Menu
Corriere Locride
Windsurf - Tra Mondiali...e maturità: il reggino Scagliola continua a stupire

Windsurf - Tra Mondiali...e ma…

Prosegue nel migliore ...

Giovanni Nucera, Capogruppo “La Sinistra”, a sostegno della manifestazione unitaria Cgil, Cisl e Uil

Giovanni Nucera, Capogruppo “L…

Il capogruppo "La Sini...

Incontro all’Asp di Reggio Calabria tra i sindaci e il prefetto Meloni

Incontro all’Asp di Reggio Cal…

«Sono molte le critici...

Anas: personale e mezzi Anas impegnati nella pulizia delle gallerie e nella manutenzione del verde in provincia di Reggio Calabria

Anas: personale e mezzi Anas i…

- Pulitura delle galle...

Siderno. Il progetto "Camminando insieme verso il futuro" vince un premio di 10.000 euro

Siderno. Il progetto "Cam…

«Camminando insieme ve...

Il 21 giugno si terrà la seconda edizione della “Festa della Musica di Palmi” nell’incantevole scenario del Monte Sant’Elia

Il 21 giugno si terrà la secon…

“Orizzonti Epici - Suo...

Delianuova. Un murale per l’ufficio postale: l’opera è parte della seconda fase del progetto “PAINT - Poste e Artisti Insieme Nel Territorio”

Delianuova. Un murale per l’uf…

Inaugurata la seconda ...

“Paesaggio e Mito” un itinerario naturalistico virtuale per scoprire e riscoprire i tesori di Scilla

“Paesaggio e Mito” un itinerar…

«Il 19 giugno l’innova...

Windsurf, il reggino Francesco Scagliola primo nel campionato mondiale under 21

Windsurf, il reggino Francesco…

Ennesima soddisfazione...

Prev Next

Traffico di cocaina sull'asse Locride-Catania, quattro arresti

  •   Redazione
Traffico di cocaina sull'asse Locride-Catania, quattro arresti

Quattro persone arrestate ed un grosso carico di cocaina intercettato.

Sono i numeri dell’operazione condotta a Catania dalla polizia, che all’uscita dei caselli autostradali della A-18 a San Gregorio, ha bloccato una "spedizione" proveniente dalla Locride.

Si tratta di cinque chili e mezzo di cocaina che si trovavano nascosti sotto il sedile anteriore di una Fiat Croma, guidata da una donna, P.V.C., 39 anni, proveniente dalla Locride.

Il carico, cinque panetti, sarebbe stato scortato a distanza da un’altra vettura in cui era alla guida G.G., 43 anni, pregiudicato proprio per reati di droga, che seguiva a distanza la donna comunicando via WhatsApp.

I due sono stati fermati dai poliziotti che sapevano della possibilità di un "passaggio della spedizione" diretta a Catania e proprio grazie ai cellulari dei calabresi sono riusciti anche a risalire ai destinatari, due catanesi di 23 e 26 anni, anche loro arrestati.

Nell’abitazione dei due catanesi gli agenti hanno trovato 43.000 euro in contanti che, con ogni probabilità, servivano per pagare la "partita" di droga.

Gli arrestati sono stati rinchiusi nel carcere catanese di Piazza Lanza.