Menu
In Aspromonte
Artigiani e produttori insieme al Parco dell’Aspromonte ad Artigiano in Fiera

Artigiani e produttori insieme…

Oltre un milione di vi...

Nel Parco dell’Aspromonte vive una delle querce più vecchie del mondo

Nel Parco dell’Aspromonte vive…

Una Quercia di oltre 5...

Ente Parco. Il Consiglio Direttivo ha approvato il bilancio previsionale per il 2020

Ente Parco. Il Consiglio Diret…

Il Consiglio Direttivo...

Domenica a Sant’Agata “immagini d’autunno” e il cortometraggio “Tibi e Tascia”

Domenica a Sant’Agata “immagin…

Nella stessa piazzetta...

Moleti in festa per piccini e grandi

Moleti in festa per piccini e …

Si è svolta domenica 4...

Torna il “Parkbus”, dal Museo in Aspromonte con le Guide Ufficiali del Parco

Torna il “Parkbus”, dal Museo …

Anche nella stagione e...

Parco dell’Aspromonte, il 21 luglio la Giornata dell’Amicizia con escursione “speciale”

Parco dell’Aspromonte, il 21 l…

Tutti insieme in cammi...

A Sant’Eufemia d’Aspromonte celebrata la sesta edizione della Giornata della Riconoscenza

A Sant’Eufemia d’Aspromonte ce…

«L’esempio quotidiano ...

Ente Parco. Rondoni e divertimento: il 23 giugno torna il Festival in Aspromonte

Ente Parco. Rondoni e divertim…

È ormai diventata una ...

“In Cammino nel Parco”: domenica prima escursione a Zervò. Aperte le iscrizioni

“In Cammino nel Parco”: domeni…

Tra i piani di Zervò e...

Prev Next

Rondini e rondoni di scena agli “Incontri di natura” del Parco

  •   Redazione
Rondini e rondoni di scena agli “Incontri di natura” del Parco

Secondo appuntamento con gli “Incontri di Natura” questa settimana a Reggio Calabria: giovedì 11 aprile il ciclo di conferenze organizzate dall’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, insieme al Touring Club Italiano, Club di Territorio di Reggio Calabria, e al Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, affronta il tema  degli “insetticidi naturali”, ovvero gli uccelli insettivori, tanto utili per l’uomo, quanto pericolosamente in diminuzione a causa delle alterazioni ambientali.

Rondini e rondoni, che tradizionalmente annunciano con la loro presenza l’arrivo della bella stagione, diventeranno i protagonisti di un viaggio nell’affascinante mondo dell’avifauna: le loro caratteristiche, spesso sconosciute al grande pubblico, le loro abitudini alimentari, tanto importanti per la nostra salute, e i loro problemi di sopravvivenza, in un mondo sempre più aggredito dalle attività umane, saranno al centro dell’incontro, al quale parteciperanno, in qualità di relatori, Giuseppe Martino e Salvatore Urso, ornitologi e collaboratori del Parco.

“Gli esperti – sottolinea il direttore Sergio Tralongo – presenteranno queste specie che tutti probabilmente credono di conoscere, ma che in realtà offrono interessanti spunti di approfondimento. Chi sa, infatti, che il nostro Parco ospita ben sei specie, tutte di interesse conservazionistico e particolarmente protette, e che una di queste, in particolare, è presente da noi con uno dei maggiori nuclei riproduttivi di tutta Italia? La comunicazione corretta in campo naturalistico è fondamentale, e proprio per questo il Parco dell’Aspromonte vuole presentarsi alla città e al grande pubblico con queste iniziative, che ci auguriamo abbiano grande seguito”.

Ma il programma non si esaurisce qui: il Parco dell’Aspromonte è infatti lieto di ospitare l’Autore di un originalissimo testo, appena pubblicato, che affronta con rigore scientifico e toni divulgativi proprio l’argomento della serata. “Dove i rondoni vanno a dormire” è un bellissimo racconto a fumetti, adatto a tutte le età, con il quale Franco Sacchetti, un illustratore abruzzese particolarmente sensibile ai temi ambientali, ha costruito una storia di natura e di uomini, di biologia e di conservazione, di attivismo e di gestione del territorio.

Appuntamento dunque giovedì 11 aprile, presso il salone delle Conferenze del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea, in via Campanella 38 a Reggio Calabria, con inizio alle 17. La partecipazione agli “Incontri di Natura” è gratuita.


  • fb iconLog in with Facebook