Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Reggio. Teatro della Girandola, Terza stagione della rassegna “Approdi”: Cartellone teatrale 2017

Reggio. Teatro della Girandola…

Il Teatro della Girand...

Prev Next

San Ferdinando. Arrestato un 47enne: dovrà scontare 11 mesi agli arresti domiciliari

  •   Redazione
San Ferdinando. Arrestato un 47enne: dovrà scontare 11 mesi agli arresti domiciliari

Il 15 Maggio 2017, a San Ferdinando (RC), i militari della locale Stazione Carabinieri, in ottemperanza all’Ordine di esecuzione per l’espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palmi – Ufficio Esecuzioni Penali, rintracciavano e traevano in arresto CONDINA Rocco Maurizio quarantasettenne milanese di fatto residente a San Ferdinando, perché riconosciuto colpevole di aver violato, nel 2009, gli obblighi derivanti dalla misura di prevenzione personale della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza cui era sottoposto all’epoca dei fatti.

L’arrestato, che deve espiare la pena residua di 11 mesi e 28 giorni di reclusione, al termine degli adempimenti di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione come disposto dall’Autorità Giudiziaria.