Menu
Corriere Locride
La Palmese perde anche il ricorso di Nania così resta la penalizzazione di un punto. Ma che brutta situazione

La Palmese perde anche il rico…

di Sigfrido Parrello -...

Diocesi di Locri-Gerace. A Gerace il XIV incontro di studi bizantini

Diocesi di Locri-Gerace. A Ger…

Sabato 14 e domenica 1...

Cittanovese, è l'ora del derby! Domenica prossima al "Morreale – Proto" arriva la Palmese di mister Pellicori

Cittanovese, è l'ora del derby…

La Società: «Appuntame...

Ambiente. Galletti, oltre 13 milioni al Centro-Sud per mobilità sostenibile: un milione a Reggio Calabria

Ambiente. Galletti, oltre 13 m…

Da decreto casa-scuola...

Sant'Ilario dello Ionio (RC). Sabato prossimo "In Terra Santa – Sulle orme di Gesù di Nazareth"

Sant'Ilario dello Ionio (RC). …

Nazareth, il fiume Gio...

Richiesta di LocRinasce indirizzata alle competenti Autorità territoriali in materia di tutela dei corsi d’acqua

Richiesta di LocRinasce indiri…

Riceviamo e pubblichia...

Casa della Salute di Scilla, ripristinato il servizio H24. Vizzari: “Fare rete porta sempre risultati. Ora impegno per valorizzazione della struttura”

Casa della Salute di Scilla, r…

“Fondamentale”: così R...

Prev Next

Palizzi. La nota stampa diffusa dagli avvocati di Davide Plutino

  •   Redazione
Palizzi. La nota stampa diffusa dagli avvocati di Davide Plutino

COMUNICATO STAMPA - Con riferimento ai numerosi comunicati stampa diramati dal Sindaco di Palizzi Arturo Walter Scerbo, indagato insieme al nostro assisto Plutino Davide Bruno nell’ambito del procedimento che ha riguardato il Comune di Palizzi, invitiamo il primo cittadino ad un maggiore rispetto per l’attività degli inquirenti, impegnati da tempo sulla delicata vicenda.
Le dichiarazioni apparse sui giornali, infatti, afferiscono ad atti posti sotto sequestro dalla Procura della Repubblica di Locri e dunque, per legge, sottoposti a segreto. Questo collegio difensivo è fiducioso del lavoro della Magistratura inquirente, unico soggetto che, stante la posizione di indagato del Sindaco, in questa fase può svolgere l'attività di indagine.
In questa prospettiva desta non poche perplessità, che certamente saranno valutate dagli organi inquirenti, la Delibera di Giunta n. 5 del 2017 (con la quale si è dato incarico a dei tecnici esterni di recuperare le “presunte” somme indebitamente percepite) poiché l’attività in discorso rischia di porsi da intralcio all’indagine della Procura operante e costituire, dunque, un pericolo di inquinamento del quadro probatorio.
Abbiamo invitato il nostro assistito ad astenersi dal rilasciare dichiarazioni pubbliche in una fase così delicata della vicenda.

Avv Vincenzo Bombardieri Avv Sebastiano Rodà