Menu
Corriere Locride
Contratto scuola, bonus 80 euro salvaguardato per le fasce più deboli

Contratto scuola, bonus 80 eur…

Grazie a legge di bila...

Ancora un evento internazionale a Cosenza: Noa e la sua band in concerto il 6 aprile al teatro Rendano

Ancora un evento internazional…

Sarà anche premiata pe...

Il Polo Museale della Calabria ha partecipato con successo alla quarta edizione di TourismA

Il Polo Museale della Calabria…

TOURISMA 2018 – Salone...

Regione. Musmanno: "Nessuna cancellazione dei treni regionali 3692 e 3694"

Regione. Musmanno: "Nessu…

"I treni regionali n. ...

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24 febbraio il Teatro della Girandola presenta lo Spettacolo “In bocca al lupo”

Reggio. Venerdì 23 e sabato 24…

Il Teatro della Girand...

Siderno. Sinistra Italiana: «Città Giardino a basso costo. L’amministrazione Fuda ha mantenuto la parola»

Siderno. Sinistra Italiana: «C…

Riceviamo e pubblichia...

Taurianova. Oggi il Comune compie novant’anni dalla sua istituzione

Taurianova. Oggi il Comune com…

I comuni di Radicena, ...

Regione Calabria. Fondi post 2020: partecipa alla consultazione online

Regione Calabria. Fondi post 2…

La Commissione europea...

Reggio. Sabato 17 Febbraio si terrà il secondo incontro formativo per parlare del progetto: “Non c’è Libertà senza Legalità”

Reggio. Sabato 17 Febbraio si …

Il Progetto “NON C’E’ ...

Regione Calabria. Approvato testo di legge "interventi per il sistema del cinema e dell'audiovisivo"

Regione Calabria. Approvato te…

Con l’approvazione del...

Prev Next

Locri. Arrestato pregiudicato: dovrà scontare 2 anni e 3 mesi per associazione mafiosa

  •   Redazione
Locri. Arrestato pregiudicato: dovrà scontare 2 anni e 3 mesi per associazione mafiosa
I Carabinieri della Stazione di Locri hanno tratto in arresto CATALDO Vincenzo, 41enne del posto, già noto alle FF.OO., in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della repubblica presso il Tribunale di Torino. Lo stesso, riconosciuto colpevole del reato di associazione di tipo mafioso, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Reggio Calabria dove dovrà scontare la pena di 2 anni e 3 mesi di reclusione. La condanna è stata emessa dell’Autorità Giudiziaria di Torino nell’ambito dell’operazione “Esilio”, le cui indagini sono partite dalle rivelazioni di un pentito che aveva parlato rivelato l’esistenza di una “locale” di‘ndrangheta attiva a Giaveno (TO). Secondo le investigazioni, questa cellula della malavita calabrese sarebbe stata attiva almeno dal 2007 salvo poi venire “sospesa” dalla metà del 2008 per alcuni problemi interni. Estorsioni, armi e traffico di droga, soprattutto hashish le attività principali.