Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Palmi. Due persone tratte in arresto dai carabinieri per la detenzione di 150 Kg di marijuana

  •   Redazione
Palmi. Due persone tratte in arresto dai carabinieri per la detenzione di 150 Kg di marijuana

Lunedì i carabinieri della Stazione di Palmi hanno tratto in arresto i coniugi TRIPODI Nino Vittorio cl. ’64 e GIOFFRÈ Maria cl. ’75, destinatari di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Palmi per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio, aggravata dall’ingente quantitativo.

Il provvedimento cautelare fa riferimento ad un maxi sequestro di droga risalente all’aprile dello scorso anno, quando i militari dell’Arma di Palmi, durante un servizio antidroga, perquisirono un terreno agricolo, trovando oltre 150 kg di stupefacente stoccati all’interno di cisterne interrate e chiuse da botole, nascoste sotto alcune reti per la raccolta delle olive.

Una volta avviata sul mercato, la droga rinvenuta, del tipo hashish e marijuana, avrebbe fruttato oltre 1 milione di euro.

Le successive indagini, dirette a scoprire chi avesse occultato l’ingente quantitativo di droga, portavano all’identificazione dei due arrestati titolari del terreno in questione, che raggiunti dall’ordinanza dell’Autorità Giudiziaria di Palmi venivano associati presso la casa circondariale di Reggio Calabria.


Tags

Palmi,