Menu
Corriere Locride
Arresto Santo Vottari. Il Ministro Minniti si congratula con i Carabinieri

Arresto Santo Vottari. Il Mini…

Il ministro dell'Inter...

Rilevate gravi irregolarità nella gestione del Canile Municipale di Reggio Calabria

Rilevate gravi irregolarità ne…

Dalle prime ore di ogg...

Regione. Assessore Rizzo: Proseguono le attività per la tutela dell'habitat

Regione. Assessore Rizzo: Pros…

Procede a ritmo serrat...

Locri. L'Osservatorio Ambientale organizza la "Giornata Mondiale Dell'acqua"

Locri. L'Osservatorio Ambienta…

In collaborazione con ...

Delianuova. Gli appuntamenti dell'Associazione Culturale “Nicola Spadaro” con i "Solisti del Cilea"

Delianuova. Gli appuntamenti d…

Comunicato. Al fi...

Riforma aree protette, per il WWF un grave passo indietro

Riforma aree protette, per il …

Il testo di riforma de...

Don Ciotti incontra i ragazzi dell'Euclide. Appuntamento venerdì 10 marzo a Bova Marina

Don Ciotti incontra i ragazzi …

All'istituto Euclide d...

Calcio. La Bovalinese travolge il San Calogero e vola in finale di Coppa Calabria

Calcio. La Bovalinese travolge…

La Bovalinese bissa il...

Bovalino. “La stessa distanza”: il nuovo progetto musicale di Beatrice Scarfò e Christian Clemente

Bovalino. “La stessa distanza”…

È appena stato pubblic...

No al bullismo all'Istituto Comprensivo di Locri

No al bullismo all'Istituto Co…

In occasione della 1^ ...

Prev Next

Sant'Ilario dello Ionio: il disagio sociale e morale nel romanzo "La caramella" di Tonino Carneri

  •   Redazione
Sant'Ilario dello Ionio: il disagio sociale e morale nel romanzo "La caramella" di Tonino Carneri

Un intenso e partecipato incontro culturale, sabato scorso, nelle sale di Palazzo Speziali-Carbone, a Sant'Ilario dello Ionio, per il dialogo a più voci sul libro "La caramella", romanzo di Antonio Carneri (edito da Pellegrini). Promotori dell'evento l'associazione culturale "Le Muse" di Reggio Calabria, la Pro Loco di Sant'Ilario e l'amministrazione comunale. Dopo i saluti del sindaco Pasquale Brizzi e della presidente della Pro Loco Giovanna Lombardo, il presidente delle "Muse", Giuseppe Livoti, testimone del bello artistico e autore di seguitissimi programmi televisivi, ha introdotto la serata muovendo da una riflessione sul libro: «L'intera storia è un continuum. Si mescolano e si intrecciano le varie vicende con le considerazioni dell'autore. Carneri in maniera forte e incisiva parla di "amorfi pupazzi, stupidi ma utili", vuoti a perdere, escrescenze di altri corpi. Un libro teso a scuotere le coscienze». Teresa Polimeni Cordova, critico letterario ha sottolineato l'originalità del romanzo: «Probabilmente per la prima volta, siamo nel 2000 quando il libro esce, il fenomeno viene descritto e vissuto dall'interno. È un'analisi lucida della sopraffazione, con uno spiccato taglio psicologico che evidenzia il disagio interiore del protagonista». Ilario Ammendolia, intellettuale di spicco e direttore editoriale di Riviera, si è soffermato sull'indagine sociologica che scaturisce dal romanzo: «L'autore ci conduce in un viaggio. Non si limita a narrare degli eventi di cronaca ma l'ntendimento principale è quello di risvegliare la coscienza. Mano a mano crollano le certezze e si insinua il tarlo del dubbio. Non è vero che il fenomeno criminale sia presente geneticamente nei calabresi, è vero invece che occorre una società più giusta, più libera. La libertà è anche poter respirare l'aria fresca e vedere le stelle». Antonio Carneri, autore colto e raffinato di un romanzo difficile nella tematica ma avvincente nell'impianto narrativo, ha letto alcuni passaggi topici del libro e ha poi concluso: «Prendiamo amaramente atto che, nonostante il libro sia stato pubblicato nel 2000, purtroppo rimane terribilmente attuale. Come diceva Giordano Bruno, niente di nuovo sotto il sole».


Bovalino

Locri

Gerace

Siderno

Marina di Gioiosa Jonica

Gioiosa Jonica

Roccella Jonica

Caulonia

Monasterace

Stilo

Ardore

Benestare

Bianco

Brancaleone

Casignana

San Luca

Platí

Africo

Staiti

Bruzzano Zeffirio

Ferruzzano

Samo

Grotteria

Palizzi

Mammola

Riace

Sant'Ilario dello Jonio

Careri

Antonimina

Sant'Agata del Bianco

Caraffa del Bianco

Bivongi

Portigliola

Pazzano

Placanica

Camini

Stignano

Canolo

San Giovanni di Gerace

Agnana Calabra

Ciminá

Martone