Menu
In Aspromonte
Roccaforte del Greco. “Do ut des” (io do affinché tu dia)

Roccaforte del Greco. “Do ut d…

Roccaforte …… “Do ut d...

Calabria Greca. Concluso con successo il weekend dei pittori a Gallicianò

Calabria Greca. Concluso con s…

Si è svolto tra sabato...

Canolo. Giovedì 19 luglio, l’Associazione Thaletes e Mag. la ladra di libri organizzano: "Un pomeriggio di approfondimento e storia sulla cultura tradizionale della Calabria"

Canolo. Giovedì 19 luglio, l’A…

A Canolo, giovedì 19 l...

Wwf. Buone notizie per l'aquila di Bonelli in Sicilia

Wwf. Buone notizie per l'aquil…

I risultati per il 201...

Sant’Alessio in Aspromonte (RC). Sabato 26 si terrà l'incontro: "La Calabria incontra il Kurdistan: storie di integrazione tra i popoli”

Sant’Alessio in Aspromonte (RC…

Si svolgerà sabato 26 ...

Escursioni. Domenica 27 maggio “Gente in Aspromonte” sarà sul Crinale di Afreni (San Luca)

Escursioni. Domenica 27 maggio…

Domenica 27 maggio Il...

Escursioni: Tra i vicoli di Scilla a Spasso nel Mito

Escursioni: Tra i vicoli di Sc…

Si è svolto domenica 1...

Ambiente. Vanzago, aquila salvata grazie al WWF

Ambiente. Vanzago, aquila salv…

Per difendere le speci...

Escursioni. Domenica 13 maggio “Gente in Aspromonte” andrà sui crinali tra Zervò e il Picco del Diavolo

Escursioni. Domenica 13 maggio…

Associazione escursion...

Venerdì 11 maggio a Canolo l’inaugurazione della prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

Venerdì 11 maggio a Canolo l’i…

Nasce la prima Fattori...

Prev Next

Canolo, inaugurata la prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

  •   Redazione
Canolo, inaugurata la prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte

Una nuova attrazione turistica cofinanziata dall’Ente Parco nell’ambito delle iniziative di Promozione Economica e Sociale, ma anche un centro di educazione ambientale per valorizzare la conoscenza e la fruizione dell’Area Protetta.

La prima fattoria didattica nel Parco dell’Aspromonte nasce con questo spirito: realizzata a Canolo dall’Azienda Sapori Antichi d’Aspromonte, è stata inaugurata oggi alla presenza del Prefetto di Reggio Calabria, Michele di Bari, della Commissione Straordinaria del Comune di Canolo, Umberto Pio Campini, Valerio De Joannon e Cosimo Facchiano, del Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, dei titolari della Fattoria, Laura Multari ed Antonello Stilo, dei progettisti dell’Aristos, Sabrina Vecchio Ruggeri e Simona Bruni, dei sindaci di Palizzi e Agnana Calabra, Walter Scerbo e Caterina Furfaro, e del Comandante Gruppo Carabinieri Locri, Colonnello Gabriele De Pascalis.

La Fattoria Didattica rappresenta il luogo della conoscenza e della formazione, dove l’educazione ambientale in un contesto naturalistico di grande pregio promuove un modello di turismo sostenibile e desiderabile.

Soltanto vivendo con la Natura e dentro la Natura, si può scoprire la profondità e l’essenza della vita. La Fattoria didattica realizzata a Canolo si inserisce in un contesto paesaggistico mozzafiato ed è immersa nel cuore dell’Area Protetta. Le Dolomiti del Sud sono visibili sullo sfondo durante il percorso didattico che conduce al “campo” delle “Galline Felici”, al bosco de “i tre e più porcellini”,  passando per “l’orto del Fattore che è sempre più buono” fino a “chi semina raccoglie: dal grano al pane”. Più di 3 km di attività didattiche pensate per i più piccoli, strutturate seguendo una metodologia che privilegia esperienze sensoriali, manuali e ludiche, rivolte non solo ai bambini ma anche a coloro i quali vogliono vivere una giornata immersa nella natura a contatto con gli animali e con le tradizioni tipiche aspromontane.

Nella Fattoria Didattica sono gli stessi agricoltori che faranno conoscere agli ospiti la vita degli animali, l’origine dei prodotti che consumano, stimolando lo spirito critico e la curiosità. Una modo per far scoprire ai giovani l’importanza sociale ed economica di un mestiere spesso sottovalutato.

Il Prefetto di Reggio Calabria, Michele Di Bari ha sottolineato “l’importanza di creare in montagna opportunità per i giovani che possano scongiurare l’abbandono dei luoghi che abitano caratterizzati da infinite bellezze paesaggistiche e naturalistiche”.

Il Presidente del Parco dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, ha evidenziato come “sia possibile mettere a sistema il patrimonio montano creando un valore aggiunto attraverso una filiera di sostenibilità. I lotti che costituiscono la Fattoria sono stati concepiti per recuperare la dignità dell’animale e privilegiare il rapporto uomo-natura. Oltre alla produzione e all’educazione ci accostiamo al ciclo naturale che regola e garantisce un sano equilibrio, l’unico che ci consente di raggiungere quella qualità della vita a cui tutti noi tendiamo”.

Ufficio Stampa Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte

v. i.


  • fb iconLog in with Facebook