Menu
Corriere Locride
Al via domani Trame. 8, Nicola Gratteri tra i protagonisti della prima giornata

Al via domani Trame. 8, Nicola…

Tutto pronto per l'ott...

Windsurf. Il reggino Scagliola protagonista in Sardegna

Windsurf. Il reggino Scagliola…

Periodo più intenso de...

Coldiretti: la frutta Calabrese ancora protagonista nella Filiera Agricola Italiana

Coldiretti: la frutta Calabres…

Molinaro: bevanda anal...

Politica. Grazioso Manno presidente del Consorzio di Bonifica di Catanzaro: «Chiefalo commissario provinciale della Lega è un’ottima scelta»

Politica. Grazioso Manno presi…

Riceviamo e pubblichia...

Fattoria della Piana dona un mezzo per la raccolta differenziata al Comune di Candidoni

Fattoria della Piana dona un m…

Mercoledì 20 giugno, a...

La guida turistica "Pronto Estate" giunge alla IX edizione

La guida turistica "Pront…

La guida turistica Pro...

Wwf. I rifiuti del mare in mostra per sensibilizzare

Wwf. I rifiuti del mare in mos…

I volontari del WWF ha...

Coldiretti su rapporto Banca d'Italia: l'agricoltura non arretra nonostante sia sotto attacco ed in Calabria penalizzata

Coldiretti su rapporto Banca d…

Molinaro: la Calabria ...

Lamezia Terme. Lunedì 18, audizioni al Civico Trame per lo spettacolo di Moni Ovadia e Mario Incudine

Lamezia Terme. Lunedì 18, audi…

Si terranno luned...

Falerna. Incontro su "Gli stati generali dei rifiuti in Calabria" con l'assessore Rizzo

Falerna. Incontro su "Gli…

Oggi a Falerna, alla f...

Prev Next

Locri (RC): alla Galleria Arkè finissage della mostra "Le dimore del mito" di Mariniello e performance di Nino Racco

  •   Redazione
Locri (RC): alla Galleria Arkè finissage della mostra "Le dimore del mito" di Mariniello e performance di Nino Racco

Si è conclusa mercoledì 27 settembre, alla galleria Arkè di Locri (RC), la mostra di pittura "Cecco Mariniello: Le dimore del mito", evento artistico realizzato in stretta collaborazione con Exfabbricadellebambole di Milano che ne ha prodotto anche il catalogo.

La performance di Nino Racco ha aperto dei quadri in ogni opera di Mariniello stimolando sguardi e interpretazioni differenti e sempre personali in un singolare intreccio "cromatico" e dialogico che ha mobilitato vicendevolmente le opere e il pubblico accorso alla galleria Arkè  malgrado l'allerta meteo. In equilibrato melange tra  sequenze del suo repertorio teatrale e  sequenze di pura  improvvisazione il noto cantastorie ha presentato una selezione di testi poetici da Pavese a Whitman utilizzandoli come elaboratori di significati, ovvero come didascalie aperte. Ne è scaturita una leggiadra ma intensa combinazione tra i linguaggi del teatro, della poesia, della musica e dell'arte visuale che ha catturato l'attenzione e la risposta critica dei partecipanti, così come auspicato dalla curatrice e dall'attore nell'ideazione di questo ricco finissage.

Lo spazio delle rappresentazioni di Cecco Mariniello è prospettico e l'ispirazione gioca di volta in volta con la memoria individuale e con il mito, con la metafisica e con il grottesco, sovente evocando suggestioni della grande tradizione del Novecento figurativo italiano.

La mostra è parte della rassegna "Mitica", curata da Marò D'Agostino, che propone da qualche tempo nello spazio espositivo locrese sito in Piazza Fortugno (piazza del Tribunale) ma anche in altri luoghi topici del territorio, attraverso i linguaggi dell'arte (dalla fotografia alla performance, dalla musica alla pittura) una ricerca insolita e colta in un mondo di fascinazione e di simboli.

La rassegna è anche un'occasione per riflettere sull'importanza dell'arte e sulle opportunità di investimento in oggetti e opere che nella società consumista vengono trascurate e su cui bisogna invece stimolare l'attenzione.


Tags

Locri,