Menu
Corriere Locride
Metrocity, a Palazzo Alvaro la prima riunione dell’Ufficio del Garante Infanzia

Metrocity, a Palazzo Alvaro la…

Si è tenuta mercoledì ...

Lettera aperta di Nuccio Azzarà al commissario dell'azienda ospedaliera del G.o.m. avv. Vittorio Prejanò

Lettera aperta di Nuccio Azzar…

Riceviamo e pubblichia...

Siderno: le associazioni del borgo si mobilitano

Siderno: le associazioni del b…

«Massimo impegno dei C...

Furfaro e Zavettieri: «quali strategie per combattere la 'ndrangheta?!»

Furfaro e Zavettieri: «quali s…

«Da amministratori pub...

Sindacato in lutto si è spento a 67 anni Domenico Serranò: «Grande dirigente ma soprattutto grande Amico»

Sindacato in lutto si è spento…

«La Cisl Funzione Pubb...

Roccella. Domenica 17 febbraio si terrà un evento internazionale sul tema delle migrazioni e della solidarietà tra popoli

Roccella. Domenica 17 febbraio…

“Per un Mediterraneo d...

Regione Calabria. Operativi i tirocini per l'inserimento lavorativo di persone in condizioni di fragilità

Regione Calabria. Operativi i …

Adottato un altro prov...

Agricoltura: primo voto chiave del Parlamento UE sulla PAC

Agricoltura: primo voto chiave…

La Commissione per l’A...

Al Teatro Città di Locri il 16 febbraio in scena “La Malafesta” con Rino Marino e Fabrizio Ferracane

Al Teatro Città di Locri il 16…

«Una pièce di grande s...

“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”. Il Direttivo dell’Associazione esprime apprezzamento per le dichiarazioni del Ministro per il Sud

“Basta Vittime Sulla Strada St…

«Nuova S.S.106: aspett...

Prev Next

Reggio Calabria. Sabato 26 gennaio si è tenuta la presentazione del partito ‘Popolari per l’Italia’

«Riportare i giovani in Calabria per un futuro migliore: il Partito Popolari per l’Italia si presenta a Reggio Calabria».

«Si è tenuta sabato 26 gennaio a Reggio Calabria la presentazione del partito ‘Popolari per l’Italia’. Lavori turbati da una spiacevole quanto dannosa vicenda. La location individuata come luogo della presentazione (ovvero la biblioteca di Palazzo Corrado Alvaro) si è resa improvvisamente indisponibile a pochi minuti dall’orario previsto dei lavori.

Cancelli chiusi a Palazzo Alvaro, non solo metaforicamente. Lo staff della Città Metropolitana si è giustificato parlando di ‘equivoco’, il triste episodio ha costretto quanti erano venuti per assistere ai lavori del nuovo partito ad una lunga attesa sotto la pioggia. Tanto che gli organizzatori dell’evento hanno dovuto trovare una nuova location in fretta e furia, con il comprensibile malumore di chi si era presentato a Palazzo Alvaro per assistere all’evento.

Individuata nella sede del partito (situata a in Via Mazzini 28/c) la nuova location, si è potuto procedere con l’inizio della presentazione. Lavori introdotti da Franco Cuzzocrea, Segretario e referente del partito per la città di Reggio Calabria.

“Ringrazio l’On. Niro e la coordinatrice Fabiano per la fiducia e la presenza, mi hanno dato l’opportunità di fare politica nella mia città e posso così dare seguito alla mia passione. Reggio vive una fase di sconforto, i giovani in particolare vedono terra bruciata attorno a loro e appena possibile migrano altrove. Non si può pensare però ad un futuro per questa terra senza quella che è la linfa vitale, le migliori energie di oggi e del domani. Io sono per una politica concreta e del fare –assicura Cuzzocrea- ci sono diverse cose che non vanno e credo sia arrivato il momento di ripartire”.

La coordinatrice regionale Delly Fabiano ha sottolineato i motivi che hanno portato alla scelta di Franco Cuzzocrea come referente del partito per Reggio Calabria: “Conosciamo bene il suo impegno nel mondo dei giovani, sono idee che il nostro partito sposa e condivide pienamente. La Calabria attraversa una fase molto complicata, è necessario impegnarsi per aiutare i calabresi a superare questa forma di rassegnazione che sembra avere preso il sopravvento su ogni tentativo di crescita e di sviluppo.  La presenza dell’On. Niro sottolinea l’importanza di questa presentazione, non posso nascondere l’amarezza per quanto accaduto a Palazzo Alvaro. Ritengo che questa vicenda–dichiara Delly Fabiano- sia di una gravità che lascia senza parole”.

Chiusura dei lavori affidata all’On. Vincenzo Niro, Vice Presidente nazionale del partito Popolari per l’Italia.

“Abbiamo bisogno dei giovani, non possiamo che rivolgerci a loro nella speranza di far ripartire il nostro territorio. Nel 2014, in occasione della mia ultima visita a Reggio Calabria, ho visto una città disastrata, alla deriva. La Calabria è una terra trascurata, che deve assolutamente rialzarsi. I giovani non hanno bisogno di misure come il reddito di cittadinanza, che non è la vera risposta ai problemi. Franco Cuzzocrea, in questa città, dovrà parlare soprattutto a loro, dialogando di vera politica”.

L’On. Niro, prima della conclusione dei lavori, ha fatto un bilancio regionale e nazionale del partito Popolari per l’Italia, movimento nato nel 2014 e che ha ottenuto risultati sempre crescenti. “Ringrazio la coordinatrice Delly Fabiano in pochi mesi ha svolto un ottimo lavoro sul territorio. Il nostro partito è in costante crescita, il 7.5% ottenuto alle ultime regionali in Molise ne sono testimonianza concreta. Vogliamo creare un’area moderata di destra, liberale e propositiva, escludendo idee politiche che non ci appartengono come quelle di estrema destra”».

Leggi tutto

Reggio. I volontari del sangue di Gallina rispodono all’appello del Grande Ospedale Metropolitano

E’, al solito, emergenza sangue. Il periodo invernale con il picco influenzale che decima i donatori, ha naturalmente una ricaduta fortemente negativa sulle cure che l’Ospedale della città (il cui bacino di utenza, già di per sè sufficientemente vasto diventa, spesso, extraprovinciale), e manda in crisi il sistema. All’accorato appello di questi giorni di Alfonso Trimarchi, Direttore del Servizio Immunotrasfusionale del G.O.M., ed all’intensa e costante compagna di sensibilizzazione e fidelizzazione messa in campo da Francesca Modafferi, Presidente dell’AVIS di base di Gallina, e dal suo Gruppo, hanno risposto con il solito generoso slancio, campioni di solidarietà, i fantastici donatori del collinare quartiere reggino. Venti unità di sangue che regalano una boccata d’ossigeno (è proprio il caso di dirlo), a chi ne ha bisogno. Ed un esempio di educazione civica che, ci auguriamo, possa diventare virale. Domenico Minniti Direttore Sanitario AVIS di base Gallina

Leggi tutto

Reggio. «Tante parole nei palazzi ma poca acqua nelle case: invitiamo il sindaco a confrontarsi sul tema nella nostra sede»

Riceviamo e pubblichiamo - «C’è chi riesce a rendere le parole in fatti compiuti e tangibili - ovvero ben visibili da tutti ed in maniera oggettiva - e chi invece resta alle sole parole. E ieri, durante una conferenza stampa a Palazzo San Giorgio, di parole ne sono scorse a fiumi. Ciò che non scorre in città, però, continua a essere l’acqua, e questa “sete” è un fatto lampante. Il perché, a nostro modesto parere, vogliamo ribadirlo: non basta immettere enormi masse d’acqua nelle reti idriche ma bisogna soprattutto gestire le condotte in modo utile per la città. Mentre, quindi, si pontifica in lunghimonologhi su un’opera ereditata e realizzata solo parzialmente, l’acqua manca proprio ora che è inverno, cosa mai accaduta prima.

Continuiamo a chiederci, allora, qualcuno dei parolieri ha considerato che la rete idrica andava prima verificata e poi adeguata alla maggiore pressione cui sarebbe stata sottoposta con il nuovo apporto dal Menta? Tant’è vero che sono continue le perdite idriche in città probabilmente causate anche dalla maggiore immissione di acqua nelle condotte.

Qualcuno dei parolieri ha verificato lo stato dell’arte dei nuovi allacci per sostituire la vecchia rete con la nuova già realizzata negli anni passati in molte zone della città, o c’era solo la fretta di tagliare nastri?

Posto che ci sembra assurdo che non si conosca la mappatura delle reti, soprattutto di quelle più recenti, qualcuno dei parolieri è a conoscenza che di notte - mentre la gente dorme e le attività commerciali sono chiuse - nel solo Centro Storico risultano consumati centinaia di litri al secondo che probabilmente finiscono dispersi nel sottosuolo?

Ed ancora, qualcuno dei parolieri ci spieghi come pensa di pagare a Sorical i milioni di litri che sta sprecando immettendo acqua senza alcun controllo preventivo e senza alcun sistema adeguato di manutenzione e controllo? A quest’ultima possiamo rispondere noi: pagano i reggini!, sono bollette altro che chiacchiere!

Domande sul presente e sul futuro della nostra amata Reggio e dei suoi cittadini che la vivono quotidianamente e che attendono risposte esaustive. Invitiamo, quindi, sin da subito il sindaco per un dibattito pubblico in cui confrontarci insieme con la città intera sul problema idrico e su tanti altri problemi. Con l’occasione il sindaco potrà anche sincerarsi che il salotto della nostra sede è tutt’altro che uno stanzino ma un luogo di cultura e partecipazione dove riverbera ancora la riflessione del buon Tommaso Campanella (martire per il libero pensiero) che recita:“io nacqui a debellar tre mali estremi: tirannide, sofismi ed ipocrisia”».

#AmaReggio / Stanza 101 – Cenacolo Culturale Impertinente    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leggi tutto
Subscribe to this RSS feed