Menu
Corriere Locride
Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Taurianova. Tutto pronto per l’edizione 2018 del Carnevale Taurianovese

Taurianova. Tutto pronto per l…

La cittadina della Pia...

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il contratto per 1,2 mln di dipendenti”

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il …

Madia: “Rinnovo ricono...

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il capolista del collegio plurinominale Calabria 2 presenterà la "Lista del Popolo"

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il …

Domani- Venerdi 9 Febb...

Reggio. Sabato 10 febbraio si terrà la presentazione del libro di Michele Cannavò "Scatti di luci"

Reggio. Sabato 10 febbraio si …

"Scatti di luce, ...

Locri. Venerdì 9 Febbraio il Circuito Teatrale "Teatro Sud Calabria" presenta: "Felici Matrimoni"

Locri. Venerdì 9 Febbraio il C…

Felici Matrimoni: ...

Prev Next

San Pietro di Caridà (RC). Arrestati due fratelli con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

  •   Redazione
San Pietro di Caridà (RC). Arrestati due fratelli con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio

Il 5 ottobre scorso, nel corso di un servizio antidroga a San Pietro di Caridà, i Carabinieri della Stazione di Serrata, hanno arrestato due fratelli, LAMARI Pino di 35 anni e Saro di 36 anni, con l’accusa di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

In particolare, i militari dell’Arma, a seguito di una perquisizione domiciliare, hanno sorpreso i due fratelli in possesso di quasi 8 kg  marijuana, in parte già suddivisa in 12 buste di plastica termo sigillate ed in parte nascosta sotto il letto in attesa dell’essicazione.

Al dettaglio, l’ingente quantitativo di sostanza rinvenuta, evidentemente destinata alle principali piazze di spaccio della provincia reggina, avrebbe fruttato 15 mila euro.

I fratelli LAMARI, a seguito della convalida dell’arresto, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Palmi, mentre la droga sequestrata sarà trasmessa al RIS di Messina per le analisi tossicologiche del caso.