Menu
Corriere Locride
Oliverio presenta un romanzo di Mimmo Gangemi in Cittadella

Oliverio presenta un romanzo d…

Il Presidente della Re...

Regione Calabria. Minori stranieri non accompagnati, incontro con l'assessore Robbe

Regione Calabria. Minori stran…

“I minori non sono pro...

Taurianova. Il Comune organizza la prima Edizione del Concorso d’Arte “Alessandro Monteleone”

Taurianova. Il Comune organizz…

L’Amministrazione comu...

Vivi apprezzamenti per la 7° edizione del Corteo Storico Carafa di Roccella

Vivi apprezzamenti per la 7° e…

I ringraziamenti dell’...

Lamezi: Gli appuntamenti in programma per la prima giornata di Trame.8 Festival dei Libri sulle mafie

Lamezi: Gli appuntamenti in pr…

L'inaugurazione del Fe...

Ospedale Metropolitano di Reggio: doppio intervento cuore-cervello

Ospedale Metropolitano di Regg…

(ANSA) - REGGIO CALABR...

Siderno. Venerdì 22 l'associazione “Amici del Libro e della Biblioteca” e “MAG. La ladra di libri” presentano il libro “Dal Vangelo secondo la 'ndrangheta”

Siderno. Venerdì 22 l'associaz…

L'associazione “Amici ...

La Calabria porta a "Fico Eataly World" la merenda di una volta

La Calabria porta a "Fico…

Le merende dei nonni t...

Al via domani Trame. 8, Nicola Gratteri tra i protagonisti della prima giornata

Al via domani Trame. 8, Nicola…

Tutto pronto per l'ott...

Windsurf. Il reggino Scagliola protagonista in Sardegna

Windsurf. Il reggino Scagliola…

Periodo più intenso de...

Prev Next

Sant'Eufemia d'Aspromonte. 3 arresti per detenzione di armi

  •   Redazione
Sant'Eufemia d'Aspromonte. 3 arresti per detenzione di armi

Nella serata di giovedì, i Carabinieri di Sant’Eufemia d’Aspromonte e Sinopoli ed i Cacciatori “Calabria” hanno arrestato tre soggetti per detenzione di armi clandestine. I militari dell’Arma hanno colto in flagranza di reato LUPPINO FRANCESCO cl’88, LUPPINO DOMENICO cl’58 e LEONELLO DOMENICO cl’78 mentre si trovavano in un terreno di sua proprietà, all’interno del quale a seguito di perquisizione locale, sono stati trovati cinque fucili con matricola abrasa e più di quattrocento munizioni di vario calibro.

L’arsenale è stato scoperto a conclusione di una vasta attività di rastrellamento, svolta dai  militari dell’Arma per la ricerca di armi, coordinata dal Capitano LEGA, Comandante della Compagnia Carabinieri di Palmi.

Le armi erano state abilmente occultate all’interno di tubi, poi completamente interrati, al fine di renderne difficile il ritrovamento.

Tutti i fucili e le munizioni sono stati sequestrati per essere poi successivamente trasmesse al RIS di Messina per le analisi balistiche.

Completate le formalità di rito, gli arrestati sono stati trasferiti alla casa circondariale di Palmi.