Menu
Corriere Locride
Prosegue con enorme successo il programma della Varia di Palmi 2019

Prosegue con enorme successo i…

di Sigfrido Parrello -...

“Terra Mia - non è il paese dei santi”: Cosimo Sframeli è tra i protagonisti del docufilm di Ambrogio Crespi

“Terra Mia - non è il paese de…

«Grazie ai veri coragg...

Elezioni Regionali: nota stampa dei sindaci di Cittanova, San Giorgio Morgeto e Santo Stefano d'Aspromonte

Elezioni Regionali: nota stamp…

«Il valore della nostr...

“La Calabria è talento”: gli Arangara domani a San Pietro di Caridà

“La Calabria è talento”: gli A…

Armando Quattrone, sta...

Nota stampa dei sindaci di Monasterace, Bivongi e Pazzano sulle candidature alle prossime elezioni regionali

Nota stampa dei sindaci di Mon…

«Le imposizioni dall'a...

Nota stampa del Partito Comunista: «né con Salvini né col PD»

Nota stampa del Partito Comuni…

Il Partito Comunista, ...

Storie, note e sapori della nostra Terra al castello Ruffo di Scilla con Maria Barresi, autrice de "L'essenza della Felicità"

Storie, note e sapori della no…

Evento promosso dalla ...

Siderno (RC): a Palazzo Falletti, per "L'Ulisse calabrese" la presentazione del romanzo "Omero al Faro" di Mimmo Rando (Rubbettino)

Siderno (RC): a Palazzo Fallet…

Ci sono Omero, il cant...

Addio a don Cosimo Simone, papà del Presidente della Palmese e mitico custode del “Lopresti”

Addio a don Cosimo Simone, pap…

di Sigfrido Parrello -...

Al via la Varia di Palmi: dal 10 al 25 agosto la grande festa della Calabria

Al via la Varia di Palmi: dal …

Giancarlo Giannini, Lu...

Prev Next

Narcotraffico: 16 arresti della Guardia di finanza di Catania, l'organizzazione aveva ramificazioni attive a Torino, Siena e Reggio Calabria

 CATANIA, 10 MAG - La Guardia di finanza di Catania ha eseguito 16 arresti disarticolando due organizzazioni che importavano droga da Spagna e Sud America e che pur avendo come base operativa il capoluogo etneo aveva ramificazioni attive a Torino, Siena e Reggio Calabria.
Militari delle Fiamme gialle del Gico hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip su richiesta della Procura distrettuale, che ipotizza a vario titolo i reati di associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti e al commercio di hashish, marijuana, cocaina ed eroina.
Una prima fase delle indagini svolte dal nucleo di Polizia economico-finanziaria di Catania, denominata 'Stop and Go', ha portato tra gennaio 2016 e maggio 2017 all'arresto in flagranza di reato di 27 persone e al sequestro complessivo di circa 100 chili di hashish, 70 di marijuana, 10 di cocaina e 4 di eroina.
Il valore della droga, destinato al mercato della Sicilia orientale, avrebbe sfruttato oltre 5 milioni di euro.
Un primo sodalizio, ricostruisce la guardia di finanza, era composto dai fratelli Maggiore: Alfio Giuseppe, di 31 anni, cantante neomelodico napoletano noto come 'Graziano', Giuseppe, di 54, e Orazio Valentino. Nello stesso gruppo, secondo l'accusa, operano anche Vincenzo Oneto, di 58 anni, palermitano, e Daniele Stivala, di 32, che si occupavano di procurarsi rilevanti quantitativi di hashish ed eroina a Torino per poi trasportarla a Catania rivendendola all'ingrosso ai fornitori di 'piazze' di spaccio nei quartieri di Librino, San Cristoforo e Villaggio Sant'Agata. Dello stesso sodalizio, sostiene la Procura, facevano parte anche Gianluca Giarrusso, di 37 anni, arrestato nel marzo 2017, destinatario di un carico di 27 kg di hashish che era nascosto in una cassa di legno per vini; Omar Sacco, di 35 anni, e Marco Gallo Cassarino, di 34, organizzatori di due compravendite: una di cocaina in Calabria e destinata alle 'piazze' di Catania e una di hashish da Torino per il mercato della Sicilia orientale. Arrestato anche Salvatore Stivala, di 39 anni, ritenuto uno dei promotori di una compravendita di hashish sulla rotta Torino-Catania.
Il secondo gruppo, anch'esso con proiezioni internazionali, alimentava le 'piazze' di spaccio di Siracusa. Secondo la Procura di Catania vi facevano parte: Angelo Messina, di 72 anni, come committente e acquirente finale; Gino Guzzardi, di 52, organizzatore dell'importazione di cocaina da Santo Domingo e dalla Colombia; Emanuele Bussoletti, di 53, e Simonetta Mazzolai, di 63, 'corrieri' di droga; e i dominicani Leandro De Jesus 'Leon' Herasme Matos , di 46 anni, e Bizchmar Capellan Gomeris (cl. 1973), fornitori di cocaina. I due sudamericani sono accusati di avere fatto arrivare in Sicilia due consegne 'prova' intercettate dalla guardia di finanza di Catania: una dalla Spagna alla Sicilia, nel marzo 2016 a Genova, con 1,6 kg di cocaina nascosta nella batteria dell'autovettura in uso al corriere; la seconda, sempre sulla rotta Liguria-Sicilia, nel settembre dello stesso anno, con 2,6 kg di cocaina occultati all'interno di un 'tower' (diffusore acustico) trasportato come valigia da uno dei corrieri bloccato appena giunto con un treno alla stazione ferroviaria del capoluogo etneo

Leggi tutto

Sabbiarossa Edizioni al Salone del libro di Torino: ripartenza per una nuova narrazione della Calabria

«Non facciamo come capita troppo spesso, quando tornando a casa veniamo schiacciati dalla quotidianità e dimentichiamo l'orizzonte disegnato insieme»: questa la speranza dei giornalisti e scrittori Paola Bottero e Alessandro Russo lasciando Torino. Mentre volge al termine la 31ma edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino, che sarà ricordata come quella delle grandi affluenze, mentre al Lingotto i riflettori si spengono e ciascuno si prepara al rientro, è molto forte la speranza di essere stati testimoni di una ripartenza per una nuova narrazione, in cui leggere diventi, anche in Calabria, un qualcosa di importante da condividere, proteggere e far crescere.

I fondatori di Sabbiarossa, uno dei 13 editori che hanno animato lo stand della Regione Calabria, non hanno dubbi: «È finito il tempo di "lamentarsi come ipotesi", per citare il grande Voltarelli. Quando ci siamo accorti che il giornalismo, locale e nazionale, non riusciva a superare gli stereotipi negativi e non bastava a ricostruire una narrazione della Calabria aderente alla realtà, abbiamo iniziato a cercare altri mezzi, altri modi.   Da ormai più di dieci anni costruiamo occasioni per far conoscere la nostra regione a giornalisti, registi, premi Oscar, scrittori, intellettuali: insieme ad una nuova narrazione che portiamo avanti con la nostra casa editrice c'è anche bisogno di far conoscere dal vero le meraviglie di questa nostra terra. Il lavoro è lungo, ma pieno di soddisfazioni, che potrebbero essere ancora maggiori se riuscissimo ad avere una vision unitaria ed unita. Noi stiamo continuando a farlo: proprio stamattina abbiamo delineato i passaggi fondamentali di un progetto importante, fatto di sinergie e condivisioni. Speriamo di poterlo ampliare a quanti più attori possibili: non solo agli scrittori incontrati al Salone, ma soprattutto alla Regione attraverso il Presidente Irto, da sempre attento ad ogni sollecitazione culturale, e l'assessore Corigliano, che inizia un percorso di (ri)costruzione che è di cucitura e di messa in rete delle immense potenzialità culturali della nostra terra».

Sabbiarossa Edizioni è stata presente al Salone del Libro di Torino con alcuni dei suoi titoli più recenti. Sabato ha partecipato, con Paola Bottero, all'incontro con gli scrittori Carmine Abate, Giuseppe Aloe, Ettore Castagna, Gioacchino Criaco, Domenico Dara, Nicola Fiorita, Mimmo Gangemi, Olimpio Talarico e con i rappresentanti istituzionali Irto e Corigliano (la tavola rotonda dal titolo "la regione degli scrittori per una nuova narrazione della Calabria" è stata moderata da Filippo Veltri). Domenica con la presentazione, moderata da Alessandro Russo, del libro "Sono un ragazzo di paese" di Nino Mallamaci, collana Memorie.

Leggi tutto

Regione Calabria. Corigliano: «A Torino c'è una Calabria che guarda al futuro»

"Una regione che guarda al futuro, forte della sua tradizione intellettuale, con l'obiettivo di puntare sulla cultura come motore di sviluppo. È il ritratto della Regione Calabria che si presenta in questi giorni al Salone Internazionale del Libro di Torino". Ha tenuto a sottolinearlo l'assessore regionale alla cultura, beni culturali e pubblica istruzione Maria Francesca Corigliano. "Siamo presenti al Salone del Libro di Torino con un'offerta articolata, diversificata e qualificata" ha puntualizzato l'assessore Corigliano, sottolineando il numero di scrittori, intellettuali ed editori che animano quest'anno il programma. L'assessore regionale alla cultura ha posto l'attenzione su quest'aspetto: "Questo programma è la testimonianza della progettualità di tutti gli attori della cultura calabrese, dalle piccole realtà alle associazioni, agli istituti, alle fondazioni." Sempre l'assessore Corigliano: "Il merito di questa vivacità va innanzitutto al lavoro e all'entusiasmo della nostra imprenditoria. Si tratta di un'imprenditoria sana e positiva". L'impegno della Regione Calabria non può che essere quello di promuovere questo fermento culturale: "È un terreno fertile da coltivare con cura e dedizione. La Regione è pronta a fare gioco di squadra con gli operatori culturali del territorio, sostenendo i loro progetti attraverso bandi pubblici" ha concluso l'assessore alla cultura Maria Francesca Corigliano.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed