Menu
Corriere Locride
“Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”: «Il 22 ottobre presenteremo il primo rapporto sulla mortalità stradale negli anni 2013-2017 sulla S.S.106»

“Basta Vittime Sulla Strada St…

Il lavoro dell’Associa...

Legambiente: «La Calabria seconda per abusivismi»

Legambiente: «La Calabria seco…

È stato presentato que...

Coldiretti: la Regione autorizza carburante in più per l’irrigazione di soccorso su tutto il territorio regionale

Coldiretti: la Regione autoriz…

Coldiretti aveva chies...

In occasione del nuovo anno scolastico inaugurazione del plesso “Carrera” della Scuola Primaria e nuovo scuolabus comunale a Roccella

In occasione del nuovo anno sc…

In occasione dell’iniz...

Regione. In programma il 25 e 26 settembre la conferenza internazionale sulla tratta delle donne nigeriane

Regione. In programma il 25 e …

"Doppio sguardo. La tr...

Legge di Bilancio 2019: Oliverio scrive ai parlamentari Calabresi

Legge di Bilancio 2019: Oliver…

Il Presidente della Re...

Gemellaggio internazionale per il Rotary di Locri

Gemellaggio internazionale per…

Il Rotary club di...

WWF: «Le Marche salvano lupi e allevatori»

WWF: «Le Marche salvano lupi e…

«Le Marche stanno segu...

Reggio. Antonino Castorina replica a Forza Italia su intitolazione strada

Reggio. Antonino Castorina rep…

«Apprendo con stupore ...

Vibo Valentia. Il presidente nazionale di UE.COOP Gherardo Colombo è stato in Calabria – Il report

Vibo Valentia. Il presidente n…

Il presidente Nazional...

Prev Next

Palmi. I finanzieri sequestrano beni per 4,7 milioni

  •   Redazione
Palmi. I finanzieri sequestrano beni per 4,7 milioni

Beni per 4,7 milioni di euro sono stati sottoposti a sequestro preventivo dai finanzieri della Compagnia di Palmi nell'ambito di un'inchiesta contro i componenti di un'organizzazione accusati di truffa aggravata ai danni dello Stato, falso, impiego di denaro di provenienza illecita e autoriciclaggio. Il gruppo era composto da 12 persone. I due promotori, secondo l'accusa, nella qualità di rappresentanti formali e, dopo, di titolari di fatto di due centri di assistenza fiscale e di associazioni sindacali - alcune con sede a Roma e Milano - avrebbero distratto per fini personali somme di denaro pubblico e privato (costituito dalle somme trattenute per legge dall'Inps agli iscritti a associazioni sindacali e poi riversate a quest'ultime, nonché dalle quote versate dagli associati) con transazioni finanziarie, mediante l'uso di conti correnti personali, delle società e di ulteriori enti associativi gestiti direttamente o indirettamente. Tra i beni c'è la società di calcio Palmese (serie D).