Menu
Corriere Locride
Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Lettera aperta di Nuccio Azzarà al commissario dell'azienda ospedaliera del G.o.m. avv. Vittorio Prejanò

Lettera aperta di Nuccio Azzar…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Prev Next

Bovalino. Sabato 9 febbraio, al Caffè Letterario Mario La Cava, si terrà la presentazione del romanzo Coraìsime, di Bernardo Migliaccio Spina

In un paese dominato da oscure presenze che si annidano in un reticolato di cunicoli e grotte sotterranee, Paolo porta agli estremi il senso di protezione nei confronti della figlia Marta finendo per recluderla in un casolare di campagna, chiusa al mondo e a sé stessa.

Giuseppe, un ragazzo con alle spalle un’infanzia difficile, è vittima dell’amore malato di Paolo che lo rapisce per rinchiuderlo, a sua volta, in casa con Marta. Intorno, tra passato e presente, vivono luoghi e paesi spopolati dagli esodi invernali e presi dall’adrenalina dei ritorni estivi.

Il filo sotteso al mistero degli “uomini senza testa” è fatto di magarie, riti esoterici e simbolismi. Il dramma dei protagonisti si consuma, tra fuochi divoranti e violenti temporali, con Marta che assume infine la veste di attrice principale della propria vita in una sorta di epilogo escatologico.

BERNARDO MIGLIACCIO SPINA
Regista e attore, ha firmato tra gli altri i lungometraggi Malanova, storia di amore e magia e L’uomo del gas e il docu-film Uvafragola, realizzati dalla sua casa di produzione “Asimmetrici film”. Per Francesco Munzi ha curato il casting calabrese del film Anime nere. Dirige la scuola di recitazione e regia “LocriTeatro”.

Dialogano con l'Autore:

Maria Teresa D'Agostino - Giornalista
Domenico Calabria - Caffè Letterario Mario La Cava

Letture dell'Autore e di Giulia Palmisano

Leggi tutto

Bovalino (RC): Premio Letterario La Cava 2018 Vince Maria Pia Ammirati con l'opera "Due mogli" (Mondadori)

Menzione speciale per Sonia Serazzi con "Il cielo comincia dal basso" (Rubbettino). È Maria Pia Ammirati con l'opera Due mogli - 2 agosto 1980 (Mondadori) la vincitrice del Premio letterario Mario La Cava, seconda edizione. Menzione speciale per Sonia Serazzi con "Il cielo comincia dal basso" (Rubbettino). La cerimonia di premiazione, condotta dal caporedattore del Tg2 Enzo Romeo e dalla giornalista Maria Teresa D'Agostino, si è svolta nell'Auditorium dell'Istituto "F. La Cava" di Bovalino (RC) e si è aperta con i saluti istituzionali del sindaco Vincenzo Maesano, del consigliere regionale Sebi Romeo, della presidente dell'Ordine degli Avvocati di Locri Gabriella Mollica e della dirigente scolastica Caterina Autelitano. Cinque le opere giunte in finale tra le quali la Giuria, composta da Giuseppe Lupo, Silvio Perrella, Caterina Verbaro, ha designato l'opera vincitrice. Mauro Covacich con La città interiore (La nave di Teseo), Filippo De Matteis con Cuore di seppia (Elliot), Carmen Pellegrino con Se mi tornassi questa sera accanto (Giunti) e Sonia Serazzi con Il cielo comincia dal basso (Rubbettino) sono considerati secondi a pari merito.

Promosso dal Comune di Bovalino in collaborazione con il Caffè letterario La Cava, con il patrocinio della Regione Calabria e dell'Ordine degli Avvocati di Locri, il Premio ha visto come tema conduttore "narrazioni dai margini dei luoghi e dell'esistenza".

Il Premio speciale è andato a Raffaele La Capria. Ospite d'onore della serata Goffredo Fofi, che ha curato la prefazione della nuova edizione de "I fatti di Casignana" di Mario La Cava, appena ripubblicato da Rubbettino e presentato in anteprima durante la serata. 

Leggi tutto

Bovalino (RC). Premio Letterario La Cava 2018: Le opere in concorso

Sono 33 le opere in concorso al Premio Letterario "Mario La Cava" 2018, seconda edizione, indetto dal Comune di Bovalino, in collaborazione con il Caffè Letterario Mario La Cava e con il patrocinio della Regione Calabria.

Maria Pia Ammirati, Due mogli. 2 agosto 1980 (Mondadori); Dario Buzzolan, La vita degna (Manni); Nicola Campoli, Al cuore non rinuncio! (Guida), Vincenzo Carrozza, Frammenti di stelle (Bookabook); Palma Comandè, Prima di tutto un uomo (Pellegrini); Mauro Covacich, La città interiore (La nave di Teseo); Filippo De Matteis, Cuore di seppia (Elliot); Federica De Paolis, Notturno salentino (Mondadori); Sergio De Santis, Non sanno camminare sulla terra (Mondadori); Claudio Grattacaso, La notte che ci viene incontro (Manni); Eliana Iorfida, Antar (Vertigo); Marco Iuffrida, InChiostro (Rubbettino); Massimo Nava, Il boss è immortale (Mondadori); Rita Pani, L'ultimo inciampo (Rita Pani); Carlo Pellegrino, Dente di cane (Manni); Carmen Pellegrino, Se mi tornassi questa sera accanto (Giunti); Mario Proli, Casematte (Fondazione Mario Luzi); Sonia Serazzi, Il cielo comincia dal basso (Rubbettino); Giusy Staropoli Calafati, La terra del ritorno (Pellegrini); Marisa Sturiale D'Agostino, Fiori di Jacaranda (Città del Sole); Rocco Taliano Grasso, Mie care ombre addio (Pellegrini); Patrizia Tocci, Nero è il cuore del papavero (Tabula Fati); Angelo Vazzana, Odissea dell'Odissea (Gangemi).

La Commissione, composta da Cristina Briguglio, Anna Costa, Santino Salerno, Pasquale Blefari, Domenico Calabria, congiuntamente alla Giuria, composta da Giuseppe Lupo, Silvio Perrella, Caterina Verbaro, entro il 30 novembre selezionerà le cinque opere finaliste. La Giuria determinerà la classifica finale.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il 22 dicembre 2018 a Bovalino (RC).

Info sul sito del Comune di Bovalino e sulla pagina web del Premio https://premiolacava.wordpress.com/.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed