Menu
Corriere Locride
Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Taurianova. Tutto pronto per l’edizione 2018 del Carnevale Taurianovese

Taurianova. Tutto pronto per l…

La cittadina della Pia...

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il contratto per 1,2 mln di dipendenti”

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il …

Madia: “Rinnovo ricono...

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il capolista del collegio plurinominale Calabria 2 presenterà la "Lista del Popolo"

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il …

Domani- Venerdi 9 Febb...

Reggio. Sabato 10 febbraio si terrà la presentazione del libro di Michele Cannavò "Scatti di luci"

Reggio. Sabato 10 febbraio si …

"Scatti di luce, ...

Locri. Venerdì 9 Febbraio il Circuito Teatrale "Teatro Sud Calabria" presenta: "Felici Matrimoni"

Locri. Venerdì 9 Febbraio il C…

Felici Matrimoni: ...

Prev Next

Sant'Ilario. Assenteismo al Comune, 11 misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

  •   Redazione
Sant'Ilario. Assenteismo al Comune, 11 misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

11 dipendenti comunali avrebbero abbandonato il posto di lavoro, durante le ore di servizio, per sbrigare faccende personali. Agli stessi sono state notificate dai carabinieri altrettante misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Le accuse sono: truffa aggravata e continuata, attestazione fraudolenta della presenza in servizio, abuso d'ufficio e peculato.
E' stato il gip del Tribunale di Locri su richiesta della Procura che ha coordinato le indagini svolte nell'arco di tempo che va da settembre 2016 a gennaio 2017, ad emettere i provvedimenti cautelari. Le indagini attuate anche attraverso pedinamenti e riprese video dimostrerebbero che i dipendenti si allontanavano dopo avere attestato falsamente la propria presenza in ufficio eludendo il sistema di rilevazione elettronica.