Menu
Corriere Locride
“Innocenti”, la Scuola di Recitazione della Calabria in scena giovedi 20 febbraio a Cittanova

“Innocenti”, la Scuola di Reci…

Andrà in scena giovedì...

Cinquefrondi. "Stato di degrado delle strade": Il Sindaco scrive alla Città Metropolitana di Reggio Calabria

Cinquefrondi. "Stato di d…

COMUNE DI CINQUEFRONDI...

Cinquefrondi. La fondazione Lanzino ed il Comune sottoscrivono protocollo di intesa. Il 22 febbraio presentazione del progetto

Cinquefrondi. La fondazione La…

In data odierna l'Am...

Nota stampa di Uil - Fp su: «emergenza carenza farmaci nella farmacia del Presidio Ospedaliero di Locri»

Nota stampa di Uil - Fp su: «e…

«Siamo venuti casualme...

Operazione “Polo Solitario”: «Revocata la misura cautelare a Teresa Ammendola»

Operazione “Polo Solitario”: «…

Nell’ambito dell’”Oper...

Siderno. Sabato 8 febbraio da MAG si presenta la raccolta poetica di Antonio Pileggi

Siderno. Sabato 8 febbraio da …

Sensazioni. Visioni. I...

Tre giorni contro le mafie a Vibo Valentia per la rinascita del Sud

Tre giorni contro le mafie a V…

«E’ una libera scelta,...

Bovalino. Ingresso libero per il match di domenica prossima Gallico - Catona

Bovalino. Ingresso libero per …

#NextMatch #Boval...

Siderno. Progettazione sociale: «le periferie Sidernesi ottengono l’ennesimo riconoscimento»

Siderno. Progettazione sociale…

La proposta progettual...

Santo Biondo (Segretario generale Uil Calabria) chiede un confronto con i candidati governatori

Santo Biondo (Segretario gener…

Sant’Eufemia - Lamezia...

Prev Next

Siderno: Il funzionario comunale Vincenzo Errigo indagato per associazione mafiosa

  •   Fonte: Telemia
Siderno: Il funzionario comunale Vincenzo Errigo indagato per associazione mafiosa Siderno: Il funzionario comunale Vincenzo Errigo indagato per associazione mafiosa
Continuano a manifestarsi gli strascichi dell'operazione "La morsa sugli appalti". A distanza di poche settimane ecco arrivare un nuovo avviso di garanzia, diretto, questa volta, a Vincenzo Errigo. Il funzionario del Comune di Siderno sarebbe indagato per associazione mafiosa. Dai verbali pare che in data 8 settembre, giorno in cui scattò il blitz coordinato dall'antimafia di Reggio di Calabria, sia stata eseguita anche una perquisizione a casa di Errigo. Azione che avrebbe permesso di sequestrare importanti documenti riguardanti i lavori di messa in sicurezza della discarica denominata "Timpe bianche". Il nome di Errigo sarebbe legato alla Geoambiente S.r.l. la società di Belpasso che si aggiudicò l'appalto per la raccolta dei rifiuti a Siderno nel 2011.
 
Dal fiume di informazioni messe a verbale durante l'indagine "La morsa", informazioni raccolte soprattutto dalla  voce di Commisso Giuseppe, alias "u mastru", è stato portato alla luce il radicato sistema di estorsioni vigente tra Marina di Gioiosa Jonica e Siderno. Punto focale di tutta l'inchiesta ancora una volta la lavanderia “Apegreen” sita in Siderno. Presso la lavanderia sita al primo piano del centro commerciale "I portici" di Siderno, infatti, il Mastro riceveva la visita quotidiana di numerosi affiliati, alcuni dei quali giungevano anche dall’estero, per esempio dal Canada, e discuteva a vasto raggio e senza ricorrere ad alcuna cautela, neanche quella ben nota del ricorso ad un lessico criptico, di piani strategici, di alleanze con gli altri clan, delle cariche attribuite, della tutela e degli interessi della “famiglia”, di nuovi criteri per riorganizzare l’assetto generale dell’organizzazione. Il tutto si è tradotto, stando a quanto riportato dalle oltre 1200 pagine dell'ordinanza di "La morsa", in una vera e propria ammissione dell’esistenza e della piena attualità dei sodalizi in oggetto, rappresentando nel contempo una sorta di “confessione”.