Menu
Corriere Locride
L’appello alla Regione di Federalberghi Vibo Valentia: «Ci manca un assessorato al Turismo»

L’appello alla Regione di Fede…

Da ripensare il modo d...

Siderno (RC): “L’amore al tempo dei voucher”, alla Calliope Mondadori il romanzo di Loredana Mazzone e Beppe Liotta

Siderno (RC): “L’amore al temp…

Tra colloqui di lavoro...

Agriturismo: colmare subito il grave “vulnus” nella Legge Regionale che penalizza i giovani, il diritto della continuità dell’attività e gli investimenti

Agriturismo: colmare subito il…

La Regione predisponga...

Reggio. Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri: «Violenze in corsia: ora basta»

Reggio. Ordine dei Medici Chir…

Riceviamo e pubblichia...

XXVI anniversario delle stragi di Capaci e di Via D’Amelio: concerto a Palermo dell’Orchestra Giovanile "Giuseppe Scerra"

XXVI anniversario delle stragi…

Il Concerto dell’Orche...

Siderno (RC): Anna Luana Tallarita alla libreria Calliope Mondadori con il suo saggio “Il potere del potere”

Siderno (RC): Anna Luana Talla…

La parola quale luogo ...

Locri, gli studenti dell'alberghiero in visita a Montecitorio

Locri, gli studenti dell'alber…

Un'esperienza indiment...

Windsurf – Il reggino Scagliola sfiora la vittoria di categoria in Germania

Windsurf – Il reggino Scagliol…

Nessun rimpianto. Fran...

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 maggio presentazione della lista e del programma di Gioiosa bene comune – sindaco Salvatore Fuda

Gioiosa Ionica. Venerdì 25 mag…

GIOIOSA BENE COMUNE pr...

Siderno. Giovedì 24 maggio da “MAG. La ladra di libri” l'incontro con Mario Nirta, Cosimo Papandrea e Pino Carella

Siderno. Giovedì 24 maggio da …

Un pomeriggio all’inse...

Prev Next

Sant'Ilario. Assenteismo al Comune, 11 misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

  •   Redazione
Sant'Ilario. Assenteismo al Comune, 11 misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria

11 dipendenti comunali avrebbero abbandonato il posto di lavoro, durante le ore di servizio, per sbrigare faccende personali. Agli stessi sono state notificate dai carabinieri altrettante misure cautelari di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Le accuse sono: truffa aggravata e continuata, attestazione fraudolenta della presenza in servizio, abuso d'ufficio e peculato.
E' stato il gip del Tribunale di Locri su richiesta della Procura che ha coordinato le indagini svolte nell'arco di tempo che va da settembre 2016 a gennaio 2017, ad emettere i provvedimenti cautelari. Le indagini attuate anche attraverso pedinamenti e riprese video dimostrerebbero che i dipendenti si allontanavano dopo avere attestato falsamente la propria presenza in ufficio eludendo il sistema di rilevazione elettronica.