Menu
FanduCorriere Locride
Abilitati in Romania. Il consiglio di stato accoglie definitivamente l’appello: la abilitazione all’insegnamento in Romania e il titolo di studio conseguito in Italia non necessita di mutuo riconoscimento. Il Miur ha violato l’art.45 tfue e l’art.1

Abilitati in Romania. Il consi…

«Di particolare import...

Reggio. Alla ricerca del verde pubblico tra incuria e abbandono

Reggio. Alla ricerca del verde…

«La vicenda della riap...

Poste Italiane tra le aziende più attrattive del mondo del lavoro per gli studenti universitari Calabresi

Poste Italiane tra le aziende …

«L’Azienda, guidata da...

Giovani Avvocati reggini - traguardi e prospettive

Giovani Avvocati reggini - tra…

Lo scorso 20 Luglio 20...

Gioiosa Jonica (RC): Al via il FilMuzik Art Festival

Gioiosa Jonica (RC): Al via il…

FilMuzik arts festival...

Poste Italiane: prosegue il piano di riaperture da lunedì 27 luglio torna disponibile l’ufficio di Locri1

Poste Italiane: prosegue il pi…

Reggio Calabria, 23 lu...

Reggio. “Scatti tra Cielo e Terra: l’Astronomia per la legalità e l’inclusione sociale”

Reggio. “Scatti tra Cielo e Te…

«Venerdì a Palazzo Cor...

EasyPark arriva a Roccella Ionica: «ora la sosta si paga anche con l’app»

EasyPark arriva a Roccella Ion…

21 luglio 2020 Da ogg...

A Sant'Ilario dello Jonio : La mostra di Celestino Gagliardi, il racconto di Rehab, l'incontro con Lou Palanca e il loro "Mistero al Cubo", la musica di Gabriele Albanese con la partecipazione speciale di Paolo Sofia

A Sant'Ilario dello Jonio : La…

Venerdì 17 luglio 2020...

In Calabria la finale nazionale delle Olimpiadi di Astronomia: «Il Planetarium Pythagoras scelto tra le 12 sedi nazionali»

In Calabria la finale nazional…

La finale nazionale 20...

Prev Next

Sant'Eufemia d'Aspromonte. 3 arresti per detenzione di armi

  •   Redazione
Sant'Eufemia d'Aspromonte. 3 arresti per detenzione di armi

Nella serata di giovedì, i Carabinieri di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli ed i Cacciatori “Calabria” hanno arrestato tre soggetti per detenzione di armi clandestine. I militari dell’Arma hanno colto in flagranza di reato LUPPINO FRANCESCO cl’88, LUPPINO DOMENICO cl’58 e LEONELLO DOMENICO cl’78 mentre si trovavano in un terreno di sua proprietà, all’interno del quale a seguito di perquisizione locale, sono stati trovati cinque fucili con matricola abrasa e più di quattrocento munizioni di vario calibro.

L’arsenale è stato scoperto a conclusione di una vasta attività di rastrellamento, svolta dai  militari dell’Arma per la ricerca di armi, coordinata dal Capitano LEGA, Comandante della Compagnia Carabinieri di Palmi.

Le armi erano state abilmente occultate all’interno di tubi, poi completamente interrati, al fine di renderne difficile il ritrovamento.

Tutti i fucili e le munizioni sono stati sequestrati per essere poi successivamente trasmesse al RIS di Messina per le analisi balistiche.

Completate le formalità di rito, gli arrestati sono stati trasferiti alla casa circondariale di Palmi.