Menu
Corriere Locride
Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Prev Next

Siderno. Resoconto della presentazione del romanzo di Paolo Fragomeni

  •   Redazione
Siderno. Resoconto della presentazione del romanzo di Paolo Fragomeni

Una festa di letteratura, sentimento e amore per la lettura, in un allestimento teatrale unico nel suo genere.

La presentazione di “Sabardì che sfidò l’oceano” (2017, Città del Sole edizioni), il primo romanzo di Paolo Fragomeni, che ha avuto luogo sabato pomeriggio nello spazio culturale “MAG. La ladra di libri” ha convinto ed entusiasmato tutti, anche l’uditorio meno incline alla facile euforia.

Ma l’atmosfera era davvero suggestiva, con le luci puntate sull’attore Vincenzo Muià, che ha magistralmente letto i passi più importanti del libro, conducendo idealmente gli ascoltatori lungo i sentieri di quella Siderno Superiore così “antica” anche, facendo immergere in maniera naturale il pubblico nel racconto; certo, senza  svelare la trama, ma quel tanto che basta ad appassionarsi all’idea di scrivere un romanzo ambientato tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento, e in cui la vicenda personale di un giovane del luogo dalle chiare origini mediorientali, s’interseca nel contesto politico nazionale profondamente rinnovato dopo l’Unità d’Italia.

L’autore, sistemato dalla regia al bordo del fascio di luce principale, ha dato le spalle al pubblico, rispondendo alle domande del moderatore e spiegando la genesi, gli aneddoti e le curiosità della scrittura di un romanzo che l’editore Franco Arcidiaco, intervenuto alla fine della presentazione, ha definito «Degno dei principali capolavori della letteratura calabrese, così come il compianto Pasquino Crupi, se fosse ancora in vita, non avrebbe difficoltà a riconoscere. Mi ricorda – ha aggiunto Arcidiaco – “La signora di Ellis Island” di Mimmo Gangemi.

Alla fine, grande l’apprezzamento del pubblico per la serata e per l’interpretazione di Muià che, se possibile, ha reso ancora più bella la lettura di un romanzo già di per sé straordinario.