Menu
FanduCorriere Locride
Reggio Calabria. Il Circolo Culturale “G. Calogero” organizza il convegno “La Rivolta di Reggio del 1970 tra società cultura e storia”

Reggio Calabria. Il Circolo Cu…

In occasione del cinqu...

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PALMI. Iniziato il delicato intervento di restauro della monumentale statua di San Girolamo a Cittanova

DIOCESI OPPIDO MAMERTINA - PAL…

È iniziato il delicato...

Gli alunni del “Gemelli Careri” di Oppido Mamertina alla quinta edizione del concorso “Archivio Nazionale dei monumenti adottati dalle scuole italiane”, con un corto su “lo scoglio dell’ulivo di Palmi”

Gli alunni del “Gemelli Careri…

Il progetto didattico,...

Poste Italiane contribuisce allo sviluppo economico e sociale del paese

Poste Italiane contribuisce al…

«Nel 2019 le attività ...

Bovalino: l'Adda richiede segnaletica e spazi per disabili

Bovalino: l'Adda richiede segn…

L'associazione Adda, s...

"Distanti", il nuovo libro edito da Falzea

"Distanti", il nuovo…

di Cosimo Sframeli Un...

Respinto il ricorso della Palmese retrocessa in Eccellenza. Adesso si va al Tar

Respinto il ricorso della Palm…

di SIGFRIDO PARRE...

Poste Italiane ottiene l’attestato ISO 26000

Poste Italiane ottiene l’attes…

L’Azienda aderisce al ...

UNHCR e Intersos a Camini per la Giornata mondiale del rifugiato  Incontri e dibattiti il 23 e 24 giugno nel paese dell'accoglienza

UNHCR e Intersos a Camini per …

UNHCR (Alto commissari...

Nour Eddine Fatty e l'esilio del flautista: «Nella Locride la presentazione del libro del grande musicista»

Nour Eddine Fatty e l'esilio d…

Dice di aver sempre pe...

Prev Next

Archeotrekking, dai siti archeologici al palazzo della cultura

  •   Redazione
Archeotrekking, dai siti archeologici al palazzo della cultura

Si è svolto domenica 4 febbraio il percorso di Trekking Urbano che ha collegato i siti archeologici della città di Reggio con il polo culturale di palazzo P. Crupi.

L'evento, è nato dalle sinergie virtuose di due associazioni culturali reggine, "Meissa" e "Il GIardino di Morgana" attorno alle quali si sono coagulate l'amministrazione del Comune Reggino e quella della Città Metropolitana.

Il percorso, che ha coinvolto numerosissimi partecipanti anche da altre province calabresi, ha preso le mosse dall'area del Tempietto, un'area molto sacra per la storia di Reggio, per poi snodarsi tra i siti archeologici delle Mura Greche e delle Terme Romane sul Lungomare Falcomatà.

Successivamente i tanti curiosi si sono diretti verso il Castello Aragonese per poi concludere il percorso tra le preziosissime collezioni del Palazzo della Cultura, dove per chiudere in bellezza, l'ass. Rhegium ha regalato un'esibizione con i preziosi modellini ferroviari.

Le due associazioni culturali promotrici si sono alternate nella conduzione dell'escursione con la prima parte gestita da Il Giardino di Morgana e la parte conclusiva presso palazzo Crupi dalle preparatissime professioniste dell'ass. Meissa.

Parole di soddisfazione per Domenico Guarna, presidente dell'ass. Il Giardino di Morgana: "Tanti gli spunti positivi che vengono fuori da questa domenica all'insegna della ricchezza storica ed artistica reggina, dall'apertura dei siti archeologici, alla pulizia del sito delle Mura Greche attraverso la collaborazione tra Avr e alcuni detenuti del carcere di Arghillà, allo spirito di collaborazione tra le associazioni coinvolte e con piacere ringrazio Antonella Aricò e tutta l'ass. Meissa e l'ass. Rhegium che ci ha fatto un graditissimo regalo con la messa in funzione dei modellini. Un grazie poi alla dott. Anna Maria Franco, con la quale abbiamo pensato tempo fa di realizzare questo percorso e poi un grazie agli assessorati competenti nelle persone dell'Assessore Calabrò per il Comune e del Consigliere Quartuccio per la Città Metropolitana. Soprattutto, però, quello che mi fa sperare nel futuro è vedere la soddisfazione e l'orgoglio che nasce negli occhi, di chi sulla base di semplice fiducia, si è unito al nostro percorso. L'orgoglio, di chi s' impadronisce delle tante pagine di storia passata e moderna che questa terra può raccontare".