Menu
Corriere Locride
Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Lettera aperta di Nuccio Azzarà al commissario dell'azienda ospedaliera del G.o.m. avv. Vittorio Prejanò

Lettera aperta di Nuccio Azzar…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Prev Next

Siderno. Venerdì 8, da “MAG. La ladra di libri”, l'associazione Volo presente il romanzo della pluripremiata scrittrice e poetessa Marisa Provenzano

  •   Redazione
Siderno. Venerdì 8, da “MAG. La ladra di libri”, l'associazione Volo presente il romanzo della pluripremiata scrittrice e poetessa Marisa Provenzano

“Esistono momenti in cui ognuno ha la possibilità di scegliere anche ciò che non dà sicurezza e protezione, che non tutela il corso del vivere, ma la “paura” dell’ignoto non è suffragata dal “coraggio” di scavare nel profondo e misterioso inconscio”. Il romanzo “Il silenzio di pietra” (2018, La rondine edizioni) di Marisa Provenzano attraversa le pieghe più prodonde dell’animo umano, con una 
prosa godibilissima e una cifra introspettiva dal retrogusto amarognolo. Scava dentro un vissuto quotidiano apparentemente rappresentanto da una abitudinaria normalità e scopre strani incroci esistenziali, bivi inattesi e sorprendenti, “sliding doors”, porte girevoli che sparigliano le carte di destini che sembravano definiti e lineari. E’ l’ennesima perla di un percorso letterario che ha regalato 
all’autrice catanzarese (presidente di giuria anche del premio di poesia “Città di Siderno”) ben 320 premi nazionali e internazionali tra cui il Premio alla Carriera da Radio Italia 1, il club dei Cento di Torino e, nel 2015, a Jesi, il Premio alla Carriera Poetica nel premio nazionale di poesia “L’Arte in versi”. Nel 2016 la commissione Pari Opportunità del Comune di Catanzaro le ha conferito l’attestato di Eccellenza Letteraria. E “Il silenzio di pietra”, che si apre con una poesia e si chiude con un finale aperto e sorprendente, scava proprio dietro i tanti silenzi di esistenze diverse se viste da fuori ma così intimamente simili, offrendo al lettore la possibilità di scavare nella propria intima coscienza. L’opera verrà presentata venerdì 8 febbraio alle 18 nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” di Siderno, grazie all’organizzazione curata dall’associazione culturale “Volo”, il cui presidente Giuseppe Caruso aprirà i lavori, alla presenza dell’editore Gianluca Lucia. Gianluca Albanese dialogherà con l’autrice.