normale viabilità a fini commerciali. Proprio per questo motivo, sin dai primi istanti, Coldiretti Reggio Calabria attraverso il Presidente Bivone ed il Direttore Sirianni ha interessato il Consorzio di Bonifica, subito intervenuto per operare e ripristinare in alcuni punti la viabilità ordinaria.

E’ stato avviato l’iter per la costituzione di un Protocollo Integrato in cui Città Metropolitana di Reggio Calabria e Consorzio di Bonifica Tirreno Reggino (la prima acquistando il materiale necessario, il Secondo attraverso il proprio Personale) provvederanno ad ulteriore interventi  in grado di superare le maggiori criticità al momento esistenti, supportando gli imprenditori ad oggi impossibilitati a svolgere la propria attività.

Il Parco dell’Aspromonte, attraverso il Vice Presidente Domenico Creazzo, pur specificando che l’Ente non ha “alcuna competenza in materia di viabilità, ha assicurato il proprio supporto nelle diverse fasi organizzative e di monitoraggio”.

Ufficio Stampa

Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v. i.

Leggi tutto

Si conclude il monitoraggio dei migratori sull’Aspromonte: un ultimo appuntamento con i ricercatori

Domenica 7 ottobre si concluderà l’attività stagionale di monitoraggio della migrazione dei rapaci e delle cicogne attivato dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte; dal 6 agosto, ogni giorno, in tutte le condizioni atmosferiche, i ricercatori incaricati hanno registrato dalla postazione “Santo Stefano-Sinopoli” il passaggio di nibbi, pecchiaioli, falchi di palude, aquile minori e tante altre specie, più o meno rare, più o meno abbondanti.

“Anche quest’anno abbiamo avuto modo di confermare la grande importanza del nostro territorio per queste popolazioni migratrici che affrontano il lungo viaggio di ritorno verso l’Africa – spiega il Direttore Sergio Tralongo - e i conteggi, ripetuti e condotti secondo metodologie standard, ci permettono di acquisire le conoscenze di base utili per determinare lo stato di conservazione di uccelli particolarmente protetti a livello internazionale. Senza dimenticare che tali azioni di ricerca rappresentano un obbligo derivante dalle normative internazionali in vigore. Quasi da record la stagione post-riproduttiva 2018, con più di 27.000 esemplari censiti, di cui oltre 21.000 pecchiaioli, la specie tradizionalmente più frequente, seguita, e anche questa non è una novità, da falchi di palude e nibbi bruni.”

La postazione, da quest’anno arricchita da un’altana sopraelevata per favorire l’osservazione dei migratori, è stata anche frequentata da numerosi appassionati locali, che non hanno voluto perdere lo spettacolo di questi voli, e da visitatori che, da soli o con le guide del Parco, hanno approfondito la conoscenza di questo affascinante fenomeno naturale insieme ai ricercatori, a  conferma delle opportunità che il turismo naturalistico è in grado di offrire al nostro territorio, come d’altra parte più volte sottolineato dal vice-Presidente Domenico Creazzo.

E per l’ultimo fine settimana di monitoraggio, l’Ente Parco invita ancora una volta tutti coloro i quali vogliono vivere questa esperienza di affiancamento dei ricercatori per una giornata, a contattare il Responsabile del Servizio Biodiversità Antonino Siclari (mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per dare la propria disponibilità e concordare la partecipazione alle attività in corso. Un’occasione da non perdere per conoscere, una volta di più, la Biodiversità del nostro Aspromonte!

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto

I sindaci Aspromontani chiedono al Vice Presidente Creazzo di cercare una soluzione per riconoscere agli “alunni” delle scuole di Roccaforte del Greco, Careri e Canolo, il diritto allo studio

Ricercare soluzioni opportune per garantire il diritto allo studio dei bambini dei centri montani, attualmente penalizzati dalla chiusura degli istituti scolastici. Il Vice Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Domenico Creazzo, è stato “investito” dal Presidente della Comunità del Parco Francesco Bruzzaniti e dai Sindaci della Comunità affinché individui, in sinergia con la Regione Calabria, soluzioni anche in deroga alle normative organizzative per riconoscere ai piccoli “alunni” delle scuole dei centri di Roccaforte del Greco, Careri e Canolo, il diritto allo studio, evitando al contempo, di contribuire all’isolamento e allo spopolamento dei centri montani. L’impegno di Creazzo, in tal senso, è massimo, anche per non indebolire la crescita educativa e formativa dei bambini e dell’intera comunità.

Il vicepresidente Creazzo, inoltre,  in pieno accordo con la Comunità del Parco, ha trasmesso ulteriore nota alla Regione Calabria per discutere la questione afferente alla stabilizzazione dei lavoratori ex LSU/LPU, stante la peculiare natura dell'Ente Parco, che non consente di utilizzare le modalità operative proprie degli enti locali. La predetta nota nasce, peraltro, dalla già manifestata necessità di creare uno specifico tavolo tecnico tra Regione, parco e Ministero vigilante, unico soggetto deputato a valutare, unitamente al MEF ed al Dipartimento della Funzione Pubblica, le strade effettivamente percorribili. 

“Su entrambe le questioni, particolarmente delicate per l’Aspromonte, la nostra azione sarà determinata – ha spiegato Domenico Creazzo –. In piena sinergia con la Regione Calabria siamo già al lavoro per ricercare ed indicare i percorsi da intraprendere, nel pieno rispetto delle regole ma consapevoli che il futuro scolastico dei bambini d’Aspromonte e quello lavorativo degli Lsu/Lpu, rappresentino una priorità non derogabile ulteriormente”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v.i.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed

  • fb iconLog in with Facebook