Menu
Corriere Locride
Sporting Lokri: Sara Borello, operazione e riconferma

Sporting Lokri: Sara Borello, …

La calcettista amarant...

Locri. Con la cerimonia di premiazione si conclude sabato 27 maggio il Concorso "ZALEX Arte&Regole" VII edizione

Locri. Con la cerimonia di pre…

"Tutela delle nostre s...

CC Locri: Domani l'inaugurazione di una stanza dedicata alle vittime di violenza

CC Locri: Domani l'inaugurazio…

Domani, 24 maggio 2017...

Notte e Festa Europea dei Musei. Apertura straordinaria anche a Locri e Monasterace

Notte e Festa Europea dei Muse…

Il Ministero dei beni ...

I giovani talenti calabresi e lucani del progetto Young at Art del Maca approdano a Torino

I giovani talenti calabresi e …

A partire da vene...

San Giovanni di Gerace. Avviso pubblico per la selezione di 15 lavoratori

San Giovanni di Gerace. Avviso…

Comunicato stampa - Av...

Amministrative 2017. Messaggio del Vescovo di Locri-Gerace

Amministrative 2017. Messaggio…

Mi rivolgo con partico...

Coppa Regione Prima Categoria. Domenica 14 maggio Bovalinese-Rombiolese

Coppa Regione Prima Categoria.…

Domenica 14 maggi...

Galleria Limina, Romeo: Anas trovi soluzione immediata

Galleria Limina, Romeo: Anas t…

"Ordinaria o straordin...

Roccella: La Guardia Costiera presenta la stagione balneare 2017

Roccella: La Guardia Costiera …

Nella giornata di ieri...

Prev Next

Locri. Denunciato medico dell'ospedale: visitava i pazienti in studi privati senza emettere ricevuta

  •   Redazione
Locri. Denunciato medico dell'ospedale: visitava i pazienti in studi privati senza emettere ricevuta

(ANSA) - Visitava i pazienti in regime di "intramoenia allargata", cioè in studi privati al di fuori dalle mura ospedaliere, senza emettere ricevute fiscali ed evitando di versare le quote spettanti all'Azienda sanitaria provinciale dalla quale dipendeva. Un medico dell'ospedale di Locri è stato denunciato dalla Guardia di finanza con l'accusa di peculato e truffa.
I finanzieri, in seguito ad una segnalazione pervenuta al 117, hanno avviato le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Locri sulle prestazioni professionali eseguite dallo specialista, grazie ad un accordo con l'Asp, nei confronti di molti pazienti. E' emerso così l'omesso rilascio delle ricevute sanitarie e la mancata documentazione all'Asp di Reggio Calabria di una somma complessiva pari a 600.000 euro tra compensi in nero, quota di denaro non versata all'Azienda e somme stipendiali non spettanti. I finanzieri hanno segnalato la vicenda alla sezione regionale della Corte dei conti per danno erariale.