Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

Samo. Si accendono le luci su Precacore grazie ad un Accordo con l'Ente Parco

  •   Antonella Italiano
Samo. Si accendono le luci su Precacore grazie ad un Accordo con l'Ente Parco

È stato inaugurato lo scorso 26 aprile l’impianto di illuminazione dell’antica Precacore, un progetto inserito nell’ambito di un Accordo di Programma ben più ambizioso, stipulato tra il Parco nazionale d’Aspromonte e il Comune di Samo. Il primo step, dunque, di un percorso che vedrà il recupero e la fruizione del vecchio borgo di Precacore, fortemente voluto dal presidente dell’Ente Parco, Giuseppe Bombino.

Al tavolo dei lavori, oltre al sindaco Giovambattista Bruzzaniti e al presidente Bombino, anche il direttore dell’Ente Parco Sergio Tralongo, il prefetto di Reggio Calabria Michele di Bari, l’Arma dei Carabinieri; presenti anche i sindaci dei Comuni limitrofi, il neoeletto presidente della Comunità del Parco, Francesco Bruzzaniti, e il membro del Direttivo del Parco, Domenico Stranieri, accorsi per condividere quello che si è tradotto in un momento di grande commozione per la comunità samese.

L’area individuata per l’intervento è l’intero percorso pedonale che va dal vallone Santa Caterina fino alla vetta di Precacore, borgo costituito dai vecchi ruderi dell’insediamento originario e meta di molti visitatori. Il progetto è stato concepito nel rispetto dei valori paesaggistici del Parco nazionale e per consentire la fruizione del borgo nelle ore serali; ha previsto l’illuminazione di un percorso pedonale della lunghezza complessiva di 960 metri con un’avanzata tecnologia a led - la più performante rispetto ad altre sorgenti luminose finora adottate negli impianti di pubblica illuminazione – e l’installazione di 94 proiettori e fascio concentrato di 19 W, per un assorbimento totale inferiore ai 2mila W.

Ad aprire il tavolo dei lavori è stato il sindaco Giovambattista Bruzzaniti: «Abbiamo iniziato, fin dai primi giorni del nostro insediamento, a lavorare insieme all’Ente Parco per migliorare questo piccolo paese. Oggi ci ritroviamo ad inaugurare il primo intervento, ma stiamo già lavorando sul secondo passaggio: garantire la fruibilità di Precacore e completare l’antica chiesa di San Giovanni».

Il sindaco ringrazia per questo, oltre al Presidente Bombino, il consigliere Giovanni Brancatisano con delega speciale all’Ente Parco, per aver seguito attivamente il progetto.

A prendere la parola, dopo gli onori di casa, il presidente Giuseppe Bombino «Abbiamo voluto compiere la prima opera in seno a questo Accordo di programma che, metaforicamente, è la più significativa: portare la luce laddove la luce non c’era. Una luce che viene oggi consegnata ai giovani e ai bambini. L’Accordo di programma è molto articolato e complesso: prevede il recupero architettonico di alcune strutture, la messa in sicurezza di aree della rupe, l’installazione di opere funzionali alla fruizione del borgo e numerose attività di animazione, di accoglienza e di ospitalità diffusa. Un’opera significativa che vede un impegno particolare dell’Ente Parco e di tutta l’Amministrazione comunale».

Il Presidente esprime dunque la sua soddisfazione per i risultati ottenuti fino ad oggi, auspicando che quella luce sia metafora di fiducia e di speranza per chi abita il borgo, rivolgendosi in particolare ai giovani «perché possano immaginare anche una “non fuga”», il vero dramma delle aree più interne.

A chiudere gli interventi, il prefetto di Reggio Calabria Michele Di Bari «Mi auguro che quest’illuminazione sia lampada per coloro che amministrano e per l’intera comunità, perché le aree più piccole vivono numerose difficoltà in più rispetto alla città in termini di servizi e di qualità della vita». Ed aggiunge «La mia presenza vuole essere cerniera rispetto a ciò che si sta facendo, ma soprattutto un modo per spingere su ciò che deve essere ancora fatto e spingere perché tutta le fenomenologia della legalità abbia il sopravvento sulla rassegnazione e sulla paura».

Dopo gli interventi, da un affaccio naturale sulla fiumara La Verde, proprio dinnanzi a Precacore, si è tenuta la cerimonia di accensione delle luci del borgo seguita da una grande festa che Samo ha voluto condividere con gli ospiti e con le istituzioni.


  • fb iconLog in with Facebook