Menu
Corriere Locride
Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Taurianova. Tutto pronto per l’edizione 2018 del Carnevale Taurianovese

Taurianova. Tutto pronto per l…

La cittadina della Pia...

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il contratto per 1,2 mln di dipendenti”

Scuola. Fedeli: “Rinnovato il …

Madia: “Rinnovo ricono...

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il capolista del collegio plurinominale Calabria 2 presenterà la "Lista del Popolo"

Reggio. Venerdi 9 Febbraio il …

Domani- Venerdi 9 Febb...

Reggio. Sabato 10 febbraio si terrà la presentazione del libro di Michele Cannavò "Scatti di luci"

Reggio. Sabato 10 febbraio si …

"Scatti di luce, ...

Locri. Venerdì 9 Febbraio il Circuito Teatrale "Teatro Sud Calabria" presenta: "Felici Matrimoni"

Locri. Venerdì 9 Febbraio il C…

Felici Matrimoni: ...

Prev Next

Palmi. Sequestrati beni per oltre 200.000 euro ad un pregiudicato 50enne

  •   Redazione
Palmi. Sequestrati beni per oltre 200.000 euro ad un pregiudicato 50enne

Nella mattinata odierna personale del Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria ha eseguito una sentenza di confisca dei beni attribuiti a CARBONE Rocco cl. 67 e al suo nucleo familiare.

Il CARBONE, ritenuto affiliato alla cosca palmese denominata “GALLICO-BRUZZISE”, una delle consorterie criminali più agguerrite che esercita la propria egemonia sui territori di Palmi e zone limitrofe, veniva tratto in arresto nel giugno 2010, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Reggio Calabria, nell’operazione convenzionalmente denominata “COSA MIA” che ha decapitato la ’ndrina della locale di Palmi denominata “Gallico-Bruzzise.

A conclusione del procedimento di prevenzione, oggi sono stati confiscati 2 terreni agricoli, per un valore di circa 220.000 mila euro, e buoni postali per un totale di circa 30 mila euro.


Tags

Palmi,